Era il lontano 1997 quando, per la prima volta in Italia, fu introdotto un sistema di pagamento telematico del pedaggio autostradale, il Telepass. Il servizio in questione, primo nel suo genere e controllato al 51% da Atlantia (holding della famiglia Benetton) e al 49% da Partners Group, ha goduto per 25 anni della totale assenza di concorrenti, fatta eccezione per un servizio riservato ai veicoli pesanti messo a punto da DKV. Ora dopo un quarto di secolo, la situazione è destinata a cambiare, grazie all’avvento sul mercato del gruppo assicurativo Unipol, intenzionato a rilasciare un nuovo dispositivo per il pagamento del pedaggio autostradale.

Unipol sarà il nuovo operatore per il telepedaggio con UnipolMove

La compagnia di assicurazioni bolognese ha annunciato il lancio di UnipolMove, nuovo dispositivo per il pagamento telematico del pedaggio autostradale che, inoltre, consentirà il pagamento di tutta una serie di servizi legati alla mobilità quali bollo auto, multe, rifornimento carburante, parcheggi e ZTL.

Uno dei punti forti di quella che sarà la nuova offerta di Unipol, riguarda sicuramente il prezzo, a seguito infatti dei rincari applicati da Telepass (di cui parleremo tra poco), la società può vantare dei costi inferiori rispetto allo storico concorrente; UnipolMove infatti verrà offerto gratuitamente per i primi sei mesi, con un costo in seguito di 1 euro al mese, quasi la metà dunque della controparte. L’altro asso nella manica della società è rappresentato dal bacino d’utenza da cui può attingere, ovvero i 10 milioni di clienti assicurativi auto a cui il prodotto verrà inizialmente proposto.

Giacomo Lovati, Chief Beyond Insurance Officer di UnipolSai, ha dichiarato: “Siamo il primo operatore ad aver ottenuto la certificazione con la nuova normativa europea di Servizio di telepedaggio europeo. Così, forti dei nostri 10 milioni di clienti assicurativi auto a cui poter proporre il prodotto, siamo entrati in un mercato dove fino a ieri non c’erano alternative”.

Telepass aumenta il canone da luglio per i piani Family e Twin

Come già accennato, Telepass ha intenzione di alzare il costo del canone mensile, negli ultimi giorni infatti i suoi clienti hanno ricevuto la lettera che potete vedere poco sotto. Nello specifico, a partire dal mese di luglio, sono previsti aumenti di 57 centesimi al mese per l’abbonamento Family e di 28 centesimi al mese per l’opzione Twin: la società ha giustificato il rincaro chiamando in causa l’innalzamento dei costi tecnologici da sostenere, in modo da poter continuare ad offrire ai propri 6,5 milioni di clienti sempre più servizi.

Telepass lettera ai clienti per aumento prezzi

Le due offerte interessate dagli aumenti, Family e Twin, comprendono oltre al pagamento del pedaggio autostradale relativamente al primo la possibilità di parcheggiare nelle zone convenzionate di fiere, aeroporti e città nonché la possibilità di accedere alla zona C della città di Milano, senza necessariamente dover avere in auto il dispositivo (sfruttando dunque la lettura della targa). Il secondo, oltre a quanto compreso dall’altro piano, permette di aggiungere all’abbonamento un secondo dispositivo che, a sua volta, consente di collegare altre due auto all’abbonamento.

Telepass Pay X con zero canone per due anni entro il 30 aprile

Uno dei nuovi servizi a cui l’azienda fa riferimento in giustificazione degli aumenti di cui sopra, è sicuramente rappresentato da Telepass Pay X. Si tratta di una recente soluzione di pagamento in collaborazione con BNL, in pratica una carta ricaricabile con IBAN, che consente il pagamento di quel che concerne i propri spostamenti e lo shopping tramite l’apposita applicazione (o in alternativa anche con la carta fisica ottenibile dietro espressa richiesta).

La società lancia una promozione che consente, previa attivazione entro il 30 aprile, di avere due anni a canone zero comprendenti:

  • servizi di pagamento Telepass (pedaggio, parcheggi in struttura ecc.) con addebito trimestrale su un qualsiasi conto corrente bancario;
  • servizi di mobilità Telepass Pay (Strisce Blu, Carburante, Taxi, Skipass ecc.) con addebito immediato su un conto di pagamento BNL;
  • un conto di pagamento BNL che potrai ricaricare per l’utilizzo dei servizi Telepass Pay e i tuoi acquisti;
  • l’utilizzo di una carta prepagata associata al conto BNL per transazioni POS ed e-commerce.

Al termine del periodo promozionale di due anni, il canone mensile di Telepass Pay X sarà di 2,50 euro (IVA inclusa).