Home Telefonia News Apple prova a migliorare la privacy con gli annunci personalizzati su iOS...

Apple prova a migliorare la privacy con gli annunci personalizzati su iOS 15

0

iOS 15 è la nuova versione del sistema operativo mobile di Apple, oramai da alcuni mesi disponibile in versione beta in attesa che venga messo a disposizione di tutti gli utenti in occasione del lancio della nuova generazione di iPhone.

Con iOS 15 arriva una novità per gli annunci

In passato il colosso di Cupertino è stato accusato di aver abilitato gli annunci personalizzati per impostazione predefinita ma, a partire da iOS 15, gli utenti riceveranno una richiesta di autorizzazione per questo tipo di annunci pubblicitari.

Così come apprendiamo da iPhone Hacks, una volta che l’utente avrà fornito la propria autorizzazione, le preferenze verranno applicate a tutti i dispositivi collegati al suo ID Apple.

Ricordiamo che il colosso di Cupertino utilizza una combinazione di input, inclusa la cronologia delle ricerche dell’App Store, per decidere quale annuncio deve essere visualizzato su applicazioni come Notizie e Borsa e questi dati vengono sfruttati pure per personalizzare gli annunci pubblicitari che vengono mostrati all’interno dell’App Store.

Allo stato attuale gli annunci personalizzati di Apple sono attivati ​​per impostazione predefinita e in genere la maggior parte degli utenti non si preoccupa di modificare tali impostazioni (le quali, tra le altre cose, non sono facilmente raggiungibili e non sono molto intuitive).

Se si considera che Apple si è sempre presentata come un’azienda incentrata sulla privacy, è piuttosto evidente che il sistema degli annunci predefiniti sia un po’ anomalo da questo punto di vista.

Di recente il colosso di Cupertino ha dovuto affrontare dei problemi con le autorità antitrust, a dire delle quali le richieste anti-tracciamento introdotte da iOS 14 sono apparse solo per le app di terze parti e non per quelle di Apple.

Probabilmente è proprio per risolvere tali problemi che il colosso di Cupertino ha deciso di introdurre le modifiche di iOS 15. Resta da capire se saranno sufficienti o se, al contrario, il produttore dovrà difendersi da nuove accuse.