Volkswagen Dune baggy elettrica I.D. Buggy

Una delle auto più iconiche degli anni 60′ è senza dubbio la Dune Buggy, resa famosa in Italia soprattutto dal film “Altrimenti ci Arrabbiamo” di Bud Spencer e Terence Hill. Avanti veloce al 2019, al Salone di Ginevra il colosso tedesco Volkswagen ha presentato una versione 2.0 della dune buggy totalmente elettrica.

Basata sulla piattaforma MEB (Modulare E-Antriebs-Baukasten) e chiamata ufficialmente I.D. Buggy, la nuova arrivata ha lo scopo di creare un po’ di nostalgia del passato senza però rinunciare alla modernità delle auto elettriche.

Volkswagen presenta una "dune buggy" elettrica da 201 cv e 287 KM di autonomia 1

Dotata di una batteria agli ioni di litio da 62 kWh che è integrata nel pavimento della carrozzeria (garantendo un perfetto baricentro) e abbinata a un motore elettrico da 201 cavalli posto nella parte posteriore, stando ai dati ufficiali garantisce un’autonomia di 287 KM sul ciclo WLTP (il nuovo standard più severo dell’UE per misurare la gamma EV).

Sulle strade asfaltate, dune buggy totalmente elettrica può scattare da zero a 100 KM/h in 7,2 secondi. La velocità massima invece è controllata elettronicamente a 160 KM/h.

Volkswagen presenta una "dune buggy" elettrica da 201 cv e 287 KM di autonomia 2

Il design minimalista – nessuna portiera, tetto o sistema di infotainment su questa biposto – lascia che i guidatori sentano e apprezzino tutto il paesaggio che li circonda. Inoltre, proprio come la versione originale degli anni 60′, è altamente modificabile.

Secondo VW, è una pura biposto che può essere convertita in quattro posti. Un altro motore elettrico può essere aggiunto all’asse anteriore per rendere possibile la trazione integrale. Infatti, la parte superiore della carrozzeria può essere completamente staccata dal telaio MEB, aprendo un mondo di possibilità per i produttori di terze parti.

Volkswagen presenta una "dune buggy" elettrica da 201 cv e 287 KM di autonomia 3

Purtroppo al momento non abbiamo informazioni circa l’arrivo sul mercato della I.D. Buggy e soprattutto sul suo prezzo di vendita.

Parlando più in generale della piattaforma MEB, Volkswagen ha investito moltissimo sull’elettrificazione tanto che ha intenzione di venderne 10 milioni di unità entro qualche anno.