Apple, iOS 12

Apple ha aggiornato le statistiche relative alle installazioni totali di iOS 12 (e versioni minori successive) su iPhone, iPad e iPod Touch. Dai nuovi dati, apprendiamo che iOS 12 è adesso presente sul 78% degli Device commercializzati negli ultimi 4 anni e nel 75% livello generale.

In particolare, le nuove statistiche indicano che:

  • Di sempre: 75% iOS 12 | 11% iOS 11 | 8% iOS 10 e precedenti
  • iDevice degli ultimi 4 anni: 78% iOS 12 | 11% iOS 11 | 5% iOS 10 e precedenti

iOS 12 installato sul 75% degli iDevice compatibili 1

iOS 12 ha gli stessi requisiti hardware di iOS 11, il che significa che funziona su qualsiasi iPhone a partire dagli iPhone 5s del 2013 in poi, su tutti i modelli di iPad Pro, su iPad mini 2 e successivi, iPad Air e su iPad di quinta generazione e oltre, oltre a iPod touch di sesta generazione.

Se si considera che nel tempo gli iPhone e gli iPad immessi sul mercati si sono moltiplicati esponenzialmente, il risultato raggiunto è senza dubbio straordinario. E, tra l’altro, mette ancora più in discussione la validità della scelta di Google legata alla gestione degli aggiornamenti.

Precisiamo che questi dati sono quelli ufficiali pubblicati da Apple e si basano sul numero di accesso che l’App Store riceve dai vari iDevice (un po’ come Google rileva il numero di smartphone e tablet con le varie versioni di Android).

Se la questione del rallentamento delle CPU potrebbe aver giocato un ruolo nei primi giorni, è probabile che l’aggiornamento repentino di moltissimi iPhone, iPad e iPod Touch abbia qualcosa a che fare con i miglioramenti delle prestazioni offerti dalla nuova versione ai dispositivi risalenti al 2013, così come le nuove funzionalità che porta.