batterie tesla panasonic

Tesla è un’azienda multinazionale statunitense fondata da Martin Eberhard e Marc Tarpenning il 1° luglio 2003 con la denominazione di Tesla Motors. Un anno più tardi, l’imprenditore sudafricano Elon Musk entrò in società in qualità di investitore principale. La sua sede principale è situata ad Austin, in Texas: nel 2021 ha totalizzato un fatturato di 53,8 miliardi di dollari, con un utile netto superiore a 5,5 miliardi, numeri che la collocano al momento come punto di riferimento a livello mondiale nella produzione di auto elettriche.

Prima di proseguire, una piccola curiosità: la società si chiama così in onore dell’inventore Nikola Tesla, tra i principali pionieri dell’elettromagnetismo nella seconda metà dell’Ottocento e agli inizi del secolo scorso.

Per capire meglio chi è Tesla, rispondiamo ad alcune delle domande più frequenti sulla public company americana.

Cosa ha inventato Tesla? L’azienda statunitense di Elon Musk ha realizzato la prima auto al mondo di produzione dotata di batterie con celle agli ioni di litio (Tesla Roadster, 2008), nonché la prima berlina al 100% elettrica (Tesla Model S, 2009) e il primo SUV a trazione elettrica (Tesla Model X, 2012).

Dove viene prodotta Tesla? Le auto elettriche Tesla sono prodotte presso lo stabilimento di Fremont, in California, dove lavorano quasi 22.000 dipendenti in un’area di 930 mila metri quadrati. In passato la fabbrica californiana aveva ospitato la produzione di General Motors e New United Motor Manufacturing di Toyota. L’acquisizione da parte di Tesla dello stabilimento di Fremont risale al 2010, due anni prima del lancio sul mercato di Model S.

Chi produce la Tesla? Le automobili elettriche Tesla sono prodotte dalla società Tesla, Inc., in precedenza Tesla Motors. L’azienda multinazionale statunitense è specializzata anche nella realizzazione di sistemi di stoccaggio energetico e di pannelli fotovoltaici.

I modelli Tesla in commercio

Passiamo ora in rassegna tutti i modelli di auto Tesla attualmente in commercio.

Tesla Model 3

La Tesla Model 3 è il quarto modello prodotto da Tesla dopo la Roadster, la Model S e la Model X. La berlina elettrica statunitense, presentata ufficialmente il 31 marzo 2016, appartiene al segmento D ed è tra le prime automobili della nuova generazione a non presentare sul cruscotto alcun tipo di comando o strumento, fatta eccezione per un display tattile di 15 pollici. È disponibile in tre versioni: Standard Range Plus, Long Range, Performance. La migliore autonomia è garantita dalla versione Long Range, dotata di una batteria da 75 kWh in grado di coprire una distanza pari a 614 km, contro i 448 km della versione base e i 567 km della versione Performance.

Tesla Model S

La Tesla Model S è la seconda auto elettrica prodotta da Tesla, dopo la Roadster. Il suo ingresso nel mercato nordamericano risale al 2012, mentre in Europa e in Asia è arrivata soltanto nel 2013. La Model S è una berlina di lusso appartenente al segmento F del mercato delle automobili. In circa tre anni, è riuscita a superare le 100.000 vendite, eguagliando in questo modo i numeri della concorrente di General Motors Chevrolet Volt, nonostante quest’ultima fosse nettamente più economica. Numeri che testimoniano la forza di Tesla nel proprio settore, in cui è destinata a diventare l’azienda punto di riferimento per tutte le altre aziende negli anni successivi.

Tesla Model X

Nello stesso anno di entrata in commercio della Model S, Elon Musk presenta la Tesla Model X, il primo SUV a trazione elettrica della storia dell’auto. Una delle principali caratteristiche dell’auto ha per oggetto le porte posteriori, conosciute con l’appellativo di Falcon Wings, letteralmente porte ad “ala di falco”. Le prime consegne agli acquirenti risalgono a settembre 2015, e già un anno dopo la Model X diventa l’auto più venduta in Norvegia in termini assoluti, ereditando così il grande successo della Model S nella nazione scandinava.

Tesla Model Y

La Tesla Model Y è il quinto e ultimo modello fin qui presentato da Tesla. Identificata come il modello crossover della Model 3, la Model Y presenta un’autonomia di 533 km con una singola ricarica e tramite le stazioni Supercharger è possibile ricaricare fino a 241 km in appena 15 minuti. È ordinabile in due versioni: Long Range AWD e Performance, con la prima che si fa preferire lato autonomia mentre la seconda offre maggiori prestazioni sportive, potendo contare su un’accelerazione da 0 a 100 km/h in appena 3,7 secondi.

Nota: fuori commercio la Tesla Roadster, il primo modello prodotto dall’azienda di Elon Musk tra il 2008 e il 2012, basato sulla Lotus Elise, l’iconico modello spider della casa automobilistica britannica. A questo proposito, è bene sottolineare che è prevista l’uscita della Roadster 2.0, rivelata al pubblico la prima volta nel settembre 2017 in occasione della presentazione del Semi, il primo trattore stradale 100% elettrico di Tesla.

Tesla in borsa

Tesla è una società quotata in borsa. Le azioni Tesla nella Borsa italiana sono identificate con TSLA, la stessa sigla prevista dalla quotazione Tesla al Nasdaq. Ad oggi, una singola azione TSLA vale poco più di 700 dollari, mentre la capitalizzazione azionaria si attesta intorno ai 700 miliardi di dollari. A questo proposito, Tesla detiene un record eccezionale: nell’autunno 2021, in seguito a un maxi ordine della compagnia di auto a noleggio Hertz di 100.000 Model 3, Tesla ha abbattuto il muro dei 1.000 miliardi di capitalizzazione, prima casa automobilistica al mondo a riuscirci.