Microsoft Surface Pro X

Durante l’evento di quest’oggi che ha visto la presentazione dei Surface Laptop 3 e del Surface Pro 7, Microsoft ha voluto calare il proprio asso nella manica presentando anche il Microsoft Surface Pro X. Si tratta di un dispositivo estremamente leggero, pensato per la produttività in mobilità e dotato del SoC ARM custom Microsoft SQ1.

Microsoft ha collaborato assiduamente con Qualcomm negli ultimi anni per ottimizzare al meglio il sistema operativo Windows 10 per le CPU con architettura ARM. La presentazione di un dispositivo Surface con CPU ARM era nell’aria da diversi mesi ma tutti ci aspettavamo la presenza del SoC Qualcomm Snapdragon 8cx. E invece, Microsoft ha voluto fare tutto da sé.

Microsoft Surface Pro X: specifiche tecniche

Partendo dalle caratteristiche fisiche, il nuovo arrivato ha un PixelSense Display da 13 pollici ed è spesso appena 5,3 millimetri. Le cornici sono estremamente sottili e tutto ciò nel complesso ha reso possibile avere una scocca che pesa appena 762 grammi.

Microsoft Surface Pro X: specifiche tecniche

Il display è di altissima qualità, con una risoluzione di 2.880 x 1.920 pixel, con una densità di 267 pixel per pollice e un contrasto di 1400:1 (ciò significa che non è uno schermo di tipo OLED).

Passando adesso all’analisi del SoC Microsoft SQ1, seppur il brand Qualcomm o Snapdragon non è presente, durante la presentazione Panos Panay lo ha definito con “DNA Snapdragon“, il che conferma la stretta collaborazione con Qualcomm.

Non abbiamo ancora i dati ufficiali ma dovrebbe trattarsi di un SoC molto più grande rispetto a quelli che tipicamente troviamo sugli smartphone. Questo perché le dimensioni da 13 pollici consentono di avere una superficie per la dissipazione passiva del calore molto più ampia.

In termini di potenza, il nuovo Microsoft SQ1 può contare su un TDP di 7W (rispetto ai 2W tipici dei modelli per smartphone) e su una GPU che raggiunge addirittura i 2 TFLOPS (le performance per watt sono migliori fino a 6 volte rispetto a Surface Pro 6). Il SoC è dotato anche di un modem LTE che permette di avere un’esperienza always-connected.

Microsoft Surface Pro X e Surface Slim Pen

Uscendo al di fuori del Surface Pro X troviamo la Surface Slim Pen, nuova generazione di stylus che si adatta perfettamente con la Type Cover studiata ad-hoc per questo nuovo modello, visto che si incastra nella parte alta della tastiera.

Un po’ come succede con i Galaxy Note di Samsung, non appena la Surface Slim Pen viene rimossa dal suo alloggiamento, Windows 10 on ARM mostra una notifica pop-up che consente di accedere a un menu rapido per il disegno, le note o per le app dedicate (come ad esempio Whiteboard).

Microsoft Surface Pro X: prezzi e disponibilità

Purtroppo non abbiamo ancora alcuna indicazione circa l’arrivo nel mercato italiano di questo nuovo dispositivo. Negli USA però, i pre-ordini sono già iniziati con la disponibilità effettiva data dal 5 novembre. I prezzi partiranno da 999 dollari.