Apple e Meta starebbero studiano nuovi modi per rendere migliori i loro visori AR/VR per avere maggiori possibilità di conquistare i mercati nei prossimi anni.

Secondo quanto riferito da Mark Gurman nella newsletter per Bloomberg, Meta avrebbe intenzione di rilasciare un visore VR senza controller per ridurre i costi, mentre Apple starebbe studiando come “alleggerire” Vision Pro.

Offerta

Apple iPad Pro 11'' (M4)

Ddisplay Ultra Retina XDR, 512GB, fotocamera frontale orizzontale da 12MP, fotocamera posteriore da 12MP, scanner LiDAR, Wi-Fi 6E

1199€ invece di 1469€
-18%

Meta starebbe progettando un visore senza controller

Secondo quanto riportato Meta avrebbe timore del prodotto di Apple, anche se per ora sono orientati a un pubblico diverso. Meta avrebbe spostato l’attenzione dal metaverso agli usi più pratici in risposta al visore Apple Vision Pro.

I piani di Meta prevedevano di rendere il suo prossimo visore con nome in codice Ventura ancora più economico e più comodo da utilizzare, ma secondo Gurman l’azienda starebbe anche cercando di consentire di usare il suo visore semplicemente tramite gesti come Vision Pro, offrendo la possibilità di acquistare i controller separatamente.

Apple starebbe studiando come “alleggerire” Vision Pro

Nel frattempo Apple starebbe affrontando il problema del peso non indifferente del suo visore per la realtà mista, ma l’unica soluzione per ora sembra essere quella di fare in modo di distribuire meglio il suo peso quando viene indossato.

Secondo quanto riportato da Gurman, il modello attuale peserebbe “circa mezzo chilo” e i test avrebbero portato il team a considerare il prodotto troppo pesante per alcuni utenti, anche se indossato per poco tempo, causando anche tensione al collo.

Sembra che Apple non possa fare molto per quanto riguarda il peso del modello attuale, se non cercare di supportarlo maggiormente, e la questione del peso verrebbe presa in considerazione per i modelli successivi. Alcuni mesi fa era emerso un Apple Vision Pro con un arco aggiuntivo.

Oltre al peso, Apple starebbe anche valutando di rendere il visore più comodo per le persone che portano gli occhiali, ma anche in questo caso le sfide sarebbero non poche, poiché offrire lenti graduate preinstallate richiederebbe l’approvazione come dispositivo medico, con tutte le conseguenze del caso.

Potrebbe interessarti: Meta presenta i nuovi occhiali intelligenti Ray-Ban Meta Smart Glasses