YouTube Originals

Annunciato a maggio, il lancio di YouTube Music e il nuovo YouTube Premium hanno iniziato a diffondersi ampiamente dopo un mese in diversi paesi (adesso disponibili anche in Italia). Oltre ai video senza pubblicità, una grande parte di quest’ultima esperienza è l’accesso agli YouTube Originals, ovvero show e serie TV prodotti direttamente da Google. Tuttavia, la piattaforma potrebbe passare a un modello supportato da pubblicità per il futuro degli YouTube Originals.

Secondo The Hollywood Reporter, YouTube sta “spostando la sua strategia” e forse rendendo i contenuti premium liberi di essere guardati, sostituendo il ritmo economico degli abbonamenti con la pubblicità. Ecco allora che il report di Bloomberg dello scorso febbraio secondo cui la divisione di Google ha limitato i budget dei contenuti per gli YouTube Originals assume maggiore senso.

Il rapporto di oggi afferma che YouTube sta facendo un passo in avanti ridimensionando i contenuti originali nel 2020. D’altronde, anche adesso gli investimenti di YouTube per i contenuti originali sono di centinaia di milioni all’anno rispetto ai diversi miliardi di Amazon e Netflix.

É probabile quindi che gli spettacoli in sviluppo siano messi a disposizione del pubblico in maniera gratuita, come parte di un ritorno alla strategia collaudata di YouTube dei contenuti supportati dalla pubblicità. In pratica, questo potrebbe comportare il rilascio di episodi ogni settimana e la possibilità di fare binge watching per chi è abbonato a YouTube Premium.

Ricordiamo che negli USA YouTube permette di accedere a centinaia di film in maniera del tutto gratuita, proprio grazie agli annunci pubblicitari che aiuta a sostenere il costo e le entrate.