ZTE IoT 5G

Con il 5G all’orizzonte, è previsto che ci saranno oltre 50 miliardi di dispositivi connessi in tutto il mondo entro il 2020. La commercializzazione su larga scala del 5G permetterà velocità più elevate, bassa latenza e larghezza di banda elevata, e con essa, l’evoluzione dell’IoT. L’evoluzione congiunta dei due settori rappresenta una possibilità di crescita molto elevata per le aziende e, a tale proposito, ZTE ha annunciato, presso il MWC 2019, diversi nuovi prodotti che vanno tutti in tale direzione.

Come ZTE intende conquistare il mondo dell'IoT sfruttando anche il 5G 1

Nello specifico, ZTE ha annunciato il 5G Indoor CPE, ovvero un modem di nuova generazione che supporta la più recente tecnologia di accesso Wi-Fi 6 (802.11ax) e fornisce una porta di rete Ethernet 10G con velocità di download che si avvicinano a 2 Gbps.

Il colosso cinese ha poi annunciato i campi di ricerca su cui si focalizzerà per sviluppare la sua piattaforma IoT legata al 5G. Tali ambiti di ricerca sono stati individuati in “persona“, “famiglia” e “guida“. In “persona”, ZTE sta lavorando a tracker progettati per persone vulnerabili, come bambini, anziani o animali domestici, o per oggetti persi di frequente come i bagagli. L’obiettivo è poter mandare avvisi in tempo reale in modo da proteggere gli utenti da emergenze o perdite.

Nel campo “famiglia” ZTE sta affinando il CPE 5G, gli smart speaker AI e le videocamere AI, i quali miglioreranno la sicurezza domestica. ZTE sta inoltre dando priorità al futuro della mobilità (campo “guida”), fornendo canali intelligenti collegati che facilitano i prodotti ADAS come Dashcam, e-call e altro ancora.

É bene specificare che, seppur presente nel mercato consumer, ZTE fa del mercato B2B il suo cavallo di battaglia e non ci stupiremmo se non vedremo mai queste nuove tecnologie col brand ZTE ma con il brand dei vari partner che le avranno in licenza.