Home Telefonia News Tutto quello che sappiamo su iPhone 13: date, prezzo, funzioni e anticipazioni

Tutto quello che sappiamo su iPhone 13: date, prezzo, funzioni e anticipazioni

0

Secondo le ultime indiscrezioni, ovviamente non confermate ufficialmente da Apple, la serie iPhone 13 sarà presentata il prossimo 14 settembre, con i primi modelli che potrebbero essere in vendita già a partire dal 24 settembre. Le tempistiche sono plausibili con quanto avvenuto in passato, con una presentazione verso metà settembre e il lancio entro un paio di settimane, con la sola eccezione dello scorso anno, quando la pandemia ha provocato forti ritardi produttivi.

Anche quest’anno dovrebbero essere quattro i modelli per cui, a poco più di due settimane dalla possibile presentazione, è giunto il momento di fare un rapido riepilogo di quello che sappiamo finora sulla serie iPhone 13 di Apple, compresi i possibili prezzi, le schede tecniche e molto altro.

Probabili prezzi di iPhone 13

Nonostante i probabili aumenti del costo di alcuni componenti, primo fra tutti il processore A15 di Apple, lo spostamento di una parte della produzione in India potrebbe contribuire a calmierare i prezzi, mantenendoli su livelli molto simili a quello dello scorso anno. Su queste basi PhoneArena ipotizza 699 dollari per iPhone 13 Mini, 799 dollari per iPhone 13, 999 dollari per iPhone 13 Pro e 1.099 dollari per iPhone 13 Pro Max. I prezzi sono ovviamente quelli di partenza, destinati a salire per le varianti con una maggiore quantità di spazio di archiviazione interna.

Non dovrebbero quindi variare in maniera significativa i prezzi sui mercati europei, anche se non possiamo escludere qualche ritocco verso l’alto.

iPhone 12S o iPhone 13

Da tempo si dibatte sul nome della prossima serie di iPhone, che visti gli aggiornamenti limitati potrebbe essere identificata come iPhone 12S. Qualcuno ipotizza che Apple voglia saltare la serie 13, un numero considerato sfortunato in molti Paesi occidentali, ma secondo alcune voci provenienti da partner della filiera produttiva sembra che la scelta ricadrà su iPhone 13, anche in considerazione del fatto che Apple non ha annunciato una serie 11S, passando direttamente da iPhone 11 a iPhone 12.

Le fotocamere di iPhone 13

Piccole ma significative novità sono attese anche sul comparto fotografico, con la fotocamera ultra grandangolare che dovrebbe avere un’apertura migliore rispetto al passato (f/1.8 contro f/2.4) e sui due modelli Pro dovremmo ritrovare lo zoom ottico. Per una lente periscopica è probabile invece che dovremo attendere il prossimo anno con iPhone 14.

Sono attesi sensori leggermente più grandi rispetto alla serie iPhone 12, il che comporterebbe una sporgenza leggermente superiore del modulo fotografico. Qualche novità dovrebbe arrivare anche nella parte frontale, con una fotocamera TrueDepth più stretta, che porterebbe a una riduzione del notch, che da alcuni anni contraddistingue il frontale degli iPhone.

La parte video potrebbe arricchirsi con una modalità Ritratto, con la possibilità di modificare la profondità di campo sui video registrati per riprodurre al meglio le scene catturate. Non dovrebbe mancare inoltre una modalità dedicata all’astro fotografia, per scattare foto del cielo stellato e della Luna.

Lo spazio di archiviazione su iPhone 13

Apple dovrebbe raddoppiare, ma solo sui modelli Pro e Pro Max, la capacità massima della memoria interna, destinata quindi a passare da 512 GB a 1 TB. Non ci sono invece dettagli per i due modelli più “economici” né tantomeno per quelli con tagli inferiori di memoria.

A quanto pare però i modelli con 1 TB di memoria interna arriveranno sul mercato solo in un secondo momento, probabilmente a causa delle difficoltà di approvvigionamento che stanno colpendo un po’ tutti i produttori, non solo quelli di smartphone.

Il design di iPhone 13

Dal punto di vista del design non sono attesi cambiamenti particolari: notch più piccolo (si parla di un 25% in meno), modulo fotocamera posteriore più ampio, sensori posti in diagonale e uno spesso aumentato, rispetto a iPhone 12, di 0,26 millimetri.

