Telefonia

Apple Watch Series 4 ufficiali: eleganti e ricchi di funzioni, ovviamente costosi

All’evento che ha veduto veri protagonisti i nuovi iPhone, Apple non ha perso l’occasione per presentare anche i nuovi modelli di Apple Watch Series 4. Non si è tratta di una vera e propria novità visto che, già da qualche mese, in rete aleggiava la sensazione che un aggiornamento hardware degli smartwatch Apple fosse pronto.

Insieme con la presentazione dei nuovi modelli, Apple ha colto l’occasione per ricordare che i suoi smartwatch sono i più venduti al mondo. Allo stesso modo, ha ricordato a tutti quanto avanzata sia la sua abilità nel monitorare l’attività fisica e nell’aiutare coloro che hanno problemi cardiaci a tenere sotto controllo il ritmo cardiaco.

Apple ha introdotto 2 modelli differenti. I nuovi Apple Watch Series 4 sono infatti disponibili in versioni da 42 e 44 mm.

Entrambi i modelli saranno disponibili sia in versione cellular che WiFi-only nelle colorazioni Space Gray, Gold e Silver.

Display più grandi ma stesse dimensioni

La principale caratteristica dei nuovi modelli di Apple Watch Series 4 è il display più grande del 35% e del 32% nonostante le dimensioni generali siano rimaste pressoché le stesse. Apple infatti ha adottato la stessa tecnica utilizzata inizialmente con iPhone X e poi con i nuovi modelli appena presentati per ridurre al minimo le dimensioni delle cornici e quindi massimizzare quelle del display.

Oltre alle dimensioni, nel modello da 44 mm è aumentata anche la risoluzione. Dall’Apple Watch Series 3 da 42mm che ha un display con risoluzione 312×390 pixel si è passati a una risoluzione di 384×480 pixel. Anche la densità dei pixel sarà migliorata, passando da 303 ppi sul modello dello scorso anno a 345 ppi sul nuovo modello.

Speaker riposizionato e copertura LTE migliorata

Relativamente alla connessione LTE, entrambi i modelli hanno la scocca posteriore in vetro zaffiro, non solo per migliorare la resistenza ai graffi e ai colpi ma anche per permettere alle onde radio di poter arrivare alle antenne sia dal fronte che dal fondo, migliorando la copertura.

Apple ha inoltre riposizionato lo speaker, ora più potente del 50%, al fine di consentire agli utenti di utilizzare al meglio lo smartwatch anche come walkie-talkie.

Pulsanti aptici

Un’altra innovazione che portano con se i nuovi modelli è simile a quella che abbiamo visto in passato con il Touch ID degli iPhone: il pulsante laterale e la corona, seppur rimasti al loro posto, non funzionano più attraverso un sistema meccanico ma attraverso un sistema touch combinato con il motore aptico.

Ciò fa in modo di eliminare anche gli ultimi residui di input meccanici lasciando strada libera ai soli input elettronici.

Il primo wearable con ECG integrato

I nuovi Apple Watch Series 4 sono i primi wearable consumer a poter contare su un sensore per il monitoraggio dei segnali elettrici del cuore, test anche conosciuto come ECG.

Ciò è possibile grazie all’inserimento di un sensore elettrico sul vetro zaffiro sulla scocca posteriore che permette di monitorare, al momento solo aprendo la relativa app, un elettrocardiogramma in grado di rilevare eventuali fibrillazioni atriali in tempo reale.

I dati raccolti e analizzati poi vengono condivisi attraverso Apple Health e possono essere inviati immediatamente al proprio medico curante in versione PDF.

Negli Stati Uniti i nuovi Apple Watch Series 4 sono stati approvati dalla FDA (Food and Drug Administration americana). Si tratta di un’importante certificazione che trasforma lo smartwatch in un vero e proprio dispositivo medico.

Privacy sempre al primo posto

Con l’introduzione di tutte queste nuove funzionalità legate alla salute, Apple ha tenuto a ricordare che tutti i dati sono crittografati all’interno del dispositivo stesso, attraverso dei chip speciali.

Allo stesso modo, la condivisione automatica via iCloud non cambia le cose, con i dati condivisi e trasportati sempre in maniera crittografata così da non poter essere “visti” da nessuno di cui non ci fidiamo.

Piena compatibilità piena con i cinturini dei passati modelli

Una cosa molto interessante degli Apple Watch Series 4 è la loro compatibilità con tutti i cinturini già presenti sul mercato. A nostro avviso si tratta di un’ottima cosa soprattutto per coloro hanno già un Apple Watch e vorranno procedere con l’upgrade. In questo modo, si ritrovano già con almeno un cinturino di ricambio.

Allo stesso modo, tutte le aziende che hanno realizzato i cinturini per gli Apple Watch fino a ora non dovranno modificare la loro linea produttiva, in quanto buona anche per i nuovi modelli.

Autonomia di un giorno intero

Pur con tutte le novità annunciate, col display più grane e più risoluto, l’autonomia dei due modelli non ne risente, anzi.

Apple ha dichiarato che entrambi i modelli possono contare su 6 ore di utilizzo con GPS attivo oppure fino a 18 ore di utilizzo “normale”.

Hey Siri si evolve

L’arrivo dei nuovi modelli e di watchOS 5 permette anche l’esordio della funzione del comando vocale “Hey Siri” sostituito da una gesture aerea. In pratica, non sarà più necessario pronunciare il comando “Hey Siri” per attivare l’assistente virtuale ma basta sollevare il polso e impartire il comando non appena il display si accende.

Prezzi e disponibilità

I nuovi Apple Watch Series 4 saranno disponibili Space Gray, Gold e Silver. Il modello WiFi Only ha un costo da 399 dollari mentre il modello LTE da 499 dollari. Le spedizioni  inizieranno dal 21 settembre mentre i preordini (anche in Italia) da questo venerdì. Il modello LTE in Italia sarà un’esclusiva Vodafone.

Comments

TuttoTech, il tuo nuovo punto di riferimento per la tecnologia

2018 © TuttoTech.net di Mikhael Costa - MK Media S.r.l. c.r. - P.Iva: 08123000963 Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari.

To Top