Lucio Battisti

Attraverso una decisione storica presa dal liquidatore della società “Edizioni Musicali Acqua Azzurra” che custodisce il “tesoro” dei 12 album storici cantati da Lucio Battisti e scritti da Mogol, adesso tale musica potrà venir ascoltata attraverso Spotify, Apple Music, Amazon Music e altri servizi di streaming.

50 anni dopo il primo 33 giri, uscito il 5 marzo 1969, a breve tutte le più grandi canzoni della coppia Battisti-Mogol saranno disponibili sulle piattaforme di streaming musicale.

Al momento non sappiamo esattamente quando tutti i 12 album dell’artista saranno messi a disposizione dei milioni di ascoltatori ma sicuramente adesso si tratta di un’attesa molto più dolce.

C’è da dire comunque che molto probabilmente vi sarà l’opposizione degli eredi del cantante, moglie e figlio, che hanno la maggioranza di Acqua Azzurra e da sempre impongono la diffusione del repertorio solo attraverso supporti fisici.

É bene ricordare che non sarà un esordio assoluto per la musica di Lucio Battisti nelle piattaforme online. Al di là dei numerosi video presenti su YouTube, lo scorso settembre vi comunicammo che Spotify era stata caricata una selezione di canzoni di Lucio Battista, fra cui l’album Éxitos en Español (Remastered) con 22 canzoni cantate in spagnolo e successivamente l’album Il meglio di Lucio Battisti (Remastered) contenente 16 delle canzoni più belle dell’artista. In tal caso però si trattava di musica caricata senza il diretto permesso di chi detiene i diritti, probabilmente da “un hacker che amava Lucio Battisti”, tanto che sono state tutte rimosse.