Anche se buona parte dei produttori di aspirapolvere cordless ci hanno abituati a una gara al rialzo (dei prezzi), accompagnata ovviamente da una crescita delle funzioni a disposizione, c’è ancora qualcuno che punta alla fascia più economica del mercato, pensando a chi ha un budget decisamente più contenuto da dedicare all’acquisto di questa tipologia di prodotti.

È il caso di Proscenic, che realizza prodotti di ottima qualità senza esagerare col prezzo, come nel caso di Proscenic P13, il modello più recente che abbiamo avuto la possibilità di provare per alcune settimane. Pur non avendo la dotazione dei migliori top di gamma, e le tantissime funzioni disponibili per i modelli più costosi, ha comunque tutto quello che serve per la pulizia di una casa. Oggi ve ne parliamo in maniera più dettagliata nella nostra recensione completa.

Dotazione essenziale ma sufficiente

Le specifiche di Proscenic P13 sono decisamente buone, soprattutto in virtù del prezzo a cui viene proposto. Il motore digitale brushless genera una potenza di 35.ooo Pa, equivalenti a 120 AW, sufficienti a raccogliere sporco di ogni tipo. In alcuni casi è necessario passare un paio di volte, ma solo in quelle aree del pavimento particolarmente sporche, per il resto la pulizia è sempre soddisfacente. Se pensate di utilizzarlo per la maggior parte del tempo in ambienti molto sporchi però, vi consigliamo di rivolgere altrove la vostra attenzione, visto che in ambienti molto sporchi il rischio è quello di esaurire la batteria senza riuscire a pulire una stanza completa.

Proscenic P13

La dotazione di serie è decisamente scarna, soprattutto se confrontata con modelli più evoluti. Oltre al corpo principale troviamo un tubo di prolunga, una spazzola motorizzata, un bocchettone per le fessure e una spazzola per pulire i tessuti. Completano il quadro un carica batterie, la batteria rimovibile, un supporto da parete e i filtri HEPA in ingresso e uscita.

Peccato per l’assenza di una piccola spazzola motorizzata, che sarebbe stata molto utile per la pulizia profonda di divani e materassi, e per il supporto a parete, che costringe l’utente a forare una parete o un mobile per fissarlo. Sarebbe stato meglio un supporto a pavimento, più semplice da spostare tra le stanze all’occorrenza. La nota positiva è che potete ricaricare direttamente la batteria, collegandola all’alimentatore, così da poter mettere in carica una seconda batteria e raddoppiare l’autonomia.

Offerta

HONOR 200 8/256GB

Coupon: ATUTTOANDROID150 + Sconto permuta, click in pagina (anche se non hai uno smartphone usato)

399€ invece di 599€
-33%

La spazzola motorizzata ha le setole con disegno a V che riduce le probabilità che si creino grovigli di peli e capelli. Lo snodo è particolarmente efficace rendendo l’aspirapolvere maneggevole anche in spazi ristretti e sotto ai mobili. Il contenitore dello sporco si vuota premendo un singolo pulsante, evitando che l’utente debba sporcarsi.

Sopra al corpo motore è presente uno schermo LED che mostra una serie di informazioni utili, come la potenza di aspirazione, l’autonomia residua, un avviso quando il contenitore dello sporco è pieno ed eventuali inceppamenti della spazzola motorizzata. Il filtro e tutti gli accessori possono tranquillamente essere lavati con acqua, rendendo molto semplice la manutenzione di questo Proscenic P13.

Buona anche l’ottimizzazione relativa al rumore, visto che anche alla massima potenza l’aspirapolvere non risulta particolarmente fastidioso, arrivando a 78 decibel.

Una chicca inattesa

La presenza di LED nella parte frontale della spazzola motorizzata è ormai una funzione che offrono anche gli aspirapolvere cordless ma questo Proscenic P13 ha una chicca che non pensavamo di trovare. Mentre la maggior parte dei modelli in commercio usa dei LED a luce bianca, su questo aspirapolvere troviamo dei LED verdi, che permettono di visualizzare la polvere che altri modelli non mostrano.

È una soluzione che abbiamo visto solo su modelli decisamente più costosi, nell’ordine dei 5-600 euro e oltre, e che rende questo Proscenic una mosca bianca nella fascia bassa del mercato. Lo abbiamo ovviamente messo alla prova a fianco di un modello più blasonato e costoso e la differenza si nota, soprattutto negli angoli più difficili da raggiungere, dove è più facile che lo sporco si accumuli, e nelle zone dove si cammina maggiormente, dove è quindi più facile trovare polvere e terriccio.

La luce verde permette di vedere sporco che gli altri tipi di LED non mostrano, e che a occhio nudo non è sempre facile riscontrare. Al primo utilizzo sembra davvero di vivere in una casa più sporca del normale, ma dopo qualche giorno di utilizzo ci si abitua e si apprezza maggiormente la qualità della pulizia.

Autonomia sufficiente

La batteria da 2500 mAh ha il pregio di poter essere rimossa, quindi potete mettere in conto l’acquisto di una seconda batteria per estendere l’autonomia. L’assenza di un sistema intelligente della gestione della potenza di aspirazione, che troviamo solo nei modelli più costosi, costringe l’utente a gestire manualmente il livello di potenza e il risultato finale è un’autonomia che difficilmente vi permette di pulire in maniera accurata ambienti di grandi dimensioni.

Se pulite tutti i giorni potete anche limitarvi alla modalità ECO, a patto che i pavimenti siano sostanzialmente puliti. In questo modo raggiungerete i 40 minuti abbondanti, in linea con quanto promesso dal produttore, e riuscirete a pulire circa 70 metri quadri, senza dover correre, pulendo accuratamente ogni ambiente. Se invece siete soliti passare l’aspirapolvere ogni 2-3 giorni è probabile che dovrete ricorrere alla modalità Max, che eroga 35.000 Pa, ma che esaurisce la batteria in circa 15 minuti, forse qualcosa in meno. In questo modo siamo riusciti a pulire un paio di stanze (circa 25 metri quadri), prima di restare a secco.

Proscenic P13

Niente di anomalo in ogni caso, viste le dimensioni della batteria possiamo considerarlo un risultato adeguato, soprattutto prestando un po’ di attenzione alla gestione della potenza di aspirazione. I dati rilevati sono relativi all’utilizzo della spazzola motorizzata, che assorbe una maggiore quantità di energia rispetto agli accessori per pulire mobili e fessure. In questo caso l’autonomia complessiva sale di almeno 5 minuti alla massima potenza e 15 minuti in modalità ECO.

Considerazioni finali

La dotazione di serie è spartana, ma c’è comunque quello che serve per pulire casa. La batteria non è il top, ma è comunque sufficiente per pulire 3-4 stanze in maniera accurata. La luce verde sulla spazzola motorizzata è una chicca che offrono solo i modelli più costosi e che lo rende davvero un acquisto consigliato, soprattutto per chi ha un budget contenuto.

Dove acquistarlo:

Potete acquistare Proscenic P13 su Geekmall a 129 euro invece di 159 euro usando il codice TUTTOTP13

Pro:

    • prezzo imbattibile
    • luce verde per rilevare la polvere

Contro:

    • dotazione di accessori essenziale
    • autonomia e potenza sufficiente per ambienti di medie/piccole dimensioni

Voto finale:

8.2