Esattamente come vi avevamo preannunciato qualche giorno fa, oggi Facebook ha annunciato ufficialmente i progetti Libra e Calibra. La prima è una criptovaluta mentre il secondo è il wallet digitale che permetterà di tenere traccia del proprio saldo e di gestire le transazioni.

Una cosa molto importante da sottolineare è che Libra non sarà la criptovaluta Facebook, ma dell’organizzazione no-profit Libra Association. Di fatto, Facebook ha collaborato con 27 altre aziende fra cui Iliad, Spotify, Mastercard, Vodafone, PayPal, Lyft, eBay, Booking, Uber e Visa per mettere in piedi la Libra Association.

Offerta

HONOR 200 8/256GB

Coupon: ATUTTOANDROID150 + Sconto permuta, click in pagina (anche se non hai uno smartphone usato)

399€ invece di 599€
-33%

https://www.facebook.com/zuck/posts/10107693323579671

Seppur ogni membro dell’associazione ha un singolo diritto di voto, di fatto Facebook ne ha due, dal momento che Calibra è di fatto un’azienda creata da Facebook e facente parte dell’associazione.

L’obiettivo, in concreto, è migliorare l’inclusività finanziaria e fare al trasferimento di valori e pagamenti ciò che internet ha fatto al trasferimento di comunicazioni e informazione. – ha dichiarato Dante Disparte, responsabile di policy e comunicazioni, Libra Association.

Perché Facebook ha contribuito a creare una criptomoneta

L’obiettivo principale di Libra è quello di garantire l’accesso a una gestione economica semplice ed economica alle popolazioni in via di sviluppo. Il colosso dei social network stima che vi sia circa il 31% della popolazione mondiale, ovvero 1,7 miliardi di persone, che non può affidare le proprie finanze e un sistema bancario perché troppo costoso.

In altre parole, la creazione di Libra e Calibra va a insinuarsi nel più grande piano che prevede di portare connettività internet a buon mercato attraverso l’utilizzo di cubesat in orbita intorno alla Terra.

Libra è open source ma i profitti di Facebook deriveranno da Calibra

Facebook annuncia Libra e Calibra: nuova criptovaluta e wallet in arrivo entro il 2020 4

Seppur il principale sistema per controllare e gestire il conto e i pagamenti mediante la criptovaluta sia la piattaforma Calibra che sarà messa a disposizione sia sulle app Messenger, WhatsApp e Instagram che come app a se stanti su Android e iOS (magari sfruttando il framework Cryptokit di iOS 13), Facebook ha provveduto a rendere open-source con licenza Apache 2.0 la blockchain alla base di Libra. Ciò permetterà a qualsiasi sviluppatore di scaricarne il codice e creare il proprio wallet da poter distribuire sotto dorma di sito web o app mobile.

Tuttavia Facebook ha grandi progetti per Calibra. Nei piani del colosso c’è quello di renderla una piattaforma disponibile e accettata su qualsiasi servizio e negozio, sia esso online o offline. Di fatto, mira a sostituire Mastercard e Visa (che hanno i loro piani per far fiorire il proprio mercato con Libra) come sistema di scambio di denaro a livello mondiale.

Perché Libra sarà più stabile del Bitcoin

La principale paura che hanno le persone del Bitcoin, di Ethereum o delle criprovalute in generale è la loro volatilità, con il valore che può oscillare di parecchi punti percentuali da un giorno all’altro. Al fine di stabilizzare la cosa e quindi renderla più simile alle monete tradizionali, la Libra Association ha deciso di legare il valore della criptomoneta a una riserva di asset finanziari concreti.

Offerta

Apple iPad Pro 11'' (M4)

Ddisplay Ultra Retina XDR, 512GB, fotocamera frontale orizzontale da 12MP, fotocamera posteriore da 12MP, scanner LiDAR, Wi-Fi 6E

1199€ invece di 1469€
-18%

Si tratterà sempre di una moneta virtuale decentralizzata basata su blockchain ma con il vantaggio di avere il supporto di grandi aziende di livello mondiale, oltre che eventualmente di banche e istituzioni.