Home Computer News Quest'estate potremmo vedere un MacBook Pro ridisegnato, a 360 gradi

Quest’estate potremmo vedere un MacBook Pro ridisegnato, a 360 gradi

0
Apple Macbook Pro M1

Nuovi rumor vedono protagonisti i prossimi MacBook Pro di Apple, che secondo Bloomberg dovrebbero subire un redesign ed essere provvisti di un nuovo processore Apple Silicon, molto atteso dal pubblico e dagli appassionati per vedere dove l’azienda di Cupertino si può spingere con le prestazioni di un chip basato su ARM. Questi nuovi device dovrebbero arrivare quest’estate e il setup dei nuovi chip Apple Silicon dovrebbe prevedere due core ad alta efficienza accoppiati ad otto core ad alte prestazioni per quanto riguarda la CPU mentre la GPU dovrebbe essere dotata da 16 o 32 core a seconda delle varianti.

Nello specifico, i core ad alte prestazioni dovrebbero essere stressati maggiormente nel caso in cui si compiano operazioni particolarmente intensive mentre gli altri due core ad alta efficienza servono a compiere task basilari, che non richiedono particolare potenza di calcolo. Al momento il tanto apprezzato chip M1 è dotato di 8 core, divisi però in maniera differente rispetto al presunto prossimo chip di Apple, avendo quattro core ad alte prestazioni e quattro ad alta efficienza.

Apple Macbook Pro M1

Il rumor riportato da Bloomberg paventa anche l’utilizzo di un miglior Neural Engine che andrebbe a migliorare le prestazioni di tutto ciò che usufruisce del machine learning. I codename per questi nuovi processori Apple Silicon sono Jade C-Chop e Jade C-Die, i quali variano, come detto, per il setup dei core GPU. I nuovi processori dovrebbero offrire fino a 64 GB di RAM, rispetto ai “soli” 16 GB di M1. Altre aggiunte molto importanti dovrebbero essere più porte Thunderbolt, una porta HDMI, uno slot per le card di memoria SD e il ritorno della tanto amata tecnologia MagSafe per caricare i nuovi device.

Anche MacBook Pro da 13″ dovrebbe ricevere un piccolo refresh grazie al successore del chip M1. Questo SoC dovrebbe avere specifiche molto simili a M1 ma con frequenze di clock più alte per garantire migliori prestazioni. Anche il numero di core GPU dovrebbe aumentare, ma non ci sono certezze a riguardo.

Intanto proprio in queste ore MacBook Pro M1 è in offerta su Amazon, in attesa di Amazon Prime Day che seguiremo assieme per consigliarvi le migliori offerte dell’evento.