Le Amazon Fire TV Stick sono indubbiamente tra i prodotti più di successo del colosso di Seattle e i motivi sono facilmente immaginabili: la possibilità di rendere smart qualsiasi TV tramite una semplice porta HDMI unito all’elevato rapporto qualità-prezzo rappresenta un ottimo acquisto sotto tutti i punti di vista.

In tempi recenti la community di appassionati si era prodigata nel correggere alcune lacune dei Fire TV Stick come l’impossibilità di riprogrammare i quattro pulsanti del telecomando dedicati alle piattaforme di streaming con alcune di proprio gradimento.

Offerta

MSI MAG 341CQP QD-OLED

Monitor Gaming Curvo UWQHD 34'', Quantum Dot OLED (3440x1440), 175Hz

849€ invece di 1299€
-35%

Ben presto tale approccio è diventato sempre più popolare culminando con il lancio di una utility denominata Remapper da parte dello sviluppatore Elias Saba la quale sfruttava un exploit del sistema operativo dei Fire TV Stick consentendo di riprogrammare i pulsanti: in sintesi installava un pacchetto appartenente a un’applicazione scelta dall’utente mantenendo però il nome della piattaforma di streaming presente sul telecomando, ingannando di fatto il sistema.

Amazon blocca la personalizzazione selvaggia dei Fire TV Stick

Ebbene, la falce di Amazon si è abbattuta su questi programmi nella forma dell’aggiornamento alla versione 7.6.2.4 del Fire TV Stick 4K Max, il top di gamma della famiglia Fire TV Stick, il quale impedisce, di fatto, il funzionamento di strumenti come Remapper.

Non è la prima volta che l’azienda si ritrova a contrastare questi programmi di terze parti: aveva già provato a bloccare app del genere limitando l’installazione solo alle applicazioni provenienti dall’Amazon App Store; al tempo la risposta di Elias Saba non si fece attendere con il rilascio di una patch che consentiva a Remapper di fingersi un’applicazione ufficiale proprio dell’App Store dell’azienda.

Momentaneamente sul fronte Remapper tutto tace, nonostante siamo sicuri che gli utenti più smaliziati stiano attendendo la contromisura di Saba in questo inseguimento virtuale dallo stampo poliziesco.

Peraltro, attualmente solo il Fire TV Stick 4K Max ha ricevuto l’aggiornamento incriminato ma è lecito aspettarsi che il colosso di Seattle sia pronto a rilasciarlo anche agli altri dispositivi della lineup.

In copertina Amazon Fire TV Stick 4K Max

Potrebbe interessarti anche: La UEFA Champions League rimane su Amazon Prime Video per altre tre stagioni