Facebook Libra

Facebook Libra non è ancora nemmeno entrata in vigore fra le criptovalute del mercato ma sul web stanno spopolando moltissime truffe che propongono l’acquisto della moneta virtuale a prezzi stracciati.

Sembra proprio che le truffe siano inizializzate mediante della pubblicità acquistata regolarmente sul social network: una volta attirata l’attenzione di potenziali “clienti”, i truffatori propongono l’acquisto di Libra a prezzi stracciati, sottolineando come si tratti di un’offerta speciale pre-lancio.

Una di queste truffe sembra essere collegata ad un sito chiamato BuyLibraCoins.com, anche se sono molte le segnalazioni riguardanti anche siti web con il dominio Calìbra.com.

Elka Looks in una nota al Washington Post  ha riportato: “Facebook rimuove le pubblicità e le pagine che violano le politiche aziendali e si impegna costantemente per migliorare il rilevamento di truffe sulle proprie piattaforme“.

La situazione di Facebook e della criptomoneta Libra è molto fragile al momento, con il Governo USA che ha tutte le intenzioni di non permettere la sua proliferazione per timori legati alla sicurezza economica del dollaro.

Facebook non ha certo un registro di fiducia idilliaco negli ultimi anni, con numerosi scandali legati alla sicurezza dei dati e alla privacy dei propri utenti. Resta da vedere se Libra, quando nel 2020 dovrebbe fare il suo debutto, potrà contare su una popolarità nei mercati in cui sarà disponibile oppure prevarrà la diffidenza che sembrano avere molti, nonostante Libra sia un progetto open source gestito non da Facebook ma dalla Libra Association con sede in Svizzera.

Prima di lasciarvi, vi consigliamo di leggere il nostro articolo di approfondimento sulla sicurezza, sulla privacy e sulla tassazione a cui andrà incontro Libra.

VAI A: Facebook Libra e Calibra: come funzioneranno, le tasse e i sistemi anti frode