Home News Samsung sarebbe pronta a portare i 120 Hz su iPhone 13

Samsung sarebbe pronta a portare i 120 Hz su iPhone 13

0

I fan della mela morsicata stanno attendendo ormai da tempo un modello di iPhone con refresh-rate superiore ai 60 Hz. È possibile che questo diventi realtà con iPhone 13, che grazie agli schermi OLED con tecnologia LTPO di Samsung potranno finalmente avere display con frequenza di aggiornamento variabile fino a 120 Hz, come ad esempio Samsung Galaxy S21 Ultra. Questo è ciò che viene riportato dal rumor del sito sud coreano thelec.net, che ha fatto sapere di aver ricevuto informazioni sulla fornitura non solo dei pannelli OLED LTPO ma anche dei circuiti flessibili che connettono lo schermo alla scheda madre.

L’azienda di Cupertino si rifornisce già da anni da Samsung come unico partner per i suoi pannelli, ed è ironicamente uno dei più importanti clienti per l’azienda sudcoreana, nonostante la loro rivalità sul mercato. Non è quindi una novità o una sorpresa veder comparire questo tipo di rumor. LTPO sta per Low-Temperature Polycrystalline Oxide ed è la tecnologia cruciale per il mantenimento di un basso consumo della batteria da parte di schermi ad alto refresh-rate in quanto, insieme ad una buona calibrazione software, è capace di modulare la propria frequenza di aggiornamento in maniera dinamica.

Samsung display iphone 13

Questo permette allo schermo di passare da 120 Hz a 60 o meno, senza che l’utente si accorga di nulla, a seconda dei vari scenari di utilizzo dello smartphone. È possibile che i modelli che monteranno un pannello LTPO siano iPhone 13 Pro e iPhone 13 Pro Max. Apple riserverebbe così le tecnologie migliori per i propri smartphone di punta.

Evidentemente Apple ha atteso che la tecnologia dietro questi pannelli fosse sufficientemente matura da poter essere adottata sui propri iPhone. Intanto si stima che l’azienda statunitense acquisterà circa 110 milioni di pannelli da Samsung, da montare sui propri iPhone 12 e 13. Staremo a vedere sei i rumor si riveleranno corretti e riusciremo finalmente a vedere un iPhone con fluidità migliorata senza compromettere la durata della batteria.