mi-watch-tt-6

Dopo essere stato annunciato in Cina, Xiaomi Mi Watch è arrivato anche nel mercato europeo. Le aspettative erano decisamente elevate ma a quanto parte l’azienda cinese ha deciso di portare il Mi Watch Coloro nel nostro paese semplicemente rinominandolo. Rispetto alla variante Lite, questo smartwatch aggiunge qualche specifica e in un certo senso in questa recensione andremo a capire quale potrebbe aver senso comprare e quale no.

3 giorni con Xiaomi Mi Watch – Video

Com’è fatto Xiaomi Mi Watch

Xiaomi Mi Watch è lo smartwatch premium del produttore cinese, ed effettivamente vi basta dargli un rapido sguardo per capire che nulla è lasciato al caso. La qualità costruttiva è elevatissima, a partire dalla cassa in policarbonato fino ad arrivare al bellissimo quadrante circolare. Nonostante sia grandicello da tenere al polso il suo peso è tutt’altro che esagerato. I suoi soli 32 grammi lo rendono infatti il compagno ideale per il tempo libero o per l’attività sportiva.

Fate però molta attenzione a quanto stringete il cinturino, potrebbe darvi fastidio. Questo aspetto è forse l’unico cruccio relativo alla qualità costruttiva, è davvero un peccato non aver incluso in confezione qualcosa di qualità superiore. Il feeling è infatti “plasticoso” e la finitura è da smartwatch decisamente troppo cheap. Il problema fortunatamente è di facile risoluzione, basta acquistarne uno nuovo e sfruttare il comodo meccanismo per sostituirlo.

Sul bordo laterale della cassa sono presenti due tasti, uno home e uno sport. Quest’ultimo differisce da quello home per una finitura color arancio che ritroviamo anche vicino alla scritta. L’orologio è poi dotato di resistenza ad acqua e polvere, ma specialmente alle immersioni fino ad un massimo di 5 ATM. Il reparto sensoristico di Xiaomi Mi Watch è davvero invidiabile, troviamo infatti: sensore per il battito cardiaco, sensore di luminosità, controllo dei livelli di stress, controllo ossigenazione del sangue, controllo del sonno, livelli di stress e addirittura GPS.

Il display di questo smartwatch è poi un vero e proprio gioellino, favorendone la visuale sotto fonti luminose dirette. Si tratta di un 1,39″ di tipo AMOLED con una risoluzione di 454 x 454 pixel con un livello di luminosità davvero esagerata, a patto chiaramente di impostarla manualmente. Il sensore è infatti troppo conservativo a beneficio dell’autonomia.

Connettività

Xiaomi Mi Watch è un campione a livello di connettività. Troviamo infatti il Bluetooth 5.0 e la presenza del GPS / A-GPS e Glonass. Chiaramente quest’ultimo è di tipo stand-alone, il che significa che non ci servirà lo smartphone per per rilevare i nostri percorsi durante l’attività sportiva. Il Fix è super veloce e preciso che in ambito urbano, quindi sotto questo punto di vista ci sentiamo di promuoverlo a pieni voti.

Funzioni Smart / Sportive

Pur essendo uno smartwatch Xiaomi Mi Watch non brilla certamente per il suo carattere “smart”. Il sistema operativo è infatti proprietario del produttore cinese e vi fa rinunciare quindi al ben più completo WearOS. La navigazione nei menù è affidata come spesso accade a comode gesture che ci permettono di muoverci agilmente e velocemente. Con uno swipe dal basso verso l’alto potremo ad esempio aprire i toggle rapidi mentre con uno swipe verso il basso si apriranno le notifiche. Queste sono visualizzate decisamente meglio rispetto al Mi Watch Lite, ma nonostante si leggano bene e vengano mostrate anche le emoticon non possono essere risposte.

mi-watch-tt-5

Ci saremmo aspettati qualche risposta rapida o a dettatura vocale con un display così grande e invece no. Purtroppo un’altra scelta ingloriosa è quella di lasciare le icone del menù quadrate, esattamente come quelle della versione Lite, non sfruttando a pieno gli spazi e disturbando la fruizione della UI. Con uno swipe verso destra o verso sinistra potremmo accedere al monitoraggio delle nostre funzioni vitali, come ad esempio il rilevamento del battito o dell’ossigenazione del sangue.

Il cuore di questo Mi Watch è decisamente sportivo e questo è ben visibile dalle 110 modalità di allenamento presenti. E’ presente qualsiasi tipo di sport, anche quelli più impensabili, divisi per categoria e per luogo. Ci saranno infatti gli sport da esterno, gli sport da interno e addirittura gli sport acquatici.

Autonomia

La batteria all’interno di Mi Watch è da ben 420 mAh che stando ai dati forniti dal produttore ci dovrebbe spingere oltre i 15 giorni di uso intensivo. Quello che è chiaro dopo circa tre giorni è che lui non vuole scaricarsi e che nonostante un aggiornamento di sistema ha consumato un 10% scarso della sua carica. Chiaramente questi risultati variano con il nostro uso, è quindi chiaro che facendo un uso intensivo del GPS e del rilevamento del battito la musica potrebbe cambiare.

mi-watch-tt-6

In conclusione

Visto l’hype che circondava Xiaomi Mi Watch ci saremmo decisamente aspettati di più. Non è assolutamente uno smartwatch da evitare, anzi, ma le differenze con il Lite si contano sulle dita di una mano e questo non basta per farcelo amare. E’ sicuramente consigliato per gli sportivi, nonostante l’ingombro, per via delle sue molteplici attività di allenamento. Per ciò che concerne l’autonomia ci riserviamo di fare test più approfonditi e riportarvi i risultati ottenuti.

Per acquistarlo nel nostro paese dovrete sborsare circa 129€ a cui come detto vi consigliamo di aggiungere il costo di un nuovo cinturino. Se vi ha colpito potete acquistarlo su Amazon.it a questo link.