ipados

Apple ha ufficialmente rilasciato l’aggiornamento iPadOS 13.1, il nuovo sistema operativo dedicato al Tablet della mela. Prima di vedere le novità ecco la lista completa dei dispositivi compatibili:

  • iPad Pro (11 pollici)
  • iPad Pro di 3a GEN (12.9 pollici)
  • iPad Pro (10.5 pollici)
  • iPad Pro di 3a GEN (12.9 pollici)
  • iPad di 5a GEN e di 6a GEN
  • iPad Mini di 5a GEN
  • iPad Air di 3a GEN
  • iPad Mini 4
  • iPad Air 2
  • iPad Pro (9.7 pollici)
  • iPad Pro (12.9 pollici)

Con iPadOS viene per la prima volta escluso dal supporto un modello della serie Air, così come la seconda e la terza generazione di iPad mini.

Le novità di iPadOS

Seppur il nome sia del tutto nuovo, al cuore di iPadOS c’è lo stesso codice di iOS 13. Ciò significa che parte delle novità è condivisa con il sistema operativo degli iPhone. Fra di queste troviamo il supporto alla Dark Mode e la nuova gestione degli accessi legati alla posizione.

Di contro però, Apple ha ottimizzato iPadOS in maniera tale da adattarsi alla perfezione all’utilizzo “business” dei suoi iPad. Ecco quindi tutte le singole novità.

Apple Pencil

Per quanto riguarda la Apple Pencil, grazie al miglioramento degli algoritmi di rilevazione del tocco, Apple è riuscita a diminuire la sua latenza ad appena 9 millisecondi. Inoltre, durante l’utilizzo della Apple Pencil è possibile accedere a una tavolozza rinnovata in cui sono stati aggiunti nuovi strumenti, fra cui una nuova gomma per rimuovere ogni minimo dettaglio con una precisione al pixel e un righello per disegnare linee rette con semplicità.

Volete catturare uno screenshot al volo? Con la Apple Pencil è adesso possibile semplicemente posizionandola in uno dei due angoli in basso e poi trascinandola verso l’alto.

Sidecar

Nessuna novità è paragonabile a Sidecar sul fronte della produttività. Migliorando drasticamente l’integrazione fra iPad e Mac, Sidecar è una funzione che permette di utilizzare l’iPad come un secondo display del Mac. Ciò rende estremamente più produttiva l’accoppiata Mac + iPad.

Tra l’altro, considerando che Sidecar funziona sia attraverso il cavo USB Type-C che attraverso la modalità wireless(Apple indica un funzionamento fino a 10 metri), offre agli utenti molta flessibilità nell’utilizzo. Per abilitare Sidecar in modalità wireless, è necessario avere connessi sia il Mac che l’iPad alla stessa rete WiFi (non funziona quindi mediante WiFi Direct ma sfrutta il router come punto di scambio dei dati).

Importazione di file direttamente nelle app

L’applicazione Files di iPadOS ha subìto una miglioria non da poco: la possibilità di usare supporti esterni come chiavette e/o schede di memoria e importare i file direttamente all’interno delle varie app, permettendo quindi di accedere direttamente a documenti e immagini dai supporti rimovibili.

Nuova Home Screen

A grande richiesta, adesso nella nuova Home Screen le icone possono essere disposte su una griglia personalizzata (la griglia piccola mostra fino a 30 icone in ciascuna schermata; selezionando invece l’opzione più grande vengono mostrate fino a 20 icone). Oltre a ciò, la Home Screen si è arricchita dei widget fissi o a scomparsa (a discrezione delle applicazioni). Questa caratteristica in qualche modo ci fa pensare ad Android.

Nuova tastiera QuickPath

Portando le gesture anche sulla tastiera virtuale di iPadOS, Apple ha introdotto la nuova funzione QuickPath che consente di digitare un testo eseguendo degli swipe lungo le lettere e sfruttando degli algoritmi di riconoscimento delle parole e di predizione.