Spotify ha in cantiere uno speaker smart dal nome Home Thing

Il team di Spotify ha annunciato che gli utenti free potranno finalmente riprodurre le playlist di questo popolare servizio streaming attraverso i dispositivi che supportano l’assistente vocale Amazon Alexa.

Tale funzionalità, lanciata lo scorso novembre soltanto in alcuni mercati selezionati (come Stati Uniti, Australia e Nuova Zelanda), arriva ora in diversi nuovi Paesi.

Spotify rende più piacevole il servizio offerto con una nuova feature

Grazie ad essa, gli utenti gratuiti del servizio avranno la possibilità di sfruttare i comandi vocali con l’assistente Amazon Alexa per riprodurre alcune delle playlist offerte da Spotify (tanto per fare un esempio, “Alexa, riproduci Discover Weekly su Spotify”).

Ricordiamo che questo popolare servizio di streaming musicale ha l’integrazione con Amazon Alexa già da oltre due anni e che gli utenti possono impostarlo come lettore musicale predefinito tramite un altoparlante intelligente della gamma Amazon Echo.

La decisione di rendere tale funzionalità disponibile anche per gli utenti che non hanno sottoscritto un abbonamento non dovrebbe stupire più di tanto se si considera l’elevato livello di competitività di questo settore: ogni novità, infatti, potrebbe essere utile per “strappare” utenti alla concorrenza.