Spesso e volentieri quando si parla di ottimizzare la connessione per il gaming, si pensa di poter fare un vero e proprio cambio di passo in termini di velocità nuda e cruda. La realtà è molto diversa da quello che, purtroppo, spesso si legge online, ma ci sono sicuramente dei buoni trucchi da tenere a mente quando si vuole migliorare la propria esperienza di gioco online.

Attenzione massima anche ai dettagli, è importante avere già un buon hardware di base che possa sfruttare bene la propria connessione per il gaming. Se c’è bisogno di avere un buon set up casalingo per sfruttare tutto al massimo, ovviamente ci sono poi delle best practice per migliorare ulteriormente la connessione cablata o Wi-Fi per il gaming, sia che questo avvenga su PC che su PS5, Xbox o Switch.

Ottimizzare la connessione per il gaming: cos’è il ping e perché è importante

fibra ottica tiscali

Partiamo con una premessa, se la connessione di casa non è di buon livello, c’è davvero poco che si può fare, inutile dare false speranze. Per giocare bene serve una connessione da almeno 35 Mbps, un risultato che si spera possa essere ormai raggiunto in tutta l’Italia.

Sebbene una buona velocità della connessione sia la base per il gaming, non è però il valore da tenere sotto osservazione quando si parla di gaming online. Il ping è il primo indiziato se, quando giocate, avete dei ritardi, lag o problemi vari. Il ping, misurato in millisecondi, è il tempo impiegato dal pacchetto dati per raggiungere la sua destinazione dal preciso istante in cui viene inviato.

Facile immaginare che più il valore del ping (misurato in millisecondi o ms) è basso, più sarà fluida la nostra sessione di gioco online. Se il valore del ping è particolarmente alto in termini di millisecondi, allora anche l’esperienza online sarà intaccata da quel valore. Facciamo un esempio, se attraverso un semplice Speedtest, come quello di Ookla, il valore del ping è superiore a 100 ms vorrà dire che durante la nostra sessione online avremo un ritardo degli input superiore a 100 ms.

Offerta

Apple iPhone 15 (128 GB)

749€ invece di 979€
-23%

Se pensato che 100 millisecondo siano pochissimi e che non sia possibile rendersene conto, provate a chiederlo a chi gioca su titoli eSport in maniera competitiva. Purtroppo il ping è il nemico numero uno del gaming ed abbassare quel valore è la nostra missione principale ma non l’unica. In ogni caso, per avere un riferimento generico sul miglior valore ping per giocare, ecco un piccolo schema per capire come valutare lo stato della propria connessione per il gaming.

  • ping 1-20 ms: lo sweet sport per giocare competitivo, il massimo desiderabile.
  • ping 20-50 ms: buon valore ma migliorabile. Nessun problema in gioco.
  • ping 50-100 ms: valore nella media. Dovresti migliorare il valore, potresti incontrare lag o ritardi nel gioco.
  • ping 100-250 ms: valore scarso. Riuscirai a giocare ma con uno svantaggio percepibile.
  • ping oltre i 250 ms: valore troppo basso per giocare online a qualsiasi cosa in maniera godibile.

Perché va male la connessione in gaming

Come ottimizzare la connessione per il gaming: tutte le strade possibili 4

Se il tuo valore di ping o anche di download/upload è troppo scarso nonostante la tua connessione sia buona, c’è qualcosa che non va. I problemi di connessione in gioco possono essere molteplici e di svariata natura. Potresti avere un modem router non in grado di sfruttare tutta la connessione effettivamente a tua disposizione, in quel caso il tuo è un problema hardware.

Potresti avere un router o un PC/console con una generazione del Wi-Fi superata o scarsamente compatibile con i dispositivi utilizzati. Oppure potresti avere un cavo Ethernet obsoleto e che non riesce a trasmettere la mole di dati che hai a disposizione.

Ancora, potresti aver posizionato il modem router in una zona della casa troppo distante dalla tua postazione di gioco ed avere un segnale così scarso con un conseguente ping basso. In casi più gravi potresti avere una connessione sì buona ma sufficiente solo per un singolo utilizzo per volta. Esempio: tu vuoi giocare a Fortnite ma gli altri componenti della casa stanno guardando un film in streaming o stanno occupando la banda in altro modo.

Migliorare la connessione per il gaming in pochi step

ASUS ROG Hyperion GR701 White Edition

Di fronte ad un problema di connessione scarsa per il gaming non c’è solo una strada da seguire, si va a tentativi prima di arrivare ad una conclusione. La prima cosa da fare è preferire assolutamente una connessione cablata indipendentemente che si giochi su PC o console.

Una connessione cablata permetterà in genere di abbassare il ping, ridurre latenza ed in alcuni casi poter sfruttare il massimo della banda disponibile. Purtroppo in tanti però non hanno il router vicino alla propria postazione di gioco. Questo è un problema risolvibile con delle power line o con l’intervento di un tecnico specializzato che possa tirare un cavo ethernet facendolo passare per la rete elettrica di casa , in quanto richiede una manualità non comune.

Se per migliorare il problema della connessione in gaming il primo step da fare è utilizzare una connessione cablata, potreste tuttavia essere impossibilitati. In questo caso meglio passare allora direttamente ad una soluzione definitiva per migliorare la connessione come cablare tutta casa oppure usare un sistema Wi-Fi Mesh.

Il secondo step da fare per migliorare la connessione in gioco è il cambio di DNS. Il DNS, Domain Name System, è per farla semplice, la rubrica del web, permette decodifica dei domini classici in numeri in modo da utilizzare internet nella maniera più semplice e naturale, come lo facciamo noi, rispetto a quella numerico matematica.

Fare un cambio di DNS non è difficile, generalmente per tutti i sistemi si va in impostazioni di rete, si va in proprietà e si modifica il DNS. Più difficile scegliere quale DNS è meglio per il gaming, ecco i due migliori DNS più sicuri ed affidabili non solo per il gioco ma da utilizzare sempre:

  • DNS Cloudflare primario: 1.1.1.1
  • DNS Cloudflare secondario: 1.0.0.1
  • DNS Google primario: 8.8.8.8
  • DNS Google secondario: 8.8.4.4

I DNS Cloudflare e Google sono i migliori in circolazione ed è consigliato switchare su di loro. Al fine delle pure prestazioni del ping, però, è molto più importante per migliorare la connessione per  il gaming in maniera gratuita, scegliere bene il server di gioco.

Quando si gioca online, spesso il Matchmaking può mettere in contatto anche giocatori molto distanti tra di loro, spesso di nazioni o continenti diversi. Per questo motivo è bene, dove possibile nel proprio gioco eSport preferito multiplayer online, selezionare il server localizzato in una posizione quanto più vicina a noi. Solitamente per i giocatori italiani, i server europei sono settati di default ma se volete ottimizzare la connessione per il gaming andate a selezionare manualmente il server di gioco più appropriato alle vostre esigenze ma soprattutto che sia più vicino possibile a voi.

Ottimizzare definitivamente la connessione per il gaming

ASUS ROG Rapture GT6

Se non siete riusciti a migliorare la connessione per il gaming con questi piccoli trucchi e consigli, avvicinando il router, collegando il cavo, con il cambio DNS e così via, il motivo è uno: avete bisogno di cambiare hardware.

Fino a questo momento abbiamo evitato di parlare troppo delle colpe del Wi-Fi e dei router tradizionali (quelli che magari vengono lasciati in comodato dal proprio operatore) perché in fondo, se la connessione è buona e potete utilizzarla via cavo, la situazione è migliorabile.

Però è chiaro che la comodità del Wi-Fi è indiscutibile e fortunatamente l’avanzamento tecnologico consente anche a chi non può fare a meno del Wi-Fi per giocare, di avere una connessione per il gaming stabile, potente e assolutamente convincente anche per titoli eSport dove il millisecondo conta.

In generale un router Wi-Fi “tradizionale” si basa su un singolo punto di accesso per irradiare il segnale wireless in giro per la casa. La potenza, la qualità e la velocità del segnale calano man mano che ci si allontana dal router e avere la postazione gaming lontana dal router è un problema.

In tanti provano a risolvere con un Wi-Fi extender, spesso disponibile a pochi euro su Amazon. Questa tuttavia non è la soluzione migliore ma solo un modo spesso poco efficace per tamponare il problema. L’intensità di connessione che viene irradiata dal router perde di velocità già solo con l’aumentare della distanza tra la postazione gaming e il router stesso, perciò con un Wi-Fi extender economico c’è un ulteriore collo di bottiglia che dimezza le velocità e fa aumentare a dismisura il ping, nemico numero uno del gaming.

Per ottimizzare definitivamente la connessione per il gaming è necessario puntare ad un router di qualità, meglio ancora se un router “estendibile” o un sistema Wi-Fi Mesh, il vero cambio di passo nella distribuzione del segnale wireless fino alla vostra postazione gaming, ovunque essa sia posizionata in casa. Un router estendibile o compatibile Mesh è costituito da uno o più nodi interconnessi che collaborano per creare una copertura di rete omogenea, senza perdita di velocità in download e upload. In un sistema Wi-Fi Mesh non esistono colli di bottiglia.

ROG Rapture GT-AXE16000

Se dunque la propria priorità è giocare, esistono dei router Wi-Fi Mesh pensati per ottimizzare la connessione per il gaming. Prendiamo ad esempio il ROG Rapture GT-AXE16000, con tutta probabilità il router Wi-Fi Mesh più evoluto e potente, la vera soluzione definitiva che ogni gamer potrebbe desiderare.

Con uno o più router Wi-Fi Mesh, infatti, si vanno ad eliminare tutti i colli di bottiglia che si possono creare in una rete Wi-Fi e che possono impattare negativamente sulle performance della nostra connessione di gioco. In questo caso, l’ASUS ROG Rapture GT-AXE16000 viaggia su tecnologia Wi-Fi 6E con velocità altissime e ben quattro bande di frequenza con la 5 GHz e la 6 GHz in grado di dare il massimo, espandendo efficacemente la rete Mesh.

Senza entrare nel tecnico, un router Wi-Fi Mesh come ASUS ROG Rapture GT-AXE16000 permette anche la LAN e WAN aggregation per sfruttare il massimo della connessione disponibile dal proprio operatore, insomma è il massimo dal punto di vista tecnico, prestazionale e di sicurezza.

Ma è quando si parla di gaming in senso stretto che un router pensato per il gioco come questo ASUS ROG Rapture GT-AXE16000 riesce a fare la differenza. Praticamente un device plug and play con accelerazione di gioco a tre livelli:

  1. Priorità per PC Gaming e console
  2. Priorità dati dal priorio PC gaming fino al server di gioco
  3. VPN Gaming per avere la strada libera fino al server di gioco (giochi eSport già ottimizzati)

In poche parole, puntare ad un router estendibile Wi-Fi Mesh già ottimizzato per il gaming vi permetterà di evitare tutte quelle ottimizzazioni da fare manualmente entrando nelle impostazioni del router come ad esempio attivare il QoS (quality of service) o di dedicare porte per PC Gaming o console.

Come ottimizzare la connessione per i giochi: conclusioni

Ally ASUS ROG

Dopo aver fatto un viaggio nello sconosciuto mondo dell’importanza di una buona connessione per giocare al meglio e magari in modo competitivo, è il momento di trarre le conclusioni. La base di partenza è sempre la stessa: dovete munirvi di una buona connessione, possibilmente Fibra.

Se anche con una buona connessione continuate ad avere problemi in gaming, è il caso di investigare per capire come ridurre il ping. Una volta fatte tutte le prove e le controprove del caso, non resta che aggiornare il proprio hardware. Purtroppo, in molti sottovalutano l’importanza di un buon router Wi-Fi Mesh ottimizzato per il gaming e non solo. Ci sono parecchi gamer che, pur avendo una connessione Fibra, non riescono a sfruttarla a dovere a causa di un router tradizionale o obsoleto, spesso quello che viene fornito dal provider.

Chiaramente, l’investimento su un router Wi-Fi Mesh come l’ASUS ROG Rapture GT-AXE16000 è impegnativo, ma è sicuramente lo step giusto per avere un sistema che possa rispondere meglio alle esigenze attuali e future. Più si punta al top e più i costi si alzano, un PC Gamer questo lo sa bene. Volendo però, si può puntare anche a linee di prodotto meno impegnative, ma comunque altrettanto efficaci. ASUS stessa offre una vasta gamma di router estendibili Wi-Fi Mesh, non solo della linea ROG, specificamente indirizzati al gaming e non, per soddisfare qualsiasi esigenza e fascia di prezzo.

Al link di seguito si possono trovare diverse proposte per rinnovare e potenziare la propria rete domestica, tutte utili per aiutare ad ottimizzare le vostre connessioni di gioco e non solo:

Ulteriori suggerimenti su come risolvere diversi problemi di rete, utili non solo per il gaming, sono disponibili a questo altro link: