Sky Q Black

Sin dall’annuncio del decode Sky Q Platinum, il colosso del satellitare aveva annunciato che nel 2018 sarebbe arrivato un modello meno evoluto ma altrettanto capace di supportare le trasmissioni in 4K HDR. Ebbene, il nuovo Sky Q Black è finalmente disponibile, sia per i vecchi clienti che per quelli nuovi.

Le differenze fra le due esperienze Sky Q sono pochissime ma possono fare la differenza per chi vuole usufruire di un secondo decoder per godersi tutto Sky in una seconda TV di casa. In particolare:

Sky Q Platinum:

  • Possibilità di inviare il segnale in streaming sugli Sky Q Mini
  • Hard disk integrato da 2 TB
  • Visione in 4K HDR
  • Fino a 4 registrazioni simultanee mentre si visualizza un programma in diretta
  • Applicazione Sky Go dedicata con streaming del segnale su smartphone e tablet

Sky Q Black

  • Hard disk integrato da 1 TB
  • Visione in 4K HDR
  • Fino a 3 registrazioni simultanee mentre si visualizza un programma in diretta

Come potete vedere, con la versione Black non solo non è possibile collegare un decoder Mini per visualizzare Sky in una seconda TV di casa ma non è nemmeno possibile eseguire lo streaming diretto su di un dispositivi mobile.

Sottolineiamo però che la visione dei contenuti in 4K HDR è gratuita per coloro che hanno l’abbonamento alla tecnologia HD. Inoltre, per utilizzare Sky Q Black, esattamente come il Platinum, è necessaria la presenza di un illuminatore provvisto di dCSS (digital Channel Stacking Switch).

Una cosa importante da segnalare è che gli abbonati a Sky con un MySky di ultima generazione non necessitano di acquistare il nuovo decoder in quanto, in concomitanza col rinnovamento dell’app Sky GO per dispositivi mobile, il colosso ha provveduto a rilasciare anche un aggiornamento che trasforma il MySky HD in Sky Q Black.

Per i nuovi clienti invece, il costo una tantum del decoder è di 79 euro (contro i 199 euro per la versione Platinum + una versione Mini).