Home Smart Home Recensioni Recensione Ultenic U11, autonomia, ergonomia e quel pizzico di genialità che non...

Recensione Ultenic U11, autonomia, ergonomia e quel pizzico di genialità che non guasta

0

Recensione Ultenic U11 – Da qualche tempo gli aspirapolvere cordless hanno preso il sopravvento sui modelli a filo, grazie soprattutto a un noto produttore che ha sdoganato questa tecnologia. negli ultimi anni sono numerosi i produttori che hanno proposto una propria soluzione, più o meno valida, introducendo nel tempo funzioni sempre più evolute.

Ultenic è un produttore che abbina una qualità costruttiva elevata a un prezzo decisamente concorrenziale. Lo abbiamo già visto con l’aspirapolvere robot Ultenic T10 e la conferma arriva con Ultenic U11, un aspirapolvere cordless che a sorpresa si dimostra un pericoloso avversario per i modelli più blasonati.

L’ho provato per una decina di giorni, utilizzandolo principalmente in abbinamento a un aspirapolvere robot, ma anche da solo per pulire il mio studio e altre stanze di casa. Vi racconto come mi sono trovato e perché è uno dei modelli migliori che abbia provato.

Recensione Ultenic U11, autonomia, ergonomia e quel pizzico di genialità che non guasta 1

Design e caratteristiche

Ultenic U11 ha una linea decisamente slanciata, merito della scelta di collocare il serbatoio dello sporco davanti al motore e sopra al tubo di aspirazione. In questo modo l’impugnatura è compatta con la batteria posta davanti al tasto di accensione, scelta che bilancia molto bene il peso e rende maneggevole l’aspirapolvere.

Grazie al motore brushless da 25.000 PA di potenza (130.000 giri al minuto) è in grado di aspirare qualsiasi tipo di sporco, dal più piccolo al più ingombrante, senza particolari difficoltà. Lo sporco viene convogliato nel capiente contenitore trasparente, sganciabile premendo due tasti laterali e che può essere facilmente svuotato e lavato, per la massima igiene e pulizia.

Recensione Ultenic U11, autonomia, ergonomia e quel pizzico di genialità che non guasta 2

Nella parte superiore del contenitore della polvere è inserito il filtro a due elementi, in grado di catturare fino al 99,99% delle particelle espellendo aria pulita dalla parte posteriore. Nella confezione di vendita sono presenti una spazzola motorizzata, perfetta per qualsiasi tipo di superficie, con LED frontali per illuminare gli angoli più bui e vedere bene sporco e polvere, un beccuccio per le fessure e gli spigoli, una spazzola per divani e moquette e una piccola spazzola motorizzata per cuscini, divani e materassi.

È presente anche una soluzione molto particolare per la ricarica, ma ve ne parlo meglio nella sezione dedicata all’autonomia.

Ergonomia e funzioni

Ultenic U11 mi ha piacevolmente sorpreso per la sua versatilità, anche se non è esente da difetti. Il principale che ho riscontrato è dovuto a una caratteristica molto utile. L’aspirapolvere infatti si regge in piedi da solo, ottimo se dovete fermarvi e spostare una sedia o chiudere la porta. Non sarà necessario appoggiarlo a terra, visto che la spazzola si bloccherà impedendo all’aspirapolvere di cadere dalla verticale.

Quando però andrete a riprendere la pulizia sarà necessario tenere la spazzola con un piede e inclinare il tubo, altrimenti la spazzola rimarrà sollevata da terra. Questo “difetto”, a dire il vero, potrebbe risolversi con il tempo, con le giunture che andranno a indebolirsi rendendo più semplice l’utilizzo.

Per il resto Ultenic U11 è molto leggero (2,7 Kg) e grazie alla posizione del serbatoio può infilarsi anche sotto i mobili più bassi, senza alcun problema. La spazzola motorizzata è ben snodata e i quattro LED frontali sono indubbiamente utili per vedere eventuale sporco negli angoli più bui.

Recensione Ultenic U11, autonomia, ergonomia e quel pizzico di genialità che non guasta 3

Molto utili anche gli altri accessori, soprattutto per pulire letti e divani ma anche per la sedia o la scrivania dell’ufficio. Lo svuotamento è molto semplice, anche senza rimuovere il contenitore dal corpo macchina, basta staccare il tubo di prolunga, aprire il coperchio e svuotarlo nel bidoncino delle immondizie.

Tutti i filtri sono lavabili in acqua, basta ricordarsi di farli asciugare bene prima dii utilizzarli. In queste giornate molto calde li ho lavati e asciugati in poche ore, così da essere pronto ogni giorno per le pulizie. Tra gli accessori disponibili segnaliamo la batteria aggiuntiva, per avere una autonomia raddoppiata, un set di filtri HEPA, rulli di ricambio e una spazzola speciale per gli animali, dalla pulizia semplificata.

Particolarmente intelligente la scelta di un pulsante di accensione che non va tenuto premuto. Si preme e l’aspirapolvere si accende, con la spazzola che parte dopo circa un secondo. Una ulteriore pressione e la spazzola si ferma, mentre l’aspirapolvere continua ad aspirare per un paio di secondi. Anche in questo caso una trovata che potrei definire geniale, visto che evita che l’eventuale sporco raccolto dalla spazzola e ancora presente nei tubi, cada a terra, venendo invece aspirato immediatamente.

Recensione Ultenic U11, autonomia, ergonomia e quel pizzico di genialità che non guasta 4

Autonomia

Davvero niente male l’autonomia, grazie soprattutto alla modalità automatica che regola da sola la potenza di aspirazione. Nella parte posteriore del motore è presente uno schermo touch che permette di regolare la potenza su tre livelli, MAX, MIN e AUTO. Se con la modalità minima si raggiungono circa 50 minuti di autonomia, in linea con quanto affermato dal produttore, e con la modalità MAX l’autonomia crolla a circa 9 minuti, la modalità AUTO è la soluzione perfetta.

Recensione Ultenic U11, autonomia, ergonomia e quel pizzico di genialità che non guasta 5

 

Sia quando ho utilizzato Ultenic U11 per pulire gli angoli e dietro le porte, per pulire con il robottino, sia quando ho deciso di pulire tutte le stanze a mano, non ho avuto alcun problema, riuscendo ad arrivare molto vicino ai 50 minuti. Nella maggior parte dei casi infatti l’aspirapolvere rimane alla minima potenza e aumenta solo in presenza di sporco o di tappeti (l’ho provato sull’unico tappeto in bagno).

La ricarica completa richiede poco meno di tre ore e avviene in due modi. È possibile rimuovere la batteria (e nel caso di grandi abitazioni potete acquistarne una seconda per raddoppiare l’autonomia) e collegarla al caricabatterie, o posizionare l’aspirapolvere sul supporto da pavimento.

Non sarà infatti necessario utilizzare un trapano per i classici fori sul muro, visto che Ultenic U11 viene fornito con un supporto da pavimento dotato di staffe per gli accessori e al quale collegare il caricabatterie. In questo modo potrete posizionarlo dove vi viene più comodo o, se avete un’abitazione su più piani, spostarlo da un piano all’altro a seconda delle necessità.

Una scelta davvero intelligente, che non vi vincolerà a tenere l’aspirapolvere in una determinata stanza e non richiederà fori aggiuntivi qualora decideste di spostarlo in un altro ambiente per la ricarica.

Recensione Ultenic U11, autonomia, ergonomia e quel pizzico di genialità che non guasta 10

Conclusioni

Senza ombra di dubbio Ultenic U11 è uno dei migliori aspirapolvere cordless che abbia provato, sia per la sua autonomia sia per la maneggevolezza. Le scelte di design sono sempre azzeccate, a partire dalla batteria rimovibile che ne allunga indubbiamente la vita utile, ma anche il supporto da pavimento è decisamente azzeccato, visto che non richiede fori a parete e consente di posizionarlo in qualsiasi stanza, a patto di avere una presa di corrente nelle vicinanze.

Potete acquistare Ultenic U11 a 149 euro invece di 199 euro spuntando la casella nella pagina Amazon (per scontare 20 euro) e utilizzando il coupon PDULTU11 per togliere altri 30 euro, il tutto solo fino a domenica 20 giugno. Si tratta di un’ottima occasione e se temete di trovare di meglio durante il Prime Day, nessun problema. Il prezzo rimarrà il medesimo (senza necessità di coupon o codici) anche nei due giorni della festa Amazon. A seguire il link per l’acquisto.

Acquista Ultenic U11 su Amazon a 149 euro