Microsoft Edge beta

Il conto alla rovescia è iniziato nella giornata di ieri: tra un anno esatto, il 17 agosto 2021, Microsoft scriverà la parola “Fine” sul supporto di Internet Explorer 11 su applicazioni e servizi di Microsoft 365, come ad esempio Office 365, OneDrive, Outlook e tutti gli altri.

A dire il vero il percorso di avvininamento alla fine vivrà una tappa importante già nel 2020: a partire dal prossimo 30 novembre, infatti, terminerà il supporto a Internet Explorer 11 da parte della web app di Microsoft Teams.

A dirla tutta, il lungo addio a Internet Explorer va avanti da un bel po’ e non ha mancato di lasciare traccia di sé anche in Microsoft Edge. A questo proposito, la casa madre auspica che la legacy mode presente nel nuovo ed apprezzato Microsoft Edge sia d’aiuto soprattutto per i vecchi siti web che non sono stati ancora aggiornati.

Anche da questo punto di vista, comunque, c’è poco da cullarsi sugli allori: la legacy mode menzionata rimarrà sfruttabile soltanto fino a quando non verrà meno il supporto a Internet Explorer anche da parte di Windows 10.

Se da una parte la compagnia di Redmond spera che la fine del supporto in seno a Microsoft 365 costituisca una spinta significativa a lasciarsi il passato alle spalle e ad abbracciare il nuovo Edge basato su Chromium, c’è anche un’altra data di scadenza già fissata: il supporto della legacy version di Microsoft Edge giungerà al capolinea il 9 marzo 2021, dopodiché non riceverà più aggiornamenti di sicurezza.

Insomma, il futuro è tutto del nuovo Microsoft Edge con base Chromium e la casa madre, che da anni sta lavorando per staccarsi definitivamente dal bistrattato Internet Explorer prima e dal vecchio Edge poi, ha già messo le cose in chiaro: sarà questo il browser di riferimento presente su tutti i nuovi dispostivi e nei futuri aggiornamenti di Windows.

Potrebbe interessarti anche: Il nuovo Microsoft Edge su PC e smartphone Android (video)