Microsoft Surface doppio display

Lo sviluppo di un prodotto hi-tech impiega sempre più tempo, motivo per cui le varie aziende devono seguire quello che sembra un iter non scritto fatto di brevetti, sperimentazioni, prototipi e ottimizzazione software. A questo proposito, Microsoft sta lavorando ormai da tempo a un dispositivo Surface che coniughi portabilità, potenza e innovazione. In altre parole, un ultrabook con doppio display e connettività LTE/5G.

Microsoft Surface “Centaurus”

Microsoft ha iniziato a mostrare il nuovo Surface dual-screen all’interno dell’azienda. Fonti che hanno familiarità con i piani di Microsoft hanno riferito che la società ha recentemente tenuto un evento interno dove ha mostrato un video sfrigolante per i nuovi dispositivi Surface e il prototipo a doppio schermo. Sembra addirittura che i dipendenti abbiano anche formato lunghe file per dare un’occhiata più da vicino a questo nuovo dispositivo Surface.

Nome in codice Centaurus, il nuovo progetto innovativo per la linea Surface è in fase di sviluppo ormai da circa due anni, ed è stato pensato per essere il dispositivo di punta per un’onda di nuovi ibridi tablet / laptop dual-screen. Microsoft stava lavorando su un dispositivo Surface “tascabile” di piccole dimensioni con nome in codice Andromeda (il tanto chiacchierato Surface Phone), ma la società ha interrotto il proprio lavoro a favore di spingere per qualcosa di più grande (Centaurus).

Centaurus sarà anche uno dei primi dispositivi con Windows Lite quando l’azienda lo metterà in produzione. Microsoft sta preparando una nuova versione leggera di Windows per dispositivi dual-screen per meglio concorrere con i Chromebook. “Windows Lite,” come nome in codice che abbiamo scovato in passato, è una versione più ridotta e leggera di Windows.

Project xCloud

Accanto a Centaurus, Microsoft ha anche mostrato una versione funzionante di xCloud, ovvero il servizio di game streaming che andrà a competere con Google Stadia e PlayStation Now. Microsoft presenterà più dettagli su xCloud e prove pubbliche all’evento E3 di domenica prossima. Il concetto di cloud gaming è potenzialmente rivoluzionario se ben implementato e supportato che eliminerà qualsiasi barriera legata alla potenza dei vari dispositivi e permetterà di godersi anche titoli tripla A su smartphone di fascia bassa.