HAL 9000 Google Assistant

Se amate i film di fantascienza è più che probabile che abbiate visto qualche volta 2001: Odissea nello spazio di Stanley Kubrick, tratto dall’omonimo capolavoro di Arthur C. Clarke. Già nel 1968 l’intelligenza artificiale stuzzicava la fantasia di scrittori e sceneggiatori e la collaborazione tra le due menti portò alla creazione di HAL 9000 (Heuristic ALgorithmic 9000), protagonista indiscusso del film.

Per l’epoca si trattava di una cosa impensabile, eppure oggi è possibile realizzare una replica di HAL 9000, ovviamente con funzioni ridotte, in casa propria, con una spesa tutto sommato contenuta e con qualche conoscenza di programmazione. Ce lo dimostra Zach Hipps, nel video che trovate a fine articolo, utilizzando un Raspberry Pi, una manciata di componenti e l’API di Google Assistant.

In realtà il progetto è incompleto, visto che per le limitazioni dovute all’attuale pandemia è difficile procurarsi tutti i componenti necessari. Ecco perché il progetto è incompleto, mancando lo speaker interno con relativo amplificatore, sostituito temporaneamente da uno speaker esterno collegato alla presa da 3,5 mm del Raspberry Pi.

Hipps ha utilizzato un Raspberry Pi 3, ma se volete replicare il progetto è meglio pensare a un Raspberry Pi 4 è meglio, un microfono USB, un LED rosso da 10 mm, una resistenza da 330 ohm, un microswitch, una cupola trasparente e uno chassis, stampato artigianalmente in 3D. Il procedimento di assemblaggio non è particolarmente complesso e richiede qualche conoscenza di elettronica, mentre qualche passaggio in più è richiesto per la parte software.

L’attivazione, a causa delle attuali limitazioni dell’API Google Assistant non avviene vocalmente ma premendo un pulsante. In questa replica di HAL 9000 l’attivazione avviene premendo la cupola in plastica che protegge il grande LED rosso, e che permette di dialogare con l’assistente vocale, la cui voce viene riprodotta attraverso un altoparlante esterno.

Vi lasciamo al video mentre per una descrizione più dettagliata del progetto vi rimandiamo alla pagina ufficiale.