Apple dovrebbe utilizzare un vetro posteriore con una texture opaca, in grado di conferire un maggiore grip, mentre i magneti del sistema MagSafe dovrebbero essere ancora più potenti. Sono invece contrastanti le voci relative al ritorno del TouchID, che potrebbe essere posticipato, con una soluzione sotto al display, sulla serie del prossimo anno.

Sembra ancora troppo presto per un design portless, con Apple che starebbe studiando come realizzare la modalità di ripristino. La riduzione del notch, inoltre, sarebbe possibile spostando la capsula auricolare al di sotto del sistema FaceID, ma su questa indiscrezione ci sono pareri discordanti.

Apple dovrebbe sbizzarrirsi con le colorazioni, anche se non tutte saranno disponibili sui modelli “base”: la Matte Black, ad esempio, dovrebbe essere esclusiva per iPhone 13 Pro e Pro Max. Tra i colori previsti dovremmo trovare anche Rose Pink, Purple, Orange, Product Red, White, Yellow, Mint Green, Graphite, Gold e Silver, con alcune colorazioni, come Rose Gold e Sunset Gold riservate ai due modelli Pro.

Lo schermo di iPhone 13

Sono molti i rumor che ci hanno accompagnato negli ultimi mesi, ma non tutti si sono dimostrati veritieri, soprattutto per quanto riguarda lo schermo. La diagonale degli schermi dovrebbe rimanere sostanzialmente invariata, mentre sembra certa la presenza di pannelli con refresh a 120 Hz, almeno su iPhone 13 Pro e Pro Max, mentre i due modelli più piccoli dovrebbero continuare ad avere pannelli a 60 Hz.

Quasi certo anche l’arrivo della funzione Always-On, anche se le possibilità di personalizzazione dovrebbero essere particolarmente limitate: orologio e simbolo della ricarica, mentre le notifiche dovrebbero riportare esclusivamente le icone delle app. Questi invece i dati relativi alle probabili diagonali degli schermi:

  • iPhone 13 mini: schermo da 5,4 pollici (1080 x 2340 pixel) a 60Hz
  • iPhone 13: schermo da 6,1 pollici (1170 x 2532 pixel) a 60Hz
  • iPhone 13 Pro: schermo OLED da 6,1 pollici (1170 x 2532 pixel) a 120Hz
  • iPhone 13 Pro Max: schermo OLED da 6,7 pollici (1284 x 2778 pixel) a 120Hz

La batteria di iPhone 13

Secondo l’analista Ming-Chi Kuo, solitamente molto affidabile, Apple sarebbe riuscita a liberare spazio fisico all’interno della serie iPhone 13, aumentando quindi la capacità delle batterie. Unito a una maggiore efficienza energetica del chip A15 Bionic, la nuova serie dovrebbe offrire un’autonomia migliorata. In particolare queste dovrebbero essere le capacità (tra parentesi la capacità dei corrispettivi modelli nella serie precedente):

  • iPhone 13 mini – 2.406 mAh (2.207 mAh)
  • iPhone 13 – 3.095 mAh (2.815 mAh)
  • iPhone 13 Pro – 3.095 mAh (2.815 mAh)
  • iPhone 13 Pro Max – 4.352 mAh (3.687 mAh)

Con iPhone 13 potrebbe debuttare anche una nuova ricarica rapida a 25 watt, con un nuovo carica batterie da acquistare ancora una volta separatamente.

Funzioni e software di iPhone 13

È sicuro il supporto alle reti 5G, così come la presenza del chip A15 Bionic mentre, come anticipato in precedenza, il TouchID dovrebbe tornare nel 2022. Tra le novità potrebbe fare il suo debutto la ricarica wireless inversa, con un incremento anche della potenza di ricarica wireless, attualmente decisamente inferiore rispetto a molti smartphone Android.

Dal punto di vista software la nuova serie utilizzerà iOS 15, che arriverà anche su tutti i modelli compatibili nel corso delle prossime settimane, con tutte le novità illustrate nei mesi scorsi da Apple.

Questo era dunque un riepilogo delle novità che possiamo aspettarci da iPhone 13, che non dovrebbe quindi rappresentare un punto di rottura rispetto al passato. Maggiori novità potrebbero essere presenti nella serie iPhone 14, seguendo uno schema che Apple porta avanti da parecchio tempo. Scopriremo molto presto se le anticipazioni si sono rivelate esatte e se varrà la pena di acquistare i nuovi flagship Apple o se sarà il caso di attendere il 2022.