Pine Phone PostmarketOS

Ha da poco compiuto tre anni il progetto PostmarketOS, il software basato su Linux pensato per dare lunga vita agli smartphone più datati, supportandoli per almeno dieci anni.

Quale regalo migliore se non il primo smartphone ad arrivare ufficialmente sul mercato con PostmarketOS? Non sarà più necessario smanettare con bootloader da sbloccare, ROM da installare e altre operazioni sconosciute all’utente medio. A luglio sarà possibile pre ordinare PinePhone PostmarketOS Community Edition, nato dalla collaborazione tra Pine64 e PostmarketOS.

Non aspettatevi specifiche tecniche da urlo, visto che si parla di processore quad core ARM Cortex-A53, 2 GB di RAM, 16 GB di memoria interna, WiFi a 2,4 GHz, Bluetooth 4.2 e fotocamere da 5 e 2 megapixel. Più interessanti saranno la batteria rimovibile, la presa da 3,5 mm, lo slot microSD e ovviamente PostmarketOS, la distribuzione Linux pensata per smartphone.

Il tutto vi costerà appena 150 dollari, una cifra tutto sommato accettabile, ovviamente mettendo in conto numerosi problemi. Al momento funzionano le chiamate, gli SMS e la connessione dati, ma ci sono ancora moltissimi bug da sistemare. Va inoltre sottolineato che lo smartphone dovrebbe arrivare con la scheda madre in versione 1.2 ma nel corso del tempo potrebbero essere apportate ulteriori modifiche, per superare eventuali ostacoli.

Il sistema operativo, infine, è ancora in fase beta per cui è più che probabile che ci sarà bisogno di molto lavoro per ottenere un prodotto quantomeno utilizzabile. Se nonostante le premesse volete qualcosa di completamente diverso dal solito, potete visitare la smartphone e seguire l’evoluzione dello smartphone.