macbook pro 5g

Secondo le ultime indiscrezioni Apple potrebbe avere in mente di lanciare sul mercato un MacBook Pro dotato di modem per la connettività 5G entro la fine del prossimo anno.

Anche se si tratta di indiscrezioni che potrebbero o non trovare fondamento concreto, Apple non è la sola azienda che ha destato sospetti a causa di approvvigionamenti “sospetti” sulla tecnologia 5G: anche Dell e HP sarebbero sulla stessa strada secondo un report di DigiTimes, con i primi portatili dotati di modem 5G che potrebbero vedere la luce entro la fine dell’anno.

Sempre secondo il report, Apple avrebbe già finalizzato il design di questo nuovo membro della famiglia MacBook Pro, ma aspetterà la fine del 2020 per arrivare sul mercato. Forse il ritardo è dovuto in parte all’acquisizione recente della divisione modem di Intel per un miliardo di dollari, che potrebbe sicuramente rivelarsi un’arma vincente per lo sviluppo di un modem proprietario dalle performance superiori alla concorrenza.

Bisogna però fare alcune considerazioni: la tecnologia 5G si divide fondalmente in due gruppi di frequenza, uno al di sotto della soglia dei 6GHz e uno superiore. Il segnale 5G ad alta frequenza è molto suscettibile a qualsiasi ostacolo presente sul suo percorso, molto più dello spettro d’onde a frequenza inferiore: materiali come plastica o alluminio potrebbero rendere il segnale 5G inutilizzabile, per cui potrebbero volerci molte antenne realizzate in ceramica e disseminate lungo l’intero chassis del nuovo MacBook per sopperire a questo problema, e potrebbe fare lo stesso con i nuovi iPhone il prossimo anno.

Se bisogna dare un plauso ad Apple è sicuramente quello di spremere l’hardware a disposizione quando il team di progettazione e realizzazione lavorano a stretto contatto, come nel caso della realizzazione del processore A12 Bionic, al momento imbattuto per perfomance nel panorama smartphone/mobile.

Un modem sviluppato in-house potrebbe dare ad Apple un vantaggio non da poco sulla concorrenza, anche se bisognerà aspettare un po’ per vedere il primo MacBook Pro dotato di modem 5G in commercio. Vi ricordiamo però che al momento si tratta di indiscrezioni, e nonostante la fonte delle informazioni analizzi in modo costante i flussi di scambio all’interno della supply chain, non possiamo ritenerla attendibile al 100%, per cui tenete a bada la scimmia fino a quando non avremo informazioni più certe circa la possibilità di un MacBook Pro 5G.