L’ultima modifica all’elenco dei codec supportati dal framework di Apple Core Media ha evidenziato l’introduzione della nuova variabile kCMVideoCodecType_AV1 che testimonia la volontà del colosso di Cupertino di aggiungere il supporto completo per il codec AV1 nei sistemi operativi Apple.

Apple indizi supporto codec AV1

Offerta

CMF by Nothing Buds

Auricolari wireless, 42 dB ANC, modalità Trasparenza, Tecnologia Ultra Bass 2.0

29€ invece di 39€
-26%

Oltre alla modifica di Core Media in iOS 16, iPadOS 16 e macOS Ventura, l’AV1SW.videodecoder è collegato a una build ARM del noto decoder opensource dav1d e non mancano riferimenti anche all’accelerazione GPU di Metal.

Ad esempio, nelle versioni beta dei nuovi sistemi operativi Apple sono presenti librerie come “/System/Library/VideoDecoders/AV1SW.metallib” che sfruttano gli shader della GPU tramite Metal per generare effetti come il rumore e i disturbi tipici delle pellicole vintage.

Apple compie il primo passo verso il supporto ufficiale AV1

Sembra quindi che iOS 16 e macOS Ventura integreranno un decoder AV1 parzialmente accelerato dalla GPU per alcuni componenti.

Dai test fatti su M1 Dav1d, il codec AV1 più popolare riesce a fornire buone prestazioni anche su modelli meno recenti di iPhone e iPad con CPU ARM, che dunque non avrebbero bisogno di un altro encoder/decoder hardware oltre a ProRes e HEVC.

Difficilmente il formato AV1 verrà adottato da software di editing come Resolve, Premiere o FinalCut, anche per il fatto che questo codec ha più che altro lo scopo di risparmiare banda senza sacrificare la qualità dello streaming.

Potrebbe interessarti: Con macOS 13 Apple apre alle app Linux x86, per la gioia degli sviluppatori