iPhone 11 Pro Max

La digitalizzazione della Pubblica Amministrazione dovrebbe permette a tutti i cittadini italiani di poter accedere ai più importanti servizi direttamente da casa, dal proprio smartphone, senza bisogno di dover fare lunghe file agli uffici. Si tratta di un processo lungo, tedioso, a lungo al centro del dibattito politico ed indubbiamente essenziale per la vita di milioni di cittadini.

IO è l’app per i servizi pubblici

Infatti, in situazioni di estrema necessità come quella che stiamo vivendo in queste settimane di confinamento dovuto al Coronavirus, accedere agli sportelli telematici facilita di molto la vita dei cittadini che non hanno modo di muoversi da casa.

IO è l’applicazione per i servizi pubblici che mette in comunicazione i cittadini italiani e le Pubbliche Amministrazioni nazionali e locali. L’obbiettivo, appunto, è quello di offrire ad ognuno di noi uno spazio unico, uguale per tutti, per interagire in modo semplice con i servizi pubblici direttamente dal proprio smartphone Android o con iOS.

Le funzioni di IO, in dettaglio

L’applicazione attualmente disponibile all’interno degli store di Apple e Google è la prima versione pubblica di IO, il che lo si intuisce non solo dal disclaimer che ci accoglie alla prima apertura dell’app, ma anche dall’icona in alto a destra dove i cittadini possono segnalare bug e rilasciare feedback per migliorare il servizio.

 

Dopo aver inserito le credenziali di accesso tramite SPID o Carta d’Identità Elettronica (CIE), aver accettato i termini, aver scelto un codice di blocco da inserire ad ogni accesso dell’app ed eventualmente impostato anche l’autenticazione biometrica al posto del codice di sblocco, si avrà finalmente modo di accedere alla UI generale dell’applicazione.

Questa, come potete notare dalla galleria qui in basso, è caratterizzata da 4 tab principali: messaggi, pagamenti, servizi e profilo. In alto, invece, sul tab messaggi è possibile notare la lista dei ricevutiin scadenzaarchiviati. Passando al tab pagamenti, qui l’utente ha l’opportunità di inserire un metodo pagamento preferito fra: carte di credito, conti correnti e altro. Per la carta di credito/debito è prevista una commissione massima di 1,50 euro, mentre in generale IO supporta i seguenti circuiti:

  • Mastercard;
  • Visa;
  • Visa Electron;
  • PostePay;
  • American Express.

In futuro sarà possibile scegliere anche i sistemi di pagamento Satispay, PayPalBancomat Pay.

Passando al tab servizi, questo viene intelligentemente suddiviso in: locali, nazionali e tutti. Nel primo pannello è inoltre possibile scegliere le aree geografiche preferite fra comuni e regioni in cui si ha la residenza, o che si frequenta con regolarità. Nel tab “nazionali” è invece possibile scegliere i servizi ACI per il pagamento del bollo auto ed i certificati di proprietà.

Passando invece su “tutti”, è possibile entrare in contatto con quelli appena visti (ACI e certificati di proprietà) più tutti quelli relativi ad alcune città come Torino, Collecchio, Milano, Palermo e tante altre – attenzione: mancano ancora diverse città che verranno mano mano integrate nel corso del tempo.

Infine, nel pannello “profilo” è possibile personalizzare le preferenze dell’applicazione (riconoscimento biometrico, calendario preferito, indirizzo email, inoltre dei messaggi, numero di telefono e tanto altro), esportare i dati inseriti o cancellarli, reimpostare il codice di sblocco oppure effettuare il logout.

Dove scaricare IO

IO è liberamente scaricabile da tutti i cittadini tramite il Google Play Store e l’App Store. Vi ricordiamo che per accedere è necessario avere a disposizione lo SPID o la Carta d’Identità Elettronica (CIE).

Download IO dal Play Store
Download IO dall’App Store