Nuovo concept di iPhone 12 mostra un display totalmente borderless

Ormai gli iPhone 11 sono storia vecchia, e tutti i fan del brand e gli entusiasti della tecnologia stanno già guardando al nuovo iPhone 12, in arrivo nel 2020. Perché, secondo le ultime indiscrezioni trapelate in rete, potrebbe essere l’iPhone più iconico ed innovativo di sempre.

Un nuovo design o ritorno al passato?

Cominciamo a parlare del design, che dovrebbe essere molto differente da quello a cui siamo abituati oggi. I neo-presentati iPhone 11 non differiscono troppo, per linguaggio stilistico, rispetto ad iPhone X presentato tre anni fa. Rimane sempre il grande notch, contenente tutta la sensoristica necessaria al funzionamento del sistema True Depth e del Face ID, ma sappiamo che Apple potrebbe muoversi in un’altra direzione.

Come l’analisti Ming-Chi Kuo ha ripetuto più volte, il prossimo iPhone 2020 o iPhone 12 potrebbe rivelare molte sorprese per il suo design, a partire da sensori integrati all’interno della cornice superiore, oltre ad un sensore d’impronta posto sotto al display. Tutto questo dipende anche dalla maturità della tecnologia: Apple implementerà il Touch ID nel display solo quando potrà garantire la sua affidabilità e sicurezza, due pietre miliari che ripropone sempre nei suoi prodotti.

Connettività 5G su iPhone 12

Si preannuncia anche l’anno del 5G, con design antenne rinnovato: più grandi, per essere in grado di recepire un segnale migliore per le nuove frequenze a banda larga. Tutto questo avrà un costo non indifferente per l’azienda, tanto da far ipotizzare un rincaro fino al 35% in più dei costi di produzione per iPhone 12.

Ma veniamo all’ultimo concept trovato in rete: questa volta il video concept di iPhone 12 è stato realizzato dal canale YouTube ConceptsiPhone. Sebbene sia interessato considerare la visione del designer per la prossima generazione di smartphone targati Apple, il risultato finale non sembra essere rifinito o realistico rispetto ad altri concept visti in passato dallo stesso autore.

Cominciamo col dire che il design si ispira molto al vecchio iPhone 5, e c’è un valido motivo: Kuo ha più volte ribadito che ritroveremo i bordi in metallo come su iPhone 4 nel prossimo modello di iPhone 20, così come dovremmo aspettarci tre versioni da 5.4″, 6.1″ e 6.7″ di diagonale display.

Display 4K a 120Hz e senza notch (finalmente)

Nel video concept troviamo un display completamente borderless, modello full screen o a schermo pieno potremmo dire, con i sensori TrueDepth nascosti sotto il display. È una tecnologia estremamente innovativa, che potrebbe equipaggiare gli smartphone di nuova generazione. La prima azienda a presentare uno smartphone completamente funzionante con fotocamera sotto il display è stata Oppo.

Il notch quindi scompare dalla scena, per lasciare spazio a cornici sottilissime, su tutti e quattro i lati. Ai fini pratici questa soluzione è molto scomoda, specialmente per la cornice inferiore: bordi troppo sottili potrebbero portare all’attivazione involontaria del display, e ad una ridotta ergonomia.

Altro dettaglio un po’ fuori posto è il display, con specifiche da capogiro: risoluzione 4K e refresh rate da 120Hz. Ora, abbiamo visto display 4K su smartphone Sony, e un refresh rate di 120Hz sugli smartphone targati Razer, ma combinare insieme le due tecnologie su di un pannello OLED, quelli che solitamente vengono utilizzati per gli iPhone di fascia alta, sembra essere un azzardo troppo grande. Specialmente visto che parliamo di Apple, un’azienda che non si è mai spinta troppo per quanto riguarda le specifiche tecniche, tanto è vero che iPhone XR e iPhone 11 sono dotati di un display con risoluzione inferiore al Full-HD, proprio perché l’azienda ritiene la risoluzione sufficiente a non distinguere i pixel ad occhio nudo.

Avere un display 4K su di una diagonale piccola come quella degli smartphone Apple è un po’ come uccidere una mosca con un bazooka. La densità di pixel è talmente elevata che dopo una certa soglia, a meno di non tenere lo schermo a 5 centimetri di distanza dai nostri occhi, la risoluzione diventa indistinguibile. La batteria invece soffrirebbe enormemente, sia perché il display sarebbe più energivoro, sia perché processore e GPU dovrebbero sforzarsi per muovere una mole di pixel quattro volte superiore al Full-HD.

Ma è un concept, quindi possiamo permetterci di sognare, solo che siamo fermamente convinti che non vedremo specifiche del genere nei prodotti Apple ancora per molto tempo, non fino a quando forniranno davvero un vantaggio competitivo alla serie di dispositivi iPhone.

Quadrupla fotocamera posteriore, di cui una 3D

Altra feature innovativa che fa la sua comparsa nel video sarebbe la presenza di quattro fotocamere poste sul retro: 3 da 16 Megapixel, corrispondenti alle attuali utilizzate in iPhone 11 Pro e iPhone 11 Pro Max, ed una fotocamera 3D per poter abilitare effetti in realtà aumentata e calcolare in modo ancora più efficace la profondità di campo della scena.

Non sappiamo se una o più delle novità presenti in questo concept saranno presenti sul prossimo iPhone 12. Noi continueremo a tenervi aggiornati sulle ultime novità ed informazioni.