Carta del docente

In queste settimane di emergenza Coronavirus si sta parlando sempre più di smart working e comunque di tutte quelle forme di lavoro flessibile che consentono alle persone di dedicarsi alle proprie attività al sicuro da casa, senza doversi recare in affollati uffici o dover prendere mezzi pubblici di vario genere.

Ovviamente in questo discorso rientra anche la Scuola: in tutta Italia, infatti, gli istituti stanno incentivando docenti e studenti a sfruttare le potenzialità offerte dalla tecnologia e l’ultima misura del Ministero dell’Istruzione relativa alla Carta del docente potrà rivelarsi molto utile in tanti casi.

Per affrontare il Coronavirus c’è anche la Carta del docente

Con un comunicato sul sito ufficiale, infatti, la Ministra Lucia Azzolina ha reso noto che da oggi e fino al 31 marzo 2020 con la Carta del docente sarà possibile acquistare anche webcam, microfoni, penne touch screen, scanner e hotspot portatili, oltre ai soliti prodotti.

Così come spiegato dal Ministro, “l’intervento di ampliamento degli hardware acquistabili con la Carta ha l’obiettivo di sostenere l’aggiornamento professionale degli insegnanti per migliorare l’organizzazione delle diverse forme di didattica a distanza in questo momento di emergenza“.

Il Ministro ci ha tenuto a ribadire che si tratta soltanto di una delle misure prese per affrontare l’emergenza Coronavirus e garantire il diritto allo studio. Per ulteriori informazioni vi rimandiamo alle FAQ sul sito dedicato.