Samsung Galaxy Watch 3

Com’è fatto Samsung Galaxy Watch 3 visto dall’interno? Se siete curiosi di scoprire i “segreti” del nuovo smartwatch del produttore sud-coreano siete finiti nel posto giusto, perché stiamo per vederlo fatto a pezzi dal solito teardown di iFixit.

Il teardown di Samsung Galaxy Watch 3

Samsung Galaxy Watch 3 è stato presentato neanche due settimane fa al Galaxy Unpacked 2020 insieme a Samsung Galaxy Note 20, Samsung Galaxy Note 20 Ultra, Samsung Galaxy Buds Live e altri dispositivi della casa di Seul. Il nuovo smartwatch, che ha ricevuto il suo primo aggiornamento con l’integrazione del monitoraggio SpO2, è già pronto per passare tra le mani dei ragazzi di iFixit.

L’apertura si dimostra non troppo complicata e avviene “superando” viti tri-wing (molto piccole) e una guarnizione in gomma, e subito si può notare una buona modularità dei componenti. Nel complesso la procedura di smontaggio completo di Samsung Galaxy Watch 3 non si è rivelata proprio una passeggiata, ma con gli attrezzi giusti e un po’ di pazienza niente è impossibile: del resto iFixit fornisce un punteggio di riparabilità di 7 punti su 10 (lo stesso raggiunto dalla prima generazione di Samsung Galaxy Watch).

Più in particolare iFixit ha apprezzato la procedura di apertura non ostacolata dalla colla, l’assenza di fragili connettori ZIF e di cavi intricati e l’accessibilità a schermo e batteria. Meno bene il fatto che digitizer e schermo siano fusi insieme, cosa che rende le riparazioni del solo vetro praticamente impossibili.

Se volete dare un’occhiata alla procedura completa di smontaggio di Samsung Galaxy Watch 3 avete a disposizione il video qui sotto.

Leggi anche: migliori smartwatch con e senza Wear OS