come attivare windows 10

Se state cercando una guida su come attivare Windows 10, sappiate che siete arrivati nel posto giusto: può capitare, dopo l’acquisto di un nuovo PC o il ripristino di una configurazione hardware di avere la necessità di attivare tutte le funzionalità di Windows 10.

Attivare WIndows 10

Windows 10 infatti mostra un watermark nell’angolo sinistro dello schermo, onnipresente in qualunque scenario e finestra, anche nei giochi a tutto schermo, che chiede con insistenza di attivare la copia di Windows. Al giorno d’oggi sempre più spesso può capitare di rimodernare vecchi PC o acquistare nuovi componenti, e di ritrovarsi senza il codice prodotto o una licenza Windows 10.

attivare windows 10 licenza

Questo accade anche perché il Windows 10 Product Key  è scritto nel BIOS, all’interno delle schede madri. In questi casi, durante l’installazione del software, all’utente non verrà neanche richiesto di inserire il codice prodotto, se viene scelta la versione idonea con il codice prodotto installato: non è possibile ad esempio utilizzare il product key per Windows 10 Home per installare la versione Pro, e viceversa.

Nei prossimi paragrafi spiegheremo dettagliatamente l’attivazione Windows 10 utilizzando gli unici due metodi ufficiali supportati da Microsoft; esiste anche un terzo metodo, illegale, che illustreremo soltanto per completezza, esulando però dal rilasciare link ad esso connessi a causa dei rischi legati alla privacy degli utenti e all’utilizzo di questi software illegali.

Cos’è il Product Key?

Il codice prodotto Windows 10 è un codice alfanumerico composto da 25 cifre nel formato PRODUCT KEY: XXXXX-XXXXX-XXXXX-XXXXX-XXXXX, dove al posto delle X sono presenti lettere dell’alfabeto e numeri.

Come attivare Windows 10: tutti i metodi per farlo 1

Quando si acquista un computer con a bordo Windows 10 preinstallato solitamente, sullo chassis del PC oppure insieme con la documentazione, è presente uno sticker con il codice prodotto Windows, utile in caso di reinstallazione o se vogliamo riutilizzare la chiave per installare il software in un altro PC, con una configurazione hardware differente.

Esistono molti metodi differenti per entrare in possesso di un codice prodotto, ma quello principale e più comunemente utilizzato consiste nell’acquisto da uno dei canali ufficiali di distribuzione di Windows 10, ovvero il Microsoft Store. Anche Amazon e le catene di elettronica come Unieuro sono luoghi eccellenti per poter acquistare una licenza Windows.

Parallelamente, esiste anche il mercato delle licenze Windows ESD: si tratta di software distribuito elettronicamente, spesso riciclato da settori dove non ha più un utilizzo. Molti codici prodotto di Windows arrivano ad esempio da computer dismessi da aziende, uffici pubblici, scuole: aziende specializzate recuperano i Product Key e li rimettono in vendita nel mercato dell’usato, ad esempio su eBay, dove è possibile trovare licenze per Windows 10 perfettamente funzionanti a meno di 5€, il tutto in modo perfettamente legale.

Per lo stesso principio, gli stessi utenti potrebbero recuperare una licenza Windows 10 da un computer dismesso, più o meno recente: Microsoft ha pensato bene di consentire agli utilizzatori di Windows 8 di effettuare l’update gratuito a Windows 10, pertanto anche i vecchi PC con a bordo la versione meno recente del sistema operativo possono essere utilizzati per riciclare una licenza.

Attivare Windows 10 con codice prodotto

La procedura di attivazione permette la verifica della licenza Windows, assicurando che quest’ultima sia originale e idonea all’utilizzo sul dispositivo. Ogni licenza ha un numero massimo di dispositivi su cui può essere installata: superare il limite significa non essere in grado di poter attivare Windows 10 sul PC.

Il metodo di attivazione più utilizzato per la licenza Windows 10 è attraverso l’inserimento di un codice Product Key di 25 caratteri alfanumerici: è il caso in cui la copia di Windows 10 proviene da un rivenditore autorizzato, fa parte di un contratto multilicenza o abbonamento MSDN, oppure quando viene acquistato un dispositivo nuovo o ricondizionato con a bordo Windows 10.

Attivare WIndows 10 codice prodotto product key

Il codice viene solitamente richiesto in fase di installazione, ma se ciò non accade dovremo immettere il Windows 10 Product Key manualmente, una volta terminata l’installazione:

  • Premere il pulsante Start
  • Cliccare su Aggiornamento e Sicurezza
  • Andare sul tab Attivazione
  • Premere su Aggiorna codice Product Key
  • Cliccare su Cambia codice Product Key

Ricordiamo che Windows verrà attivato durante l’inserimento del codice della licenza soltanto se il dispositivo è collegato ad Internet: in caso contrario dovremo attendere il collegamento ad Internet per attivare definitivamente la nostra copia di Windows 10.

Attivare Windows 10 con licenza digitale

Un altro metodo per attivare una copia di Windows 10 è tramite l’utilizzo di una licenza digitale: questa è associata sia all’hardware utilizzato, ovvero al dispositivo su cui gira Windows 10, sia all’account Microsoft. Una licenza digitale ha una praticità senza eguali: invece di ricordare il codice Product Key di 25 cifre da inserire ogni volta, basterà inserire le credenziali dell’account Microsoft.

Effettuare il login su PC con a bordo Windows 10 dona comunque molti vantaggi, a partire dalla possibilità di condividere le modifiche apportate sul desktop e in alcune app di sistema su PC differenti con lo stesso account: la licenza digitale è soltanto la ciliegina sulla torta delle potenzialità che offre Microsoft per i propri utenti.

Attivare Windows 10 Licenza digitale

Per poter utilizzare una licenza digitale e attivare Windows 10 basterà eseguire l’accesso con le proprio credenziali una volta terminata l’installazione del sistema operativo: quando viene effettuato l’accesso con l’account Microsoft e ci si connette ad Internet per la prima volta verrà automaticamente effettuata l’attivazione.

Concludiamo esponendo un ulteriore vantaggio che deriva dall’utilizzo di una licenza digitale: quando viene apportata una modifica hardware significativa, ad esempio la sostituzione di un componente fondamentale come la scheda madre, Windows 10 potrebbe non essere più attivabile tramite Product Key. Con una licenza digitale questo problema non si pone, in quanto lo strumento Risoluzione dei Problemi, disponibile dalla versione 1607 di Windows 10, permette di attivare Windows anche dopo un cambio significativo delle componenti hardware del sistema.

Attivare Windows 10 con KMS

Arriviamo infine ad un capitolo spinoso, ovvero alla possibilità di attivare Windows 10 con KMS, un metodo illegale e fortemente sconsigliato, ma che qui inseriamo per una questione di completezza. KMS è una sigla che sta per Key Management Service, ed è un servizio di attivazione che permette alle aziende di attivare i computer della propria rete senza che questi debbano essere collegati alla rete Internet, e quindi ai server di Microsoft.

Attivare Windows 10 KMS

Si tratta di uno strumento nato per l’utilizzo in ambito aziendale, che però è diventato di largo utilizzo, opportunamente modificato, in quanto permette di attivare temporaneamente le copie di Windows 10 senza la necessità di possedere una licenza valida. Inutile dire che attivare Windows 10 con KMS è un atto di pirateria che espone a rischi ben più gravi: molto spesso non è possibile stabilire la provenienza del software KMS utilizzato per ingannare Windows 10, e malintenzionati potrebbero inserire al suo interno un malware, che finirebbe col minare alla base le difese del sistema operativo.

Attivare Windows 10 con KMS è quindi un metodo valido, ma che espone a rischi inutili e a macchinose complicazioni: con le licenze ESD disponibili a meno di 5€, non ci sono davvero scuse per utilizzare copie piratate di Windows.

Potrebbe interessarti: come installare Windows 10