ASUS ha annunciato oggi per il mercato italiano una serie di monitor di fascia media, alta e altissima. Si chiamano ASUS ProArt OLED PA32DC, PA32UCR-K, PA348CGV e PA279CRV, dispositivi fra cui al cui vertice c’è un monitor OLED che sfiora i 4.000 euro, con altre soluzioni che sposano diverse tecnologie fra cui mini-LED e IPS. A seguire, tutti i dettagli dei modelli presentati, tutti già disponibili sul mercato italiano ad esclusione del più economico.

Caratteristiche e dettagli dei nuovi monitor ASUS

ASUS ProArt Display OLED PA32DC

Partiamo dal modello più pregiato e costoso della serie. ASUS dichiara che si tratta del primo monitor OLED al mondo con calibrazione automatica, cioè è dotato di un colorimetro integrato motorizzato e orientabile che garantisce una precisione di livello professionale. ASUS ProArt Display OLED PA32DC, così si chiama di preciso, è dotato di un pannello OLED da 31,5″ HDR 4K (3.840 x 2.160 pixel) con copertura DCI-P3 al 99% e profondità di colore a 10 bit che permette di visualizzare più di 1,07 milioni di colori. Presente inoltre la certificazione VESA DisplayHDR 400 True Black, rapporto di contrasto di 1.000.000:1, 0,1 ms di tempo di risposta, supporto a HDR e HLG (Hybrid Log-Gamma).

Offerta

CMF by Nothing Buds

Auricolari wireless, 42 dB ANC, modalità Trasparenza, Tecnologia Ultra Bass 2.0

29€ invece di 39€
-26%

ASUS dichiara un valore Delta E<1 per ProArt Display OLED PA32DC, monitor che si avvale di un colorimetro a ribalta motorizzato che si sposta quando serve semplificando la calibrazione, possibile anche con i software professionali di calibrazione hardware Light Illusion ColourSpace CMS e Calman. Da segnalare inoltre la possibilità di salvare i profili dei parametri cromatici internamente, sul chip scaler IC del monitor, la presenza di un limitatore automatico della luminosità (per ottimizzare il consumo energetico) e la funzione Luminosità Uniforme che garantisce maggior coerenza nella gestione di diverse finestre.

ASUS ProArt Display OLED PA32DC

Per quanto riguarda infine la connettività, questo nuovo monitor di ASUS può contare su una discreta serie di porte: una USB C, una DisplayPort 1.4, tre HDMI 2.0, di un ingresso jack audio e anche del supporto alla funzione hub USB, per integrarsi meglio con altre periferiche e dispositivi. Il supporto integrato in confezione supporta regolazioni in inclinazione, rotazione orizzontale e verticale e in altezza. C’è anche una “palpebra” (visibile nelle immagini in copertina e qui sopra) che permette di ridurre i riflessi sullo schermo delle fonti di luce vicine.

Il mini-LED ASUS ProArt Display PA32UCR-K

Decisamente più economico rispetto al suo sodale, si presenta con uno schermo da 32 pollici di tipo mini-LED, con risoluzione 4K e picco di luminosità di 1000 nit. Anche in questo caso il valore Delta E è inferiore a 1, mentre lo spazio colore Adobe TGB è coperto al 99,5%, 100% sRGB e Rec. 709 e 89% Rec.2020.

ASUS ProArt Display PA32UCR-K

Da segnalare per ASUS ProArt Display PA32UCR-K la presenza della tecnologia ASUS ProArt Hardware Calibration, le certificazioni VESA DisplayHDR 1000, Calman Ready e Light Illusion. Per quanto riguarda invece le porte, ci sono tre HDMI 2.0, una DisplayPort 1.2, una USB C, e un hub USB standard. In confezione è presente inoltre il calibratore professionale X-rite i1 Display Pro.

I due IPS ASUS ProArt Display PA348CGV e PA279CRV

Alla base della serie di nuovi monitor presentati oggi da ASUS ci sono questi due prodotti dotati di schermi IPS. ASUS ProArt Display PA348CGV è dotato di un display da 34 pollici in formato 21:9 con risoluzione UWQHD (3440 x 1440 pixel) pre-calibrato e certificato Delta E<2, oltre che VESA DisplayHDR 400.

Supporta la frequenza di aggiornamento variabile fino a 120 Hz con FreeSync Premium Pro, è dotato di un supporto da scrivania con morsetto a C e della seguente dotazione di ingressi: una porta USB C, una DisplayPort, due HDMI, un ingresso jack audio da 3,5 mm e un hub USB.

ASUS PROART DISPLAY PA348CGV

ASUS ProArt Display PA279CRV è il modello più economico del quartetto. Monta uno schermo da 27 pollici di tipo IPS in formato 16:9, con risoluzione 4K (3840 x 2160 pixel). La copertura della gamma cromatica DCI-P3 è del 99%, c’è la certificazione VESA DisplayHDR 400, il supporto allo standard HDR10 e la garanzia di un Delta E<2.

Questione porte, ci sono una HDMI, una DisplayPort, una USB A, una USB C multifunzione e una porta USBC aggiuntiva downstream, oltre all’ingresso per le cuffie. ASUS promette che lo affiancheranno presto anche altri due modelli della stessa serie, ma di dimensioni differenti: un 24″ e un 32″ (il PA248CRV e il PA329CRV, rispettivamente)

ASUS ProArt Display PA279CRV

Offerta

CMF by Nothing Buds

Auricolari wireless, 42 dB ANC, modalità Trasparenza, Tecnologia Ultra Bass 2.0

29€ invece di 39€
-26%

Prezzi e disponibilità italiana

Come anticipato sono tutti già acquistabili in Italia, sia sul sito di ASUS che presso i rivenditori terzi. L’unico che manca all’appello è il più economico ProArt Display PA279CRV, che sarà disponibile a breve al prezzo di 599 euro secondo quanto dichiarato dal produttore.

A seguire prezzi e link diretti per acquistarli su Amazon:

In più, fino al 31 agosto 2023 (salvo proroghe) ci sono tre mesi di abbonamento gratuito ad Adobe Creative Cloud, con 100 GB di spazio di archiviazione cloud e soprattutto l’accesso a oltre 20 applicazioni fra cui Photoshop, Premier Pro e After Effects. Maggiori dettagli al riguardo li trovate qui.

Potrebbero interessarti anche: i migliori monitor del mese, la nostra selezione aggiornata e OLED, QLED, QNED: le principali caratteristiche e differenze