Home Wearable Smartwatch Il Tamagotchi è tornato ancora e stavolta sta nello smartwatch

Il Tamagotchi è tornato ancora e stavolta sta nello smartwatch

0
Tamagotchi Smart

Nel 2021 il popolare (per i meno giovani, ovviamente) Tamagotchi compie ben 25 anni e per l’occasione l’iconico gioco è in arrivo sul mercato sotto una nuova veste: ci riferiamo a Tamagotchi Smart.

Ebbene sì, dal noto uovo questa volta esce una sorta di smartwtach, pensato per essere indossato come un normale orologio e fare compagnia all’utente durante tutta la giornata.

Il nuovo Tamagotchi è un orologio al passo coi tempi

Ovviamente sono passati tanti anni dal primo modello di questo gioco che ha fatto impazzire tantissime persone in ogni parte del Pianeta ed è normale che questa nuova versione si adegui ai progressi compiuti dalla tecnologia mobile: e così non c’è da stupirsi più di tanto se tra le sue feature vi saranno il supporto alla voce (non vi sarà il riconoscimento vocale ma sarà possibile svegliare il proprio animaletto con la voce) e l’interazione basata su un display touch (sarà possibile, per esempio, svegliare il proprio “cucciolo” con una carezza).

Il produttore rende noto che ogni Tamagotchi Smart include anche nuovi personaggi di cui gli utenti dovranno prendersi cura e che dovranno controllare.

Bandai venderà inoltre delle carte “TamaSma”, che potranno essere usate per caricare sul proprio Tamagotchi dei personaggi e degli oggetti esclusivi.

Tamagotchi Smart potrà anche essere usato come un semplice orologio e permetterà di tenere il conto dei passi effettuati mentre non è chiaro se supporterà pure la riproduzione musicale.

L’esordio ufficiale sul mercato è in programma per novembre, quando Tamagotchi Smart sarà lanciato in Giappone ad un prezzo pari, al cambio, a circa 50 euro. Al momento non vi sono informazioni su una possibile sua commercializzazione a livello internazionale.

Ricordiamo che Amazon Prime Day si avvicina e potete aggiungere ai preferiti la pagina sulle offerte Prime Day smartwatch, in modo da essere pronti il 21 e il 22 giugno.

Leggi anche: i migliori smartwatch con e senza Wear OS