Fox-intelligenza-artificiale-film-trailer

Torniamo a parlare nuovamente di intelligenza artificiale e, dopo esserci occupati della sua implementazione nel campo medico, nel campo dei computer e nel campo dei giochi, lo facciamo perlando di un ambito che non sospettavamo mai che potesse centrare qualcosa: il cinema. Fox, azienda che sta per venire acquisita da Disney per ben 71,3 miliardi di dollari, ha sviluppato un’intelligenza artificiale particolare che permette di scoprire, con ragionevole successo, se un film avrà successo o meno semplicemente analizzando il trailer.

I ricercatori della Fox hanno prodotto un sistema di apprendimento approfondito, con la collaborazione di Nvidia, in grado di prevedere chi avrà più probabilità di guardare un film basato sul trailer. Grazie all’addestramento che ha consistito nell’analisi di centinaia e centinaia di video trailer insieme con i metadati associati circa il budget usato e il successo ottenuto nel tempo, l’intelligenza artificiale può tracciare una connessione tra elementi visivi (come colori, volti, paesaggi e illuminazione) e le prestazioni di un film per determinati dati demografici. Un trailer con un sacco di personaggi e colori caldi può attirare un gruppo diverso da quello con un sacco di colori audaci e panorami ampi.

In particolare, l’approccio del deep learning utilizzato sembra già funzionare in condizioni reali. Mentre Fox ha usato i film esistenti come punto di riferimento, ha anche avuto successo nell’anticipare le prestazioni dei film futuri. Con un ragionevole margine di errore che si è ridotto sempre più col tempo, i segnali visivi in ​​un trailer di un film nuovo hanno dato un’idea di quale sarebbe stato il successo da lì a diversi mesi.

Chiaramente non è tutto rosa e fiori con l’utilizzo di questo metodo. Ad esempio, non acquisisce informazioni temporali (Fox usa un’esplosione dopo un inseguimento in auto come un esempio). Di fatto, in base a come viene montato il trailer e a come vengono enfatizzati i colori (nei trailer non si ha la stesso range cromatico dei film), la IA fa delle connessioni e stabilisce che tipo di successo potrebbe avere. Idealmente la IA combinerebbe sia le descrizioni video che quelle di testo per ottenere un senso più completo della storia.