Windows 10 October 2019 Update Windows Sandbox

Microsoft ha comunicato di aver rilasciato la primissima build della nuova versione di Windows 10, al momento conosciuta come 20H1 (il nome sta per la data prevista per il rilascio, ovvero prima metà del 2020). Windows 10 20H1 (build 18845) è disponibile al download per coloro sono iscritti al programma “Skip Ahead”.

Per chi non lo sapesse, il programma “Skip Ahead” è un po’ come il programma Canary su Chrome OS, ovvero quello in cui vengono sperimentate per prime le novità che arriveranno in futuro. Seppur si tratta del miglior modo per avere un’dea delle novità che arriveranno nelle future versioni di Windows 10, non è consigliabile a coloro che utilizzano il laptop o il PC desktop per motivi di lavoro o di scuola, dal momento che le novità inserite sono ancora agli albori e quasi sempre piene zeppe di bug.

Ad ogni modo, la principale novità che per adesso è stata introdotta in Windows 10 20H1 rispetto all’attuale versione stabile (October 2019 Update) è il supporto allo standard Unicode 12.0.

Con la build, gli Insider possono dare il loro primo sguardo alle emoji dello standard Unicode 12.0, finalizzato all’inizio di febbraio. Nella nuova build, tutte le emoji hanno parole chiave collegate per poterle ricercare più facilmente.

Per il resto, troviamo la risoluzione di diversi problemi:

  • Abbiamo risolto un problema che causava il blocco del driver audio Bluetooth Hands-Free.
  • Abbiamo risolto un problema che ha portato alcuni addetti ai lavori a non poter accedere alla sezione Quest dell’Hub Feedback.
  • Abbiamo risolto un problema che riduceva l’affidabilità del menu Start
  • Abbiamo risolto un problema che faceva arrestare in modo anomalo Microsoft Edge all’avvio.
  • Abbiamo apportato alcune piccole modifiche per rendere l’icona della guida in File Explorer  più visibile quando è attivato il tema scuro.
  • Abbiamo risolto un problema in cui in alcune lingue che creava problemi se si premeva WIN + V prima di aver attivato la cronologia degli appunti.
  • Abbiamo risolto un problema con la nuova tastiera Adlam che non consentiva di digitare alcune parole comuni.
  • Abbiamo risolto un problema in cui, durante la digitazione in vietnamita, la tastiera tattile utilizzava automaticamente la capitalizzazione automatica di ogni parola in alcune app.
  • Abbiamo risolto un problema che poteva provocare uno sfarfallio imprevisto se si utilizzavano la penna o il tocco in alcune app win32 per avviare una seconda istanza dell’app in modalità tablet.
  • Abbiamo risolto un problema che poteva causare l’arresto anomalo del DWM dopo aver attivato il contrasto elevato.
  • Abbiamo risolto un problema risultante in un’icona di sicurezza familiare inaspettata e non funzionale nell’area di notifica della barra delle applicazioni.
  • Abbiamo risolto un problema che poteva portare il testo della casella di ricerca sulla barra delle applicazioni a diventare nero su sfondo nero.
  • Abbiamo risolto un problema in cui il menu Start si arrestava in modo anomalo quando si utilizza Narrator per spostarsi tra le cartelle bloccate in Avvio.