Cultura Tech

La prima Smart City d’Italia è Cagliari

Smart City

Molto spesso ci riferiamo alle reti 5G come lo strumento definitivo per proiettare le nostre città nel futuro (Smart City), con tutta la gestione del traffico, dei semafori, delle auto a guida autonoma, delle luci e della sicurezza passante attraverso il 5G. Tuttavia, ciò che non pensiamo mai è ai computer che sfrutteranno tali dati per fornirci un’esperienza migliore di vita in città. Ed è proprio in questa prospettiva che è nato il “Supercervellone Huawei” in Sardegna.

In realtà termine tecnico per descrivere questo sistema di computer di nuova generazione è IOC o Intelligence Operation Center (anche se Supercervellone Huawei suona meglio). Esso è stato messo a punto nel Joint Innovation Center di Pula da Huawei e Crs4, frutto dell’accordo firmato 3 anni fa dalla Regione e dalla società cinese.

Il progetto prevede un periodo di sperimentazione a Cagliari prima di, eventualmente, espandere le capacità della rete a ulteriori città. Cagliari in pratica sta facendo da progetto pilota per le Smart City in Europa.

Le prime applicazioni relative alla Smart City, in particolare quelle su traffico e affollamento, sono già operative a Cagliari e passano attraverso 25 telecamere, 92 stazioni del traffico, 23 sensori di parcheggio.

Il laboratorio sta facendo cose importantissime per l’intera Sardegna – ha detto il governatore sardo Francesco Pigliaru – abbiamo bisogno di creare professionalità intorno a questo concetto dell’essere intelligenti, che è fondamentale per migliorare la vita quotidiana“.

È un sistema che non esiste in Europa, l’unico si trova qui a Cagliari. E nel Joint Innovation Center di Pula verranno da tutta Europa a imparare cosa stiamo facendo” ha continuato il vice governatore Raffaele Paci.

Fonte: Ansa

Comments

TuttoTech, il tuo nuovo punto di riferimento per la tecnologia

2018 © TuttoTech.net di Mikhael Costa - MK Media S.r.l. c.r. - P.Iva: 08123000963 Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari.

To Top