Huawei Matebook 13 2020 recensione

Il Matebook X Pro 2020 è uno dei migliori notebook Windows 10 in circolazione ma è caro, per alcuni troppo caro. Per chi non vuole arrivare a spendere quelle cifre per un notebook premium, Huawei ha progettato il Matebook 13 in versione 2020 con processore AMD. Un portatile che riprende parecchi selling point della serie X Pro 2020 ma li declina in una fascia di prezzo decisamente più contenuta. Anche con il Matebook 13 2020 AMD, Huawei è riuscita a fare centro. Il prezzo invogliante non è altro che la ciliegina sulla torta di un notebook ingegnerizzato bene.

Huawei Matebook 13 2020 AMD design

Huawei Matebook 13 2020 design

Huawei Matebook 13 2020 è un notebook che, esteticamente parlando, dimostra molto più di quel che costa. Per fare un esempio pratico e per restare in famiglia Huawei/Honor, Matebook 13 2020 è costruito decisamente meglio di Matebook D14 e di Honor Magicbook, ha una lega di alluminio migliore, ha una cura dei dettagli più ricercata senza alzare il prezzo di listino. Ad onor del vero, il design di Matebook 13 2020 è da paragonare con il Matebook X Pro 2020 che costa più del doppio anche per la configurazione base.

Con un peso di circa 1,3 kg e uno spessore inferiore ai 15 mm, Matebook 13 2020 è un piacere da portare in giro. Può essere inserito in uno zaino senza problemi, può essere trasportato in una borsa senza preoccuparsi troppo degli urti o dei pericoli della frenetica vita quotidiana, lui resisterà senza problemi. Nota di merito per il sensore di impronte digitali, preciso, veloce e pratico.

L’ottima costruzione esterna si riflette anche all’interno con un sistema di raffreddamento decisamente importante se si considera che la Radeon Vega 8 è una scheda video integrata nella CPU. Ci sono ben due heat pipe e due ventole con il design proprietario di Huawei Shark Fin 2.0. Tra le altre cose, il modulo SSD M.2 può essere sostituito semplicemente rimuovendo la back cover.

Huawei Matebook 13 2020 porte

Ci sono ancora alcune scelte interessanti di cui discutere. La prima è sicuramente il formato 3:2 per il display, in questo modo sarà davvero un piacere lavorare con la stesura di testi lunghi grazie alla tastiera decisamente convincente. Meno convincente, invece, è la protezione in vetro del display che combatte poco i riflessi. Una copertura in vetro e senza antiriflesso potrebbe essere giustificata in presenza di un pannello touch ma in questo caso è assente.

In ogni caso, l’impatto complessivo di Huawei Matebook 13 2020 AMD è assolutamente positivo. Il notebook è elegante, leggero, facile da trasportare e con un form factor che punta più ad essere efficiente che spettacolare. In Matebook 13 non c’è la webcam pop up nella tastiera, è integrata nella cornice in alto del display come tutti i classici notebook per la gioia di chi odia le inquadrature dal basso. La dotazione di porte è striminzita, ci sono 2 USB-C e un jack audio. Necessario un dongle, in confezione c’è solo un adattatore USB-C a USB-A.

Huawei Matebook 13 2020 AMD tastiera e trackpad

Huawei Matebook 13 2020 tastiera

Matebook 13 2020 conferma la tradizione di ottime tastiere per i notebook Huawei. Non essendoci la fotocamera pop up, non c’è nessun tipo di personalizzazione da parte del brand se non il richiamo rapido per PC Manager. Per la fascia di prezzo a cui è proposto questo Matebook 13, la tastiera è un valore aggiunto.

I tasti sono ben distanziati, la costruzione è molto solida ed anche andando a forzare la stabilità dei keycaps, risultati ben incassati e solidi mentre la porosità del materiale utilizzato non è il massimo ma è comunque interessante. La corsa è netta, decisa e piacevole, anche il rimbalzo è immediato ed in combinazione con quanto già scritto, rendere questa tastiera perfetta per chi ha bisogno di scrivere velocemente. Anche durante le sessioni più lunghe di stesura risulta sempre comoda e non stanca facilmente. Buonissima anche la retroilluminazione.

Il trackpad è abbastanza preciso, discretamente scorrevole, non è in vetro come sul Matebook X Pro 2020 ma è comunque di uno step superiore rispetto ai Matebook D. Grazie alla vasta area di utilizzo riesce a fare bene il suo dovere anche se in alcuni casi non è possibile un tipo di utilizzo frenetico perché il click per tasto sinistro è riconosciuto solo nella parte bassa del touchpad. Anche il sound non è dei migliori ma al pubblico a cui è rivolto difficilmente interesserà il suono del trackpad.

Huawei Matebook 13 2020 AMD display e audio

Huawei Matebook 13 2020 display

Sebbene la cornice superiore sia un po’ più pronunciata per ospitare la webcam, Huawei definisce comunque il suo display un Full View, in fin dei conti il rapporto schermo-corpo è dell’88%. La diagonale è da 13” in 3:2 con tecnologia IPS e risoluzione 2K 2160×1440 pixel.

Il display sembra essere lo stesso della precedente generazione, un pannello prodotto da Chi Mei che soffre di un leggero backlight bleeding in prossimità dei bordi, fortunatamente non rovina in alcun modo la sua piacevolezza come supporto multimediale. Tutt’altro, Matebook 13 2020 ha dei colori brillanti, piacevoli ed assolutamente godibili per guardare video e serie tv con Netflix, Prime Video o semplicemente Youtube.

La copertura dello spazio colore sRGB è del 100%, la luminosità è di 300 nits anche se il sensore per l’adattamento automatico non è dei più precisi, tende ad essere sempre troppo conservativo. Chiaro, su questa fascia di prezzo non si può avere una calibrazione di spessore ma il vero segreto del display di Matebook 13 è il formato 3:2 e la risoluzione 2K, una combo perfetta per chi lavora in browser web scrivendo tanto e modificando documenti.

Display validissimo come supporto lavorativo, più che sufficiente come supporto multimediale anche grazie alla presenza di due speaker stereo posti sul profilo basso del dispositivo. I due speaker hanno un volume alto, ben definito ed in grado di accompagnare al meglio la visione di qualsiasi contenuto. La taratura degli speaker è quella solita dei notebook Huawei con Dolby Atmos, mirano più alla spettacolarità che alla precisione cristallina ma va benissimo così.

Huawei Matebook 13 2020 AMD scheda tecnica

Huawei Matebook 13 2020 scheda tecnica

Matebook 13 2020 AMD si ripresenta con una scheda tecnica valida ma che poteva essere resa eccellente con l’adozione della serie 4000 dei processori AMD. Per carità non c’è nulla che non vada nel Ryzen 3500U con Radeon Vega 8 integrata ma gli ultimissimi processori AMD lo avrebbero reso ancora più appetibile. Ecco le specifiche tecniche di Huawei Matebook 13 2020 AMD:

  • Processore Ryzen 5 3500U
  • Radeon Vega 8
  • 8/16 GB RAM DDR4 2133 MHz
  • 256/512 GB NVMe PCIe SSD
  • Display 13″ IPS, 2160×1440 pixel, 3:2
  • 2 speakers, 2 microfoni
  • Pop up camera 1 MP
  • Fingerprint sensor
  • 2 USB-C
  • Jack audio 3,5 mm
  • NFC
  • Batteria 41,8 Wh

Prima di parlare delle prestazioni che la versione in nostro possesso (Ryzen 5, 8 GB RAM, 512 GB SSD) riesce a mettere in gioco è il caso di segnale che anche sul Matebook 13, il partizionamento del disco è strano. Huawei ha diviso il disco in due partizioni, la principale per Windows e programmi da 80 GB e la secondaria da 380 GB per i dati. Il risultato sarà una veloce saturazione della partizione principale con conseguente segnale di “Spazio su Disco C in esaurimento”. Il problema è facilmente risolvibile tramite la seguente procedura:

  1. Cerca e apri la voce “Crea e formatta le partizioni del disco rigido”
  2. Cancella la partizione D
  3. Assegna la partizione non allocata al disco C

Consigliamo di fare subito questa procedura, prima di importare dati e applicazioni sul nuovo notebook perché verranno cancellati di dati sul disco. Ci vogliono meno di due minuti per fixare il partizionamento strano di Huawei. Non è ancora chiaro perché il brand non opti per un partizionamento migliore.

Huawei Matebook 13 2020 AMD prestazioni

Huawei Matebook 13 2020 prestazioni

Huawei Matebook 13 2020 ha delle prestazioni più che valide grazie al processore Ryzen 5 3500U. Il notebook è in grado di smaltire carichi di lavoro importanti anche se svolti sotto multitasking abbastanza pesante. Utilizzare Chrome, Photoshop, Word, Audacity e chi più ne ha più ne metta non è un problema, saltare da programma in programma senza vedere vistosi lag è un vero piacere.

Grazie al display in 3:2 farà sicuramente la gioia dei professionisti e degli studenti che si ritroveranno a lavorare non solo con molto più spazio in verticale ma anche con un sistema fluido in grado di operare con PDF importanti senza colpo ferire. Matebook 13 può essere considerata anche una buonissima macchina per i content creators emergenti che hanno bisogno di sperimentare con programmi come Photoshop, Premiere ed in generale tutte le applicazioni in 2D, le esecuzioni in 3D possono essere svolte con carichi di lavoro leggeri e tempi di risposta sicuramente meno piacevoli.

Huawei lavora sempre benissimo per quanto riguarda le prestazioni grazie ai due accorgimenti a cui presta molta attenzione. Il primo è il modulo SSD NVMe PCIe x4 di Western Digital che è in grado di dare un bel boost con velocità che si attestano sempre su valori di 3400 MB/s in lettura e 2700 MB/s in scrittura. Avere un modulo SSD così veloce in questa fascia di prezzo non è assolutamente scontato, così come non è scontato avere un sistema di dissipazione del calore così efficiente con due heat pipe e due ventole in grado di tenere le temperature sempre sotto i 72° su core.

Sebbene la gestione delle temperature permetta a questo Matebook 13 di dare prestazioni costanti anche in operazioni prolungate, non si possono fare i miracoli per il gaming. La Radeon Vega 8 non regge le sessioni di gioco in FullHD a meno che non accettiate di stare stabilmente sotto i 18 fps anche per titoli non troppo impegnativi come F1 2019. C’è da ammettere che abbassando la risoluzione in HD, i titoli più vecchi come GTA V girano un piacere a dettagli bassi mentre Fortnite o Call of Duty Warzone al minimo storico dei dettagli, hanno prestazioni ballerine ma comunque accettabili per chi è un giocatore alle prime armi. Un gamer vero non punterà mai ad un notebook del genere, il gaming entry level per questo Matebook 13 è un piccolo valore aggiunto non dovuto.

Huawei Matebook 13 2020 AMD benchmark

Le buonissime prestazioni trovano riscontro anche nei benchmark. Abbiamo provato a dare in pasto al Matebook 13 2020 la solita conversione di un file 4K (1 GB) in FullHD con Handbrake e la conversione è durata 6 minuti e 24 secondi, un risultato notevole per la fascia di prezzo. Come di norma ci siamo spinti oltre ed abbiamo osato un montaggio con Premiere di un file raw 8K girato da una camera professionale RED, il video dalla durata di 13 secondi è stato esportato in 4K H.264 in 2 minuti e 10 secondi netti ma, come ovvio che sia, Premiere con un file così pesante ha iniziato a mostrare nelle notevoli incertezze durante la preview in real time. Sotto stress le ventole partono, il suono è decisamente sordo e non danno alcun fastidio. Le temperature sono sempre sotto controllo con un picco massimo di 72°.

Il test 8K è un solito caso limite, nessuno andrà mai a utilizzare su un ultrabook di fascia media un file 8K RED ed allora abbiamo optato per un montaggio di file in 4K (sempre raw RED). La situazione con un montaggio in 4K migliora notevolmente anche se i problemi in live preview ci sono ancora, in ogni caso per la stessa lunghezza del filmato un file 4K è stato esportato in 1 minuti e 55 secondi. Anche i benchmark più conosciuti hanno restituito dei risultati di certo non brillanti ma onesti per questo Huawei Matebook 13 2020. Ecco i risultati di 3DMark, PCMark, CrystalDiskMark, Cinebench, Blender e Geekbench:

Huawei Matebook 13 2020 AMD software

Huawei Matebook 13 2020 software

Windows 10 Home a bordo di Matebook 13 2020 si mostra in una versione pulita, liscia e senza applicazioni preinstallate di troppo. Come al solito per i notebook del brand si trovano solo le utilities come Huawei PC Manager e Huawei Share.

Huawei PC Manager è un semplice software di gestione generale del pc, comodo soprattutto per tenere aggiornati i driver senza doverli cercare dovunque in rete. Tra le altre funzioni c’è la possibilità di avviare una verifica hardware per cercare e risolvere problemi, ove non possibile c’è uno spazio dedicato all’assistenza e allo stato della garanzia. Aggiunge qualche scorciatoia rapida per screenshot e registrazione dello schermo.

Huawei Share è una vera comodità per chi ha uno smartphone Huawei con EMUI dalla versione 9.1 in poi. Grazie al chip NFC sarà possibile scambiare foto, video e ogni tipo di file tra smartphone e computer semplicemente poggiando lo smartphone sul tag NFC sfruttando il Wi-Fi Direct. Una soluzione comodissima ed enfatizzata anche dalla feature Multi-screen collaboration che consente di duplicare l’interfaccia dello smartphone sul desktop e controllarla via puntatore supportando anche il drag and drop e la copia del testo.

Huawei Matebook 13 2020 AMD autonomia

Huawei Matebook 13 2020 autonomia

Molto interessante l’autonomia di Matebook 13 2020, del resto la gestione energetica è sempre un punto di forza dei prodotti Huawei. La capacità della batteria è da 41,8 Wh (3300 mAh @ 12,65 V) e può essere ricaricata in maniera rapida grazie all’alimentatore compatto da 65 W con USB-C in grado di ricaricare anche smartphone e tablet, generalmente nelle condizioni migliori riesce a ricaricare del 35% il notebook in 20 minuti.

La durata della batteria è solida, questo notebook riesce sempre a coprire una giornata lavorativa con un tipo di utilizzo misto fatto di Chrome, di video in streaming, di programmi di grafica e stesura testi offline. In particolare con una luminosità del 70% ed un volume audio impostato al 60% Matebook 13 2020 AMD raggiunge questi risultati di autonomia reale:

  • Riproduzione streaming 4K Amazon Prime Video: 5 ore e 45 minuti circa
  • Lavoro in Chrome 5 tab + Youtube in background: 5 e 20 minuti ore circa
  • Utilizzo Photoshop: 5 ore circa
  • Utilizzo offline con Word: 8 ore circa
  • Utilizzo gaming: 1 ora e 50 minuti circa

I seguenti dati vanno presi come indicativi, come per ogni test della batteria ci possono essere tantissimi valori che potrebbero far variare i risultati del test. In ogni caso, è chiaro che Matebook 13 2020 non ha nessun problema di autonomia e può essere considerato una macchina su cui fare affidamento per tutta la giornata lavorativa. In fondo, l’alimentatore è poco più grande di quello dello smartphone, la portabilità è estrema.

Huawei Matebook 13 2020 AMD conclusioni

Huawei Matebook 13 2020 prezzo

Più volte durante l’intera review si è tirato in ballo il prezzo e la sua collocazione nella fascia media del mercato. C’è però da fare un passo indietro per quanto riguarda la valutazione complessiva di Matebook 13 2020 con processore AMD Ryzen. Lo scorso anno, il Matebook 13 2019 è stato posizionato sul mercato a partire da 999 Euro nella versione base ed era già un discreto prezzo considerando la sua diretta discendenza dalla linea flagship X Pro.

Il punto quest’anno è diverso perché Huawei ha quasi tagliato il prezzo, andandolo ad inserire nella fascia media del mercato senza fare nessuna rinuncia hardware. In parole povere, Huawei Matebook 13 è nella fascia media del mercato ma appartiene per sua natura ad una fascia più alta. Questa mossa di Huawei rompe le regole del mercato, Matebook 13 2020 vale decisamente di più e chi lo sceglierà se ne renderà conto molto velocemente.

Il prezzo di partenza è di 599 Euro per Matebook 13 AMD, un bel taglio di prezzo rispetto alla precedente generazione. Per quel prezzo si porta a casa un notebook con una design invidiabile e con una costruzione interna in grado di smaltire per bene il calore per esaltare le prestazioni dure, anche quelle per cui lui non è stato progettato. Sempre per quel prezzo il display in 3:2 con risoluzione 2K è decisamente un caso raro sul mercato, così come anche la tastiera precisa, rapida ed efficiente. Il tutto senza sacrificare la portabilità ed una durata della batteria affidabile. Mai valutazione fu più facile, Huawei Matebook 13 2020 AMD è assolutamente da prendere ad occhi chiusi.

Consigliarlo è semplice anche in vista dei piccoli difettucci che comunque ci sono, il sensore di luminosità non è il massimo, la dotazione di porte è un po’ striminzita, il touchpad non è in vetro, la partizione della memoria è sempre strana ed in fin dei conti ci poteva stare anche un corposo upgrade hardware con i Ryzen serie 4000. Sono delle considerazioni da fare per dovere di cronaca perché se si guarda alla proposta generale di questo notebook, è chiaro che i difetti diventano delle inezie in confronto al prezzo a cui viene proposto.

Si, anche al netto dei piccoli difettucci, Huawei Matebook 13 2020 AMD è il notebook da puntare visto l’enorme rapporto qualità-prezzo. Potrebbe essere una macchina perfetta per i professionisti che non hanno bisogno di chissà quale potenza, potrebbe essere un giusto investimento per chi vuole imparare a creare contenuti e vuole avviare un progetto personale low budget. In realtà è un notebook adatto a tutti, chi lo sceglierà avrà la sensazione di aver speso bene i propri soldi, fin dal primo contatto.

Scatti realizzati con Canon EOS M6 Mark II – Acquista su Amazon