Durante l’atteso evento di lancio dello Xiaomi Mi 12 l’azienda cinese ha presentato due importanti novità: Xiaomi PaiPai e Xiaomi MIUI Home. Il primo è un dispositivo simile per funzionamento e forma alla Chromecast di Google, ma con alcune limitazioni che lo rendono un prodotto inferiore alla concorrenza, ma ci torneremo tra pochissimo. Il secondo invece è una vera e propria piattaforma, hardware e software, che permette di poter gestire i dispositivi smart home dell’ecosistema Xiaomi.

L’azienda punta tutto su Xiaomi MIUI Home

Molto più interessante è invece il rilascio di MIUI Home, un aggiornamento della piattaforma che riorganizza e razionalizza i collegamenti con i device smart presenti in casa e in ufficio. Si tratta di un sistema smart per controllare elettrodomestici, sensori, telecamere di sorveglianza e molto altro. È stata mostrata una demo dell’interfaccia su di uno speaker Xiaomi dotato di uno schermo da 8 pollici.

Offerta

CMF by Nothing Buds

Auricolari wireless, 42 dB ANC, modalità Trasparenza, Tecnologia Ultra Bass 2.0

29€ invece di 39€
-26%

Xiaomi Miui HomeIl vantaggio più grande di un prodotto del genere è sicuramente la compatibilità con le migliaia di prodotti che fanno parte dell’ecosistema Xiaomi. Non soltanto gadget e dispositivi prodotti direttamente dalla compagnia cinese, ma anche quelli che fanno parte della piattaforma YouPin.

xiaomi miui home tablet redmi 8 pro

Xiaomi MIUI Home dovrebbe essere disponibile ufficialmente a partire dalla metà di gennaio su tre dispositivi tablet dotati di schermo da 8 pollici e speaker. Al momento il supporto ai servizi in streaming è riservato al mercato cinese con piattaforme come Douyin, iQiyi, Youku, Tencent Video, Mango TV e Bilibili. Data la localizzazione per il pubblico cinese siamo convinti che ci vorrà un po’ di tempo per vedere questi dispositivi anche da noi in via ufficiale. Nel frattempo, fino al 3 gennaio, saranno disponibili al preordini con una speciale promozione che permette di portarli a casa con uno sconto di 100 yuan rispetto al prezzo di listino finale.

Gli speaker supportano l’assistente digitale di Xiaomi – che alle nostre latitudini non è mai arrivato – permettendo di controllare i dispositivi smart tramite controllo vocale o gesture, con la possibilità di poter utilizzare una delle oltre 1600 skill disponibili – simili a quelle di Alexa e Google Assistant.

Xiaomi PaiPai lancia il guanto di sfida alla Chromecast di Google

L’azienda ha introdotto anche una nuova generazione di gadget per lo streaming Xiaomi PaiPai. A prima vista sembra un clone di Google Chromecast, sia nella forma che nelle funzionalità: a differenza dell’ultima incarnazione con a bordo Google TV, la quale eleva la Chromecast ad un vero e proprio device con a bordo Android, la soluzione di Xiaomi permette soltanto di effettuare il mirroring video su di un dispositivo esterno.

xiaomi paipai 4k google chromecast (2)

Il dongle Xiaomi PaiPai può essere collegato a TV, monitor, proiettori, computer e altri dispositivi. Rispetto alla precedente generazione la risoluzione sale da 1080P/60fps al 4K/30fps. La soluzione Xiaomi è composta di un dongle dotato di connettore USB Type-C da collegare alla fonte video che si intende trasmettere e di una chiavetta dotata di connettore HDMI.

Non è stato annunciato il prezzo di vendita o la disponibilità del prodotto, ma la prima generazione Xiaomi PaiPai aveva un prezzo lancio di 45 dollari. Se il prezzo dovesse rimanere simile, persino la vecchia Chromecast Ultra lanciata nel 2017 potrebbe rivelarsi una soluzione più flessibile, consentendo di effettuare lo streaming video fino alla risoluzione 4K/60fps.

Potrebbe interessarti: I nuovi Xiaomi 12, 12 Pro e 12X non hanno più segreti: ecco le specifiche