Spotify

Scopriamo insieme alcune feature in arrivo su Google Chrome e Spotify e che dovrebbero migliorare l’esperienza dei rispettivi utenti.

Google Chrome prepara Read Later

Il team di Google è al lavoro su una nuova feature chiamata “Read Later” per il browser Google Chrome dedicato ai dispositivi Windows, Mac, Linux e Chrome OS.

Questa nuova feature è al momento disponibile su Google Chrome 86 Canary attraverso un apposito flag (chiamato Read Later) e consente agli utenti, visitando una pagina Web, di selezionare tra le opzioni di condivisione quella che consente di inserirla nell’elenco delle pagine da leggere in un secondo momento.

Non vi sono informazioni su quando tale feature sarà disponibile per tutti gli utenti.

Spotify introduce due nuove funzionalità

Passando a Spotify, il popolare servizio streaming musicale con l’aggiornamento 1.1.38 si è arricchito con funzionalità che semplificano l’utilizzo dall’applicazione desktop.

Grazie a tale update, infatti, sarà possibile riprodurre musica in streaming dalla versione web di Spotify, su PC, Mac e app per desktop: è sufficiente avviare il client Web o l’applicazione, toccare il pulsante dei dispositivi disponibili, scegliere quello desiderato compatibile con Google Cast e avviare la playlist.

Spotify

E sempre Spotify ha introdotto una funzionalità per gli utenti Premium chiamata Group Session che consente agli utenti di ospitare una festa di ascolto da remoto con i propri amici.

Ciò avviene tramite la riproduzione sincronizzata e consente a tutti i partecipanti (al momento al massimo 5) di gestirla con gli appositi comandi.

Per sfruttare tale feature è sufficiente un tap su Connetti e quindi selezionare Avvia una sessione di gruppo, così da avere un link di invito da condividere.