domenica, Aprile 11, 2021
Home Tags HomePod Mini

HomePod Mini: caratteristiche, design, prezzi, disponibilità

Apple Homepod Mini è uno degli ultimi dispositivi domotici presentati dalla compagnia di Cupertino, con il preciso scopo di ritagliarsi uno spazio nel settore degli speaker dotati di funzionalità smart. Nel 2018 Apple ha presentato il capostipite della famiglia di dispositivi Homepod, pensandolo però più come uno strumento per l’ascolto di musica di alto livello, e quindi posizionandosi su di un target di mercato completamente differente rispetto a Google Home e Amazon Echo.

L’alto costo di vendita ha però portato ad un’accoglienza piuttosto tiepida, risultante in circa la metà delle vendite preventivate inizialmente. Ecco perché, nell’ottobre 2020, in occasione della presentazione della nuova line-up di iPhone 12, Apple ha annunciato  HomePod Mini, un prodotto più economico ma con la stessa destinazione d’utilizzo, il quale dovrebbe arrivare anche in Italia ad un prezzo molto concorrenziale.

Diciamo dovrebbe perché in realtà Homepod non è mai arrivato alle nostre latitudini, in parte a causa delle funzionalità legate assistente Siri, mai convertite per l’utilizzo con la lingua italiana. Dopo due anni però, potrebbe essere la volta buona: Homepod Mini ha anche una pagina dedicata alla sua introduzione sul sito ufficiale Apple in italiano.

Caratteristiche tecniche di Apple Homepod Mini

L’HomePod Mini, come fa intendere il nome, è più piccolo del suo fratello: misura 8,4 cm di altezza per 9,8 cm di larghezza, e pesa 345 grammi. Come dimensioni quindi è circa la metà di Apple HomePod, ma il peso è nettamente inferiore. All’interno è presente il chip Apple S5, il quale controlla in tempo reale i movimenti dei driver audio, fino a 120 volte al secondo.Apple HomePod Mini

Soprattutto per uno speaker di queste dimensioni, è importante analizzare il suono che viene emesso: ecco perché, la prima volta che viene configurato ed utilizzato Homepod Mini, questo utilizza l’array di microfono di cui è dotato per comprendere il tipo di ambiente circostante. L’analisi del suono permette di potersi adattare dinamicamente in base al tipo di musica e agli oggetti/mura presenti nella stanza, per offrire la massima esperienza d’ascolto.

La forma sferica permette al suono di essere distribuito uniformemente a 360°, e si può comandare sia tramite comandi vocali, invocando l’assistente Siri, sia con controlli touch grazie al display sensibile al tocco posto nella parte alta.

Si può utilizzare con qualsiasi prodotto Apple , ed ha a disposizione sia Bluetooth 5.0 che il chip Ultra Wideband U1, che lo rende semplicissimo da usare con con altri prodotti Apple dotati di UWB: basta semplicemente avvicinare questi alla cassa in fase di riproduzione, e lo speaker smart si attiverà. L’altoparlante senza fili di Apple può essere anche utilizzato con smartphone e tablet Android, o PC Windows, tramite collegamento Bluetooth.

Va menzionata anche la funzione Intercom, la quale consente di poter inviare messaggi come se si trattasse di un citofono smart. La feature Intercom non è relegata ai dispositivi presenti in casa o in ufficio, o ai soli Homepod, ma è compatibile con tutti i dispositivi Apple e con CarPlay. L’intento è quello di creare un ecosistema davvero interconnesso, permettendo alle famiglie di potersi scambiare messaggi in ogni momento della giornata, ovunque.

Comparto sonoro di Apple HomePod Mini

I tweeter ed il woofer sono stati sostituiti da quattro altoparlanti full-range, in grado di riprodurre l’intera gamma di frequenza, e due radiatori passivi per rendere meglio i bassi. La resa dei driver è sempre orientata a 360°, ma è anche presente la funzione multiroom e stereo che accoppia più dispositivi.

apple homepod mini componenti

L’array di ascolto è composto da quattro microfoni, utili a richiamare Siri anche con la musica a tutto volume, e per analizzare l’ambiente circostante così da ottimizzare la resa musicale: uno dei microfoni è infatti rivolto verso l’interno, così da migliorare il rilevamento della voce anche durante la riproduzione musicale.

Oltre a poter essere utilizzato da solo, HomePod Mini può essere accoppiato ad un altro per creare delle coppie, abilitando l’ascolto in audio stereo. Grazie alla presenza del chip Ultra Wideband U1, basta avvicinare due HomePod Mini per creare delle coppie.

AL momento, gli unici servizi supportati sono Apple Music, iHeartRadio e TuneIn, con il supporto per Amazon Music che dovrebbe arrivare nei mesi a venire, al più entro la fine del 2021. Non c’è alcuna notizia riguardante l’integrazione di Spotify nell’immediato futuro, per cui potremo utilizzare HomePod Mini soltanto come speaker bluetooth se possediamo un abbonamento a questo servizio, senza la possibilità di richiamare a voce playlist e quant’altro

Design di Apple HomePod Mini

Una sfera schiacciata nella parte alta per far spazio ai controlli touch ed al display LED: ecco come si presenta Apple HomePod Mini, con un design simile agli ultimi membri della famiglia Amazon Echo. Una maglia realizzata in tessuto circonda l’involucro che contiene tutti i componenti audio, con una doppia funzione: estetica e funzionale.

apple homepod mini copertina

La maglia aiuta la diffusione omogenea del suono nello spazio circostante, aiutata dagli algoritmi processati dal chip S5, il quale analizza l’audio fino a 120 volte al secondo.

Prezzi e disponibilità di Apple Homepod Mini

HomePod Mini è disponibile in bianco e grigio ad un prezzo di 99$, ma non si sa ancora quando e se arriverà in Italia.

15,605FansMi piace
1,925FollowerSegui
816FollowerSegui
34,700IscrittiIscriviti