Wi-Fi 7

Nonostante il Wi-Fi 6 ha incominciato solo in questi mesi ad essere supportato dai dispositivi di networking, dai laptop e dagli smartphone (Galaxy S10, Galaxy Note 10 e iPhone 11), l’Institute of Electrical and Electronics Engineers (IEEE) sta già sviluppando le specifiche che avrà il Wi-Fi 7, nuovo standard che dovrebbe portare una nuova rivoluzione nella comunicazione wireless.

Prima di analizzare nel dettaglio il Wi-Fi 7 e di cosa si tratta, vogliamo fare un piccolo passo indietro ricordandovi che la nuova nomenclatura delle varie versioni di Wi-Fi è stata adottata solo qualche mese fa con le seguenti equivalenze:

  • Wi-Fi 4: 802.11n
  • Wi-Fi 5: 802.11ac
  • Wi-Fi 6: 802.11ax
  • Wi-Fi 7: 802.11be

Wi-Fi 7 porterà le connessioni “multi-Gigabit” anche in wireless

Router WPA3Modem Libero

Lo scorso anno il gruppo IEEE ha creato un team di sviluppo per lavorare sullo standard 802.11be e sulla tecnologia Extremely High Throughput (EHT). Come suggerisce anche il nome, il primo obiettivo è portare le connessioni multi gigabit tipiche delle connessioni cablate Ethernet anche in wireless.

In particolare, in alcune bozze di progetto è emersa una banda massima teorica di ben 30 Gigabit distribuita su fino a 16 canali differenti. Il tutto con la capacità di fornire connessioni wireless Gigabit ad oltre 12 dispositivi in contemporanea.

Al cuore del progetto Wi-Fi 7 c’è poi una migliore gestione dei canali (frequenze vicine nello spettro) e l’utilizzo anche delle frequenze a 320 MHz. Se a ciò aggiungiamo un miglioramento della tecnologia MU-MIMO per focalizzare sempre più la potenza del segnale sui dispositivi che ne fanno richiesta, i router del futuro saranno in grado di gestire una quantità di dati impressionanti senza necessariamente passare per cavi fisici.

Wi-Fi 7: già in sviluppo il protocollo rivoluzionario nelle comunicazioni wireless 1

Al momento ci troviamo ancora in una fase iniziale in cui nulla è stato ufficializzato. Tuttavia ci sembra che non verrà apportata alcuna significativa miglioria alla banda messa a disposizione al singolo dispositivo ma le novità riguarderanno il supporto Gigabit a più dispositivi in contemporanea.

Uno standard ancora solo “sulla carta”

Chiaramente ci troviamo a diversi anni dall’effettiva adozione del Wi-Fi 7, dal momento che le specifiche non sono state ancora finalizzate e che il Wi-Fi 6 non ha ancora raggiunto una diffusione di massa. Le previsioni più ottimistiche parlano di un’approvazione dalla Wi-Fi Alliance prima del 2021, della produzione dei primi chip di test compatibili con il Wi-Fi 7 per il 2021 e dell’arrivo nei dispositivi consumer nel 2024.

Leggi anche: Novità Netgear ad IFA: ripetitori Wi-Fi, Orbi Mesh e un quadro digitale