Home Computer News Ecco cosa ci offriranno i nuovi processori Apple M1X e M2

Ecco cosa ci offriranno i nuovi processori Apple M1X e M2

0
Apple Macbook Pro M1

Apple dovrebbe lanciare le nuove generazioni di Apple MacBook Pro e Mac Mini alla fine di quest’anno e tra i punti di forza di questi dispositivi vi dovrebbe essere il processore Apple M1X.

Almeno ciò è quanto emerge da un messaggio inviato da dylandkt su twitter, a dire del quale bisognerà attendere fino alla prima metà del 2022 per la prossima generazione di processori del colosso di Cupertino, ossia Apple M2, che dovrebbe fare il proprio esordio su Apple MacBook Air.

Cosa sappiamo dei processori Apple M1X e M2

Apple M1X sarà realizzato da TSMC con tecnologia N5P, una versione migliorata del processo a 5 nm utilizzato per la CPU Apple M1, con il quale condividerà probabilmente l’architettura (con i core Firestorm e Icestorm che si trovano anche nell’Apple A14).

Stando a quanto si apprende, il processore Apple M1X avrà a propria disposizione 10 core, 8 dei quali saranno dedicati alle operazioni più impegnative e 2 all’efficienza (la CPU M1 ha una configurazione 4 + 4) e potrà contare su una GPU molto più performante grazie ad un numero di core raddoppiato o addirittura quadruplicato (l’attuale modello ha 8 core).

Apple M2 dovrebbe invece poter contare su meno core e ciò in quanto il produttore con tale CPU dovrebbe passare ad una nuova architettura e a un nuovo nodo (il che probabilmente significa anche velocità di clock più elevate).

Nelle ultime settimane dall’Asia sono arrivate delle anticipazioni secondo cui il colosso di Cupertino il prossimo anno potrebbe lanciare dei processori con tecnologia a 3 nm per i nuovi modelli di iPad Pro e, probabilmente, la CPU in questione è proprio Apple M2, che è destinata ad essere usata pure su Apple MacBook Air.

Al momento non è possibile escludere l’ipotesi che il produttore statunitense decida di diversificare la propria famiglia di processori, dedicando ciascuna serie a uno specifico tipo di device (smartphone, tablet, laptop e desktop). Staremo a vedere.

Leggi anche: la recensione di Apple MacBook Pro con M1