Home Smart Home Amazon Alexa potrà svolgere compiti in nostra assenza: ecco come

Amazon Alexa potrà svolgere compiti in nostra assenza: ecco come

0

Il fine ultimo di Amazon, per Amazon Alexa, è quello di rendere l’assistente digitale il centro nevralgico della smart home del futuro. Per farlo, nel 2018, il colosso statunitense lanciava le “Alexa Hunches“, ovvero delle particolari azioni che adesso rappresentano il cuore delle novità svelate in queste ore dalla creatura di Jeff Bezos.

Arriva la gestione automatica dei task

Entrando nel dettaglio, Amazon permette adesso ad Alexa di completare alcuni task in casa anche in nostra assenza – ovviamente solo alcuni tipi di compiti, e del tutto gestibili in remoto dagli utenti. La differenza più importante è che, rispetto al passato, Amazon Alexa può gestire in autonomia alcuni compiti senza chiedere il permesso agli utenti.

amazon alexa hunches novità

Un esempio? Alexa è in grado di spegnere automaticamente le luci della stanza (o di casa) nel caso in cui si rendesse conto che non c’è nessuno o che gli abitanti della casa sono andati a dormire, oppure ridurre la temperatura del riscaldamento quando la casa è vuota. Assieme a questa importante novità, il colosso americano lancia il programma a pagamento Guard Plus che, a 4,99 dollari al mese, permette ad Alexa di avvisare i proprietari di casa in caso rilevasse particolari rumori (magari un’effrazione) ed avvisare automaticamente i servizi di emergenza.

Infine, la dashboard dell’applicazione mobile di Amazon Alexa può adesso monitorare e prevedere il consumo energetico dei dispositivi Alexa presenti in casa, dando modo ai proprietari di gestire l’utilizzo di questi dispositivi in maniera oculata evitando inutili sprechi. Queste novità iniziano ad essere disponibili per gli utenti USA, con la speranza che verranno rese disponibili anche nel nostro Paese.