iOS 13 è stato finalmente rilasciato. Si tratta del sistema operativo di nuova generazione che va ad arricchire l’esperienza utente di chi possiede un iPhone o un iPod Touch compatibile (per gli iPad adesso c’è iPadOS).

Non si può dire certo che la presentazione degli iPhone 11 abbia portato novità considerevoli a ciò che sapevamo già su iOS 13, dal momento che le varie versioni beta che sono state rilasciate ci hanno permesso di avere una buona conoscenza di cosa c’è di nuovo rispetto ad iOS 12. Prima di vedere le novità diamo uno sguardo ai dispositivi compatibili col nuovo sistema operativo:

  • iPhone XS
  • iPhone XS Max
  • iPhone XR
  • iPhone X
  • iPhone 8
  • iPhone 8 Plus
  • iPhone 7
  • iPhone 7 Plus
  • iPhone SE
  • iPod Touch (7ª generazione)

A differenza di iOS 12, che ha mantenuto la compatibilità con tutti i modelli di iPhone e di iPod Touch che montavano iOS 11, con iOS 13 Apple ha deciso di escludere dall’aggiornamento alcuni modelli degli anni passati (probabilmente per questioni legate alle performance).

Novità di iOS 13

Il nuovo iOS 13 porta con se sia novità a livello estetico sia novità “sotto il cofano” che migliorano le prestazioni. Iniziando da queste ultime:

  • il riconoscimento col Face ID è del 30% più veloce;
  • i download di app sono più piccoli del 50%;
  • gli aggiornamenti sono più piccoli del 60%;
  • le app vengono lanciate due volte più velocemente, sia sugli iPhone più nuovi che su quelli più vecchi.

Sul fronte estetico, la novità più interessante riguarda l’introduzione della Dark Mode a livello di sistema, grazie alla quale inscurire tutta la UI per facilitarne l’utilizzo ed evitare di affaticare gli occhi al buio. Sugli iPhone più recenti, dovrebbe anche aiutare risparmiare batteria grazie al display OLED.

Apple ha poi introdotto 4 nuovi wallpaper molto colorati (per esaltare i display OLED dei nuovi iPhone) e che sembrano adatti anche con la Dark Mode attivata. A proposito di ciò, c’è anche un’opzione per abbassare la luminosità degli sfondi durante la Dark Mode.

Altra novità grafica riguarda il volume che, dall’oramai classica e probabilmente ingombrante animazione in orizzontale al centro dello schermo si è passati a un più discreto slider in alto a sinistra.

Passando alle novità funzionali, direttamente da iPadOS trovano spazio delle nuove gesture per la selezione e il copia e incolla del testo. Con un doppio tap adesso è possibile evidenziare un’intera frase mentre con tre tap si evidenzia l’intero paragrafo.

Da iPadOS trova spazio anche la tastiera QuickPatch che consente di effettuare degli swipe per scrivere le varie parole invece che digitare le singole lettere; a proposito di testo è stato poi introdotto un gestore dei font scaricati per poterli utilizzare come meglio si crede.

iOS 13 è arrivato ufficialmente: le novità e come installarlo 1
iOS 12 a sinistra, iOS 13 a destra

Altra grande novità riguarda la sicurezza dei dati legati alla posizione degli utenti. In iOS 13 Apple ha deciso di fornire un maggior controllo sui permessi legati alla posizione da fornire alle applicazioni. In particolare, alla prima apertura di un’app è possibile concedere il permesso di accedere alla posizione “solo una volta“ per farle accedere alla posizione una singola volta, “solo quando in uso” per fornire l’accesso solo quando aperta oppure “Mai” per rifiutare del tutto.

Per chi è solito usare l’iPhone come hotspot mobile, è adesso possibile verificare quanti dati ogni dispositivo connesso ha utilizzato.

In linea con l’apertura ai controller di Xbox One e PS4, iOS 13 consente anche di utilizzare qualsiasi mouse Bluetooth.

In termini di condivisione, Apple ha introdotto una nuova interfaccia che include non solo le applicazioni disponibili ma anche con i contatti e molte altre opzioni.

In iOS 12 è stata introdotta l’app Scorciatoie ma non è stata pre-installata sui dispositivi aggiornati. Con iOS 13 l’app invece è pre-installata di default.

Nell’applicazione Mail, ora è possibile bloccare specifici contatti ponendoli in una “Lista Nera”.

iOS 13 è arrivato ufficialmente: le novità e come installarlo 2

Per coloro che hanno un’auto con un sistema di infotainment di ultima generazione, iOS 13 porta con se una nuova e rinnovata interfaccia grafica di Apple CarPlay, della quale vi abbiamo parlato in maniera approfondita nel nostro articolo dedicato.

L’integrazione degli AirPods è stata ulteriormente migliorata, con i messaggi in arrivo da iMessage o app di terze parti compatibili che possono essere automaticamente riprodotti nell’orecchio e con la possibilità di rispondere a voce. In altre parole, gli AirPods sono stati aperti anche ai messaggi oltre che a Siri e alle chiamate.

Per quanto riguarda l’applicazione Apple Maps, oltre ad aver introdotto mappe più dettagliate (solo in alcune città per adesso), è arrivata anche la nuova funzione chiamata “look around”, che fondamentalmente è la versione Apple di Google Street View.

Infine, all’interno dell’app Foto Apple ha rinnovato l’interfaccia dell’editing e, per la prima volta, ha aggiunto il supporto alla modifica dei video. Ciò significa che, sia per le foto che per i video, è possibile modificare con pochi semplici tap brillantezza, luci, ombre, contrasto, saturazione, brillantezza, bilanciamento del bianco, nitidezza, definizione, vignettatura e riduzione del rumore nelle foto.

Nell’applicazione Foto inoltre gli album automatici creati a partire dalla data, dal luogo o dall’evento adesso vengono creati utilizzando algoritmi in locale e non più sul cloud.

Come installare iOS 13

Installare iOS 13 su iPhone è molto semplice in quanto l’aggiornamento è di tipo OTA (over the air). Vi basta recarvi nelle impostazioni dello smartphone e controllare se ci sono aggiornamenti alla voce apposita. Dopo qualche secondo vi comparirà un messaggio che vi invita ad aggiornare il vostro iPhone alla versione più recente, confermate e non vi che pazientare.

Avete già installato iOS 13? Fatecelo sapere nei commenti.