lampadina smart

La più importante qualità di una casa è la luce: una casa buia modifica il nostro stato d’animo e ci fa vivere con angoscia, ma una casa ben illuminata? Sembra più grande, più spaziosa, ed il nostro mood ne trarrà sicuramente beneficio! Negli ultimi anni abbiamo assistito a due importanti innovazioni per l’illuminazione degli ambienti, sia a casa che in ufficio. Da una parte, abbiamo abbandonato la vecchia tecnologia delle lampadine a incandescenza, con quasi 150 anni alle spalle, in favore di una tecnologia più moderna e dai consumi energetici nettamente inferiori: stiamo parlando delle lampadine LED che utilizziamo ormai in quasi tutte le nostre case.
L’altra grande innovazione è stata rendere queste luci intelligenti: controllabili attraverso assistenti vocali, app su smartphone, dispositivi smart sparsi per la casa e capaci di adattarsi dinamicamente alle nostre esigenze.Non stupisce se al giorno d’oggi esistano decine di brand che producono ottime luci smart, ma bisogna fare attenzione: come qualsiasi altro prodotto, è difficile orientarsi in un mercato concorrenziale quando non si conoscono bene le proprie esigenze.

Il miglior prodotto sul mercato, quello più costoso e che reputiamo più affidabile, potrebbe non essere adatto al nostro utilizzo. Viceversa, un prodotto fin troppo economico potrebbe avere troppi compromessi e compromettere l’esperienza d’uso, tale da renderla un vero incubo. Abbiamo deciso così di stilare una lista di tutte le caratteristiche da prendere in considerazione durante l’acquisto di una lampadina smart, ma non solo: alla fine troverete anche la nostra personale selezione alle migliori lampadine smart che reputiamo davvero degne di nota. Date un’occhiata al paragrafo finale per dare uno sguardo alle migliori luci smart in commercio.

Luci smart: come si connettono

La prima cosa da capire, quando intendiamo comprare una lampadina intelligente, è comprendere come possiamo controllarle. In genere, quasi tutti gli apparecchi domotici comunicano attraverso uno di questi quattro standard di comunicazione:

  • Z-Wave: un protocollo sviluppato appositamente per la domotica, caratterizzato da un flusso di dati ridotto a bassa latenza; opera intorno alla frequenza dei 900 MHz, evitando interferenze con i sistemi Bluetooth e WiFi, oltre a consentire di attraversare le pareti grazie ad una penetrazione maggiore.
  • Zigbee: uno dei principali standard di comunicazione per la creazione di WPAN (Wireless Personal Area Networks); operante sulla frequenza a 2.4 GHz nel nostro paese, è una tecnologia semplice e più economica rispetto a quella Bluetooth
  • Bluetooth: lo conosciamo tutti, e tantissimi dispositivi in nostro possesso ne sono dotati, a partire dai nostri smartphone; consente di comunicare con molti device in un raggio però abbastanza ridotto, di solito non superiore ai 15m.
  • WiFi: il metodo che consente una compatibilità più ampia, dato che quasi tutte le nostre case ed uffici sono dotato di una connessione WiFi che può essere usato come “ponte” per connettere luci smart, controller e tutto il necessario per gestire l’illuminazione.

Ovviamente, dovremo fare attenzione agli standard supportati dalle lampade intelligenti: Bluetooth e WiFi sono gli standard più versatili, in quanto utilizzabili con una pletora di dispositivi che già possediamo in casa nostra.

Per le luci che comunicano attraverso lo standard Z-Wave o Zigbee avremo necessariamente bisogno di un HUB che funga da “ponte” di comunicazione tra i nostri apparecchi, come smartphone e speaker smart, e le luci. Molte aziende propongono luci smart in bundle con HUB o Bridge dello standard corrispondente, per cui prestate attenzione al tipo di connessione supportato dalle lampadine in fase di acquisto.

Luci smart: framework supportati

Facciamo attenzione alla compatibilità con i framework più diffusi: solitamente le nostre luci smart supportano almeno uno dei più utilizzati. Un framework consente di controllare le luci utilizzando altri dispositivi appartenenti alla stessa famiglia, oppure abilitare opzioni di controllo avanzate come l’impostazione di scene colore, gruppi separati per accensione e spegnimento e tanto altro. I framework più comunemente supportati sono:

I nomi sono abbastanza esplicativi, ma vogliamo spendere alcune parole su IFTTT: più che un framework è un servizio web basato sulla creazione di catene di eventi. Ad esempio, per le luci compatibili con IFTTT, possiamo impostare operazione collegate alla nostra geolocalizzazione: quando entriamo in casa le luci si accenderanno, e viceversa quando ci allontaniamo da casa si spegneranno automaticamente.

Perché è importante sapere con quale framework/standard sono compatibili le nostre luci? Per consistenza e semplicità d’uso. Utilizzando prodotti che supportano uno o più standard saremo in grado di utilizzarli con grande efficienza ed evitando molti grattacapi.

Luci smart: cosa sono i lux e i lumen?

Sono due diverse misure della quantità di luce generata: il lumen indica la quantità totale del flusso luminoso, mentre il lux misura la quantità di luce che raggiunge una superficie illuminata.

La maggior parte delle volte troveremo la luminosità espressa in lumen, che così esprime la quantità totale di luce emessa dalla lampada. Le lampade più luminose possono arrivare ad avere oltre 1600 lumen, equivalente grossomodo alle vecchie lampade ad incandescenza da 100W di potenza.

Luci smart: attenzione ai consumi

La tecnologia LED delle moderne lampade smart consente un notevole risparmio sulla bolletta dell’energia elettrica rispetto ad altre tipologie di lampade, come ad esempio quelle a incandescenza o alogene.

 

quale lampadina smart scegliere

Generalmente, il consumo di una luce LED è compreso tra i 3 e gli 11 Watt all’ora, ma ovviamente esistono lampade meno potenti (da atmosfera) e più potenti. Se sostituiamo un’intera casa composta da lampadine ad incandescenza, potremo avere consumi inferiori fino al 90% l’anno, e ne gioverà anche la durata: la vita media di una lampada LED si attesta tra le 30.000 e le 50.000 ore.

Luci smart: temperatura colore

Altro dato a cui prestare la massima attenzione in fase di acquisto di una luce smart è la temperatura colore della luce: questa caratteristica è espressa in Kelvin, una misura che esprime la temperatura di cui la lampadina è dotata quando utilizziamo la luce bianca.

temperatura del colore lampadina smart

Come possiamo vedere dall’infografica, per valori bassa la luce bianca tende ad assumere sfumature giallo/arancioni, risultando in una luce calda; tra i 4000 e i 5500K avremo un bianco neutro, sterile, da laboratorio; per valori superiori ai 5500K la luce bianca sarà azzurrina e così via, fino a sfociare in un blu acceso e una luce definita fredda.

La luce naturale ha un valore che si assesta intorno ai 6500K, quindi sicuramente ti consigliamo di comprare delle luci smart che supportino questa temperatura colore. Per quanto riguarda il range, più è ampio più il costo delle lampade aumenta, ma potrai sbizzarrirti a creare effetti luce particolari. Non dimenticare inoltre che molto dipende dal tipo di arredamento e dai colori che usi a casa tua o nel tuo ufficio.

Le migliori lampadine smart a colori sul mercato

Philips Hue White and Color Ambiance Starter KIT

Philips Hue White and Color Ambiance Starter KIT

Confezione: questo kit comprende due lampadine RGBW con attacco E27 da 9.5W ed un Bridge Zigbee.
Protocollo: Zigbee
Controllo: Alexa, Google, HomeKit, Cortana
Temperatura: 2000-6500K
Acquistale su Amazon 

Le luci Philips Hue sono alcune delle luci smart più affidabili e apprezzate sul mercato. A fronte di un costo mediamente più alto rispetto alle altre soluzioni, il loro punto di forza è nell’alta qualità costruttiva e le soluzioni integrate con altri prodotti della stessa famiglia grazie all’utilizzo di un Hub Smart o Bridge che mette in comunicazione tutte le lampadine con una bassa latenza grazie al protocollo Zigbee, garantendo una risposta immediata ai nostri comandi vocali o tramite app. A differenza di altre soluzioni targate Philips, queste lampadine non possono essere utilizzate senza l’hub tramite una connessione diretta via bluetooth o wi-fi, ma sono largamente compatibili con qualsiasi framework domotico di vostro gradimento.

Lampadina Mijia Yeelight a colori

Migliori Lampadine Smart: come sceglierle e quali acquistare 1

Confezione: unica lampadina RGBW con attacco E27 da 10W e 800 Lumen (2° Modello)
Protocollo: Wi-Fi IEEE 802.11 b/g/n
Controllo: Alexa, Google, HomeKit, IFTTT
Temperatura: 1700-6500K
Acquistala su Amazon

Xiaomi non ha bisogno di presentazioni, e queste lampadine Yeelight riassumono tutte le caratteristiche che ritroviamo in altri prodotti: qualità costruttiva al top, specifiche tecniche molto buone, compatibilità assoluta con l’ecosistema di prodotti dell’azienda e la possibilità di controllarle tramite assistenti vocali e IFTTT. Nonostante qualche problemino in fase di configurazione se ordiniamo i modelli provenienti dalla Cina, una volta impostate correttamente non deludono, e con l’app Yeelight è possibile controllare tante opzioni avanzate e l’integrazione con gli assistenti vocali ed altri prodotti smart home. Per ulteriori informazioni sul prodotto potete anche consultare il nostro approfondimento cliccando qui.

TECKIN Lampadine Smart LED Wi-Fi
Teckin lampadine smart rgb

Confezione: kit lampadine RGBW da due pezzi con attacco E27 da 7.5W e 800 Lumen
Protocollo: Wi-Fi
Controllo: Alexa, Google, IFTTT
Temperatura: da 2800K a 6200K
Acquistale su Amazon

Direttamente da TECKIN un kit ad un prezzo estremamente competitivo per entrare nel mondo delle lampadine smart a colori. Il collegamento Wi-Fi permette di poter collegare queste lampadine sia ad Alexa che a Google Home, oppure di pianificare l’automazione tramite comandi rapidi grazie a IFTTT. Le lampadine sono mediamente luminose, grazie agli 800 lumen generati, e consentono di gestire la temperatura colore del bianco da 2800K fino a 6200K, adattandosi a tutti i gusti ed ambienti. Non manca la possibilità di impostare scene di colore personalizzate oppure colori solidi, il tutto anche tramite l’app fornita direttamente da TECKIN.

TP-Link Lampadina Wi-fi LB130 con Luce Colorata Regolabile

Migliori Lampadine Smart: come sceglierle e quali acquistare 2

Confezione: unica lampadina RGBW con attacco E27 da 11W e 800 Lumen
Protocollo: Wi-Fi IEEE 802.11 b/g/n
Controllo: Alexa, Google, IFTTT
Temperatura: da 2700K a 6500K
Acquistala su Amazon

Nessun hub necessario per questo prodotto TP-Link, un brand che conosciamo bene per i dispositivi dedicati al network: a tal proposito, potrebbe interessarvi la nostra guida ai migliori router/modem in commercio. La lampadina è di facile installazione, opera attraverso il protocollo wi-fi, è in linea con la concorrenza per specifiche tecniche e si può controllare sia a voce che tramite l’app gratuita disponibile sia per dispositivi Android che iOS. Ottima luce, grazie alla potenza di 800 Lumen, compatibilità con Alexa e Google oltre ad un range ampio per la scelta della temperatura colore della luce bianca fanno di queste luci smart un prodotto estremamente valido, specie se potete acquistarle in offerta su Amazon.

Le migliori lampadine smart a luce bianca sul mercato

Philips Hue White lampadine smart

Confezione: questo kit comprende due lampadin econ attacco E27 da 9W
Protocollo: Zigbee+Bluetooth
Controllo: Alexa, Google, HomeKit, Cortana
Temperatura: 2700K
Acquistale su Amazon

Per chi si approccia al mondo delle lampadine smart le luci Philips Hue White sono il punto di partenza ideale: questo kit composto da due lampadine smart permette di “dialogare” con i framework più utilizzati, anche senza la necessità di avere un hub Zigbee. Si possono controllare le funzionalità smart delle lampadine direttamente tramite connessione Bluetooth, a discapito della reattività e velocità di collegamento, oltre che della portata, la quale non arriva a più di 20-30 metri in assenza di ostacoli. Il prezzo contenuto e la facilità di utilizzo però sono impareggiabili; di contro, la temperatura colore è fissa, è possibile soltanto regolare la luminosità, ma in compenso si possono controllare fino a 50 dispositivi contemporaneamente comprando un hub Hue Bridge a parte.

Osram Smart+ Lampadina LED

Osram Smart+

Confezione: unica lampadina LED luce calda con attacco E27 da 8,5W
Protocollo: Zigbee
Controllo: Alexa, Google
Temperatura: 2700K
Acquistala su Amazon

Le lampadine OSRAM sono conosciute per il loro alto rapporto qualità/prezzo, oltre ad essere compatibili con tanti standard di comunicazione, tra cui Zigbee. Dovrete dotarvi quindi di un Hub compatibile per poterle utilizzare, ma le caratteristiche tecniche delle OSRAM Smart+ sono assolutamente da prendere in considerazioni in virtù della fascia di prezzo: se già possedete un hub Philips Hue, un Echo Plus o Echo Show, o lo SmartThing Hub di Samsung, potete risparmiare acquistando queste lampadine del costo contenuto.

TP-Link Lampadina Tapo Wi-Fi E27TP Link Tapo lampadina smart

Confezione: unica lampadina LED luce calda con attacco E27 da 8,7W
Protocollo: Wi-Fi
Controllo: Alexa, Google
Temperatura: 2700K
Acquistala su Amazon

TP-Link produce molti prodotti domotici a basso costo, ma di ottima qualità, e questa lampadina Tapo ne é l’ennesimo esempio. Con una luminosità dichiarata di 806 lumen è ideale per illuminare stanze di medie dimensioni, con un consumo di inferiore ai 9W. La luce è soltanto gialla con temperatura colore da 2700K, ma è dimmerabile dall’1% al 100% e può essere facilmente connessa e comandata tramite Alexa o Google Assistant. Tra le luci smart è da prendere in considerazione se vogliamo una lampadina dimmerabile che non necessita di un hub per funzionare, in quanto utilizza il protocollo Wi-Fi per comunicare con gli assistenti virtuali o l’app per smartphone.

Bulbo smart TRÅDFRI by Ikea

tradfri

Confezione: unica lampadina con attacco E27 da 11W e 1000 Lumen
Protocollo: Wi-Fi IEEE 802.11 b/g/n
Controllo: Alexa, Google, HomeKit
Temperatura:  2700K
Acquistala sul sito di Ikea 

Se pensavate che IKEA vendesse solo mobili, ricredetevi: queste lampadine smart sono davvero ottime e sono vendute ad un prezzo davvero molto interessante. Non presentano caratteristiche tecniche di rilievo, ma sono comunque molto luminose e hanno la possibilità di impostare diverse temperature per la luce bianca, così da adattarsi ad ogni tipo di ambiente. Non le migliori sul mercato ma quelle con il prezzo più basso (o quasi, la concorrenza è agguerrita), sono un ottimo punto di partenza per modernizzare l’illuminazione casalinga senza spendere troppo.

Le migliori lampadine smart innovative sul mercato

Migliori Lampadine Smart: come sceglierle e quali acquistare 3

LIFX Lampadina a LED Smart

Confezione: unica lampadina con attacco E27 da 11W e 1100 Lumen
Protocollo: Wi-Fi IEEE 802.11 b/g/n
Controllo: Alexa, Google, HomeKit, IFTTT
Temperatura: fino a 9000K
Acquistale su Amazon 

Uno dei migliori prodotti sul mercato, qualitativamente al pari se non superiori alle Philips Hue ma con un catalogo di prodotti meno vasto. Si distinguono da tutte le altre per le specifiche tecniche davvero più che complete, con la possibilità di impostare il punto di bianco fino alla temperatura di 9000K e con una luce molto forte da 1100 Lumen, superiore a tutte le altre proposte sul mercato. A fronte di queste caratteristiche il prezzo è maggiore rispetto alla concorrenza, ma se volete una delle migliori luci smart sul mercato le lampadine smart LIFX non deludono. Consigliate per chi vuole essere libero da qualsiasi compromesso.

Nanoleaf Aurora Smarter Kit

Migliori Lampadine Smart: come sceglierle e quali acquistare 4

Confezione: 9 luci RGBW con attacco proprietario da 2W ciascuna e 900 Lumen
Protocollo: Wi-Fi IEEE 802.11 b/g/n
Controllo: Alexa, Google, HomeKit, IFTTT
Temperatura: 1700-6500K
Acquistale su Amazon

Sembrano quasi provenire dal futuro queste luci smart di Nanoleaf. Non hanno la solita forma a bulbo ma bensì sono dei triangoli di luce modulari: offrono la possibilità di essere concatenati per disegnare a nostro piacimento qualsiasi forma, il limite è solo nella nostra fantasia e nella quantità di moduli acquistabili. Queste luci smart possono essere controllate dall’app proprietaria oppure tramite assistenti vocali, ed offrono anche un modulo Rhythm che consente di sincronizzare le scene luminose con la musica circostante: perfette per qualsiasi party!
Nel tempo Nanoleaf ha anche prodotto altri formati, andando ad ampliare notevolmente l’offerta: l’idea di base è sempre la stessa, ovvero delle luci modulare che è possibile integrare per formare vere e proprie opere d’arte fatte di luce, ma ora non si è più limitati alla forma triangolare. Di seguito elenchiamo gli altri kit Nanoleaf in vendita: