Netflix

Potrà sembrare strano, ma quasi l’1% degli attuali abbonati a Netflix, il noto servizio di streaming che può contare su oltre 180 milioni di iscritti in tutto il mondo, è inattivo da parecchi mesi, in alcuni casi anche anni.

Nell’ottica di migliorare il proprio servizio e di rendere più semplice la cancellazione di un profilo, Netflix ha iniziato questa settimana a contattare tutti quegli utenti che risultano inattivi da due anni, o che non hanno mai utilizzato il servizio nel primo anno dopo la sottoscrizione iniziale.

Evidentemente si tratta di utenti smemorati, o di utenti ai quali il servizio è stato regalato ma che non ne hanno mai usufruito e continuano a pagare inutilmente. A partire dal primo giugno tali account saranno eliminati anche se gli utenti avranno comunque la possibilità di recuperare il proprio profilo e le proprie preferenze nel caso decidano di riattivare la sottoscrizione entro dieci mesi dalla cancellazione.

Nella mail inviata agli utenti, Netflix chiede se sono intenzionati a mantenere attivo il servizio, per cui in mancanza di una risposta i relativi profili saranno eliminati, senza che l’utente debba effettuare alcuna operazione. Secondo quanto afferma Eddy Wu, direttore dell’innovazione del prodotto, si tratta di poche centinaia di migliaia di utenti, la cui cancellazione è già stata conteggiata nelle analisi economiche.

Gesto davvero unico quello di Netflix, che permetterà ai tanti distratti di risparmiare ogni anno cifre che vanno dai 100 ai 200 euro, a seconda della tipologia di abbonamento sottoscritto